Domenica 18 Agosto 2019 | 14:48

NEWS DALLA SEZIONE

Politica
L'ira di Altieri: «Emiliano rispetti i leghisti pugliesi»

L'ira di Altieri: «Emiliano rispetti i leghisti pugliesi»

 
Bollino rosso
Bari, auto in fiamme sull'A14: coda lunga 4 km e traffico in tilt

Bari, auto in fiamme sull'A14: coda lunga 4 km e traffico in tilt

 
Disagi in spiaggia
Monopoli, sversati liquami in mare: divieto balneazione al Lido Bianco

Monopoli, sversati liquami in mare: divieto balneazione al Lido Bianco

 
Nel Tarantino
Scontro frontale tra due auto tra Laterza e Ginosa: morto 40enne, 3 feriti

Scontro frontale tra due auto tra Laterza e Ginosa: morto 40enne, 3 feriti

 
Il caso
Choc a Monopoli, una «Maria nera» ruba la scena alla «Madonna della Madia»

Choc a Monopoli, una «Maria nera» ruba la scena alla «Madonna della Madia»

 
Sviluppo
Il Sud sorprendente volano per l’avvio di nuove imprese

Il Sud sorprendente volano per l’avvio di nuove imprese

 
L'incidente
Grassano, muore a 25 anni dopo un volo con l’auto in una scarpata

Grassano, muore a 25 anni dopo un volo con l’auto in una scarpata

 
le «pagelle» arwu
UniSalento perde quota ma resta nella top 1000 delle migliori al mondo

UniSalento perde quota ma resta nella top 1000 delle migliori al mondo

 
Uilvi decimati
Xylella, scoppia un’altra lite e il batterio avanza ancora

Xylella, scoppia un’altra lite e il batterio avanza ancora: «Ci vuole chiarezza»

 
La denuncia di Radicali e Penalisti
«Bari ha bisogno di un nuovo carcere»: solo 299 posti, mai i detenuti sono 428

«Bari ha bisogno di un nuovo carcere»: solo 299 posti, mai i detenuti sono 428

 
Calcio
Lecce, domani terzo turno di Coppa contro la Salernitana, Liverani: «Serve entusiasmo»

Lecce, domani terzo turno di Coppa contro la Salernitana, Liverani: «Serve entusiasmo»

 

Il Biancorosso

Sport
Bari calcio, boom per gli abbonamenti: superati i 5mila tesserati

Bari calcio, boom abbonamenti: superati i 5mila tesserati

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariPolitica
L'ira di Altieri: «Emiliano rispetti i leghisti pugliesi»

L'ira di Altieri: «Emiliano rispetti i leghisti pugliesi»

 
BrindisiIl caso
Cisternino, si appropriava di auto poste sotto sequestro: denunciato

Cisternino, si appropriava di auto poste sotto sequestro: denunciato

 
HomeNel Tarantino
Scontro frontale tra due auto tra Laterza e Ginosa: morto 40enne, 3 feriti

Scontro frontale tra due auto tra Laterza e Ginosa: morto 40enne, 3 feriti

 
GdM.TVIl ritrovamento
Scanzano Jonico, sulla spiaggia spunta un granchio tropicale

Scanzano Jonico, sulla spiaggia spunta un granchio tropicale

 
PotenzaIl caso
Castelmezzano, Rubano offerte in chiesa: messi in fuga da 2 parrocchiani

Castelmezzano, rubano offerte in chiesa: messi in fuga da 2 parrocchiani

 
NewsweekVacanze vip
Gallipoli, attracca al porto lo yacht dell’emiro del Qatar

Gallipoli, attracca al porto lo yacht dell’emiro del Qatar

 
FoggiaI controlli
Foggia, lavoro nero nei lidi: «Il contratto? E chi l'ha visto?»

Foggia, lavoro nero nei lidi: «Il contratto? E chi l'ha visto?»

 
BatL'iniziativa il 22 agosto
Bisceglie dedica a Leopardi la scalinata dell'Infinito

Bisceglie dedica a Leopardi la scalinata dell'Infinito

 

i più letti

Dopo 35 anni

Vincita negata a Totocalcio
Giudice: trovate un accordo

La vicenda dell'ambulante che reclama 800 milioni di lire al Coni

martino scialpi

E’ stato fissato per il 10 febbraio il tentativo di conciliazione tra il Coni e uno scommettitore di Martina Franca (Taranto), a cui viene negata da 35 anni una maxi vincita al Totocalcio. Il giudice Federico Salvati del Tribunale civile di Roma ha chiesto, con ordinanza, di avviare una trattativa per cercare di risolvere la controversia «in considerazione - scrive - sia dell’obiettiva incertezza dell’esito della lite (resa palese dalle contrastanti ordinanze del 9 febbraio e 14 marzo 2012) sia della particolarità della vicenda oggetto di causa».
Era il 1 novembre 1981 quando Martino Scialpi, commerciante ambulante, realizzò un 13 che gli avrebbe fruttato oltre 800 milioni di lire. Il ministero delle Finanze e il Coni si sono sempre rifiutati di pagare perchè sostengono che la matrice della schedina non sia mai arrivata all’archivio corazzato del Totocalcio. Ma il tagliando è stato dichiarato autentico dopo che Scialpi fu processato e assolto in via definitiva nel 1987 dall’accusa di truffa.
Nell’ambito di un processo civile per responsabilità contrattuale avviato da Scialpi nei confronti del Coni, il giudice Salvati ha disposto l’ordinanza che prova a scrivere la parola fine sulla vicenda, chiedendo alle parti di cercare un accordo entro il 10 febbraio, giorno in cui sono stati convocati Scialpi e il suo legale, Guglielmo Boccia, il presidente del Coni, Malagò e gli avvocati costituiti dell’ente o legali rappresentanti muniti di potere di rappresentanza.
Lo scommettitore ha inviato due comunicazioni di posta certificata (Pec) al Coni e al giudice «affinchè, anche nel fascicolo di ufficio, ci sia contezza - spiega l’avv.Boccia - dell’immediata adesione da parte del signor Scialpi, a quanto statuito dall’ordinanza. Dinanzi a tale provvedimento, che costituisce un fatto nuovo, da parte nostra vi è un moderato ottimismo affinchè la questione possa trovare un’effettiva soluzione. In oltre 34 anni di procedimenti, alcuni conclusi e altri pendenti, è la prima volta che un magistrato interessato del caso Scialpi si è reso disponibile ad essere arbitro per una conciliazione tra le parti».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie