Venerdì 22 Febbraio 2019 | 23:10

NEWS DALLA SEZIONE

Verso le regionali
Elezioni, a Potenza e Matera le prime liste: sono di centrodestra e M5S

Elezioni, a Potenza e Matera le prime liste: sono di centrodestra e M5S

 
Il provvedimento
Decreto Xylella, multe fino a 10mila euro per chi non denuncia e non taglia piante infette

Decreto Xylella, multe fino a 10mila euro per chi non denuncia e non abbatte
La Regione: in atto prescrizioni Ue

 
Salento
Villa al mare del pm a Porto Cesareo, M5S fa un passo indietro e ritira l'interrogazione

Villa al mare del pm a Porto Cesareo, M5S fa retromarcia e ritira interrogazione

 
Ambiente
Raccolta differenziata, tour di Stea nel Foggiano: «premiata» anche una Rssa

Raccolta differenziata, tour di Stea nel Foggiano: «premiata» anche una Rssa

 
La sentenza
Bari, offese tra ragazzi via whatsapp: per la Cassazione è diffamazione

Bari, offese tra ragazzini via whatsapp: per la Cassazione è diffamazione

 
Il progetto
Lecce, i detenuti riparano barca migranti: sarà usata da ragazzi "difficili"

Lecce, i detenuti riparano barca migranti: sarà usata da ragazzi "difficili"

 
Ambiente
Bari, 3500 ricci sequestrati e rimessi in mare dalla Guardia Costiera

Bari, 3500 ricci sequestrati e rimessi in mare dalla Guardia Costiera VD

 
La proposta
Petruzzelli, il sottosegretario Vacca: «Cambiare nome a Fondazione»

Petruzzelli, il sottosegretario Vacca: «Cambiare nome a Fondazione»

 
Serie B
Lecce calcio, Liverani: «Cittadella squadra fastidiosa»

Lecce calcio, Liverani: «Cittadella squadra fastidiosa»

 
Il batterio killer
Xylella, Centinaio rinvia la visita in Puglia. I gilet arancioni: «potrà approvare i decreti»

Xylella, Centinaio rinvia la visita in Puglia. I gilet arancioni: «potrà approvare i decreti»

 
Il siderurgico
Ex Ilva a Taranto, ripartono gli impianti: soddisfazione della Fim

Ex Ilva a Taranto, ripartono gli impianti: soddisfazione della Fim

 

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaVerso le regionali
Elezioni, a Potenza e Matera le prime liste: sono di centrodestra e M5S

Elezioni, a Potenza e Matera le prime liste: sono di centrodestra e M5S

 
LecceSalento
Villa al mare del pm a Porto Cesareo, M5S fa un passo indietro e ritira l'interrogazione

Villa al mare del pm a Porto Cesareo, M5S fa retromarcia e ritira interrogazione

 
BariLa sentenza
Bari, offese tra ragazzi via whatsapp: per la Cassazione è diffamazione

Bari, offese tra ragazzini via whatsapp: per la Cassazione è diffamazione

 
HomeIl siderurgico
Ex Ilva a Taranto, ripartono gli impianti: soddisfazione della Fim

Ex Ilva a Taranto, ripartono gli impianti: soddisfazione della Fim

 
BrindisiFurto in casa
San Vito dei Normanni, ristrutturano abitazione e rubano 2.500 euro: denunciati n 2

San Vito dei Normanni, ristrutturano abitazione e rubano 2.500 euro: 2 denunciati 

 
GdM.TVGli arresti della Polizia
Andria, assaltavano tir con esplosivo e armi: decimato clan Griner, 11 in carcere

Andria, assaltavano tir con esplosivo e armi: decimato clan Griner, 11 in carcere

 
MateraSfruttamento
Metaponto, ecco la Felandina: il «ghetto» dove vivono 400 disperati

Metaponto, ecco la Felandina: il «ghetto» dove vivono 400 disperati

 
FoggiaAtti vandalici
Foggia, bus Ataf presi a sassate da baby gang

Foggia, bus Ataf presi a sassate da baby gang

 

fasano

Musica nei locali della movida
arriva un'ordinanza per l'estate

Nel territorio comunale sino alle 2 di notte, fuori dall'abitato sino alle 3

Musica nei locali della movida arriva un'ordinanza per l'estate

di GIANNICOLA D’AMICO

FASANO - Entra nel vivo l’estate fasanese e il Comune regolamenta gli orari per le emissioni sonore nei luoghi della movida.

È entrata in vigore, infatti, lo scorso 1° giugno la ordinanza del sindaco Francesco Zaccaria che disciplina gli orari di utilizzo delle fonti di emissioni sonore nei pubblici esercizi, nelle sale giochi, nei locali e luoghi dove vengono svolti pubblici spettacoli. Una ordinanza sindacale nata dalla necessità di omogeneizzare la disciplina degli orari di utilizzo di fonti di emissione sonora negli esercizi pubblici e di intrattenimento presenti su tutto il territorio comunale, ed in particolare nelle località balneari e turistiche, salvaguardando la qualità ambientale e la tutela della salute.

In alcuni incontri svoltisi a palazzo di città tra Amministrazione comunale e gestori degli esercizi pubblici «è emersa – si legge nell’ordinanza - l’esigenza di adottare una disciplina atta a contemperare le esigenze del settore comprendente attività economiche e pubblici esercizi di somministrazione, ricettivi, compresi quelli balneari, e di intrattenimento con quelli afferenti la qualità ambientale e di tutela della salute, soprattutto dei giovani».

Perciò il Comune di Fasano ha deciso di adottare disposizioni atte a omogeneizzare la disciplina degli orari di utilizzo di fonti di emissione sonora nei pubblici esercizi con riferimento alle attività all’aperto e temporanee. L’ordinanza sindacale prevede che le attività di somministrazione, di intrattenimento musicale e di gioco, effettuate nei pubblici esercizi, nelle sale giochi e nei locali e luoghi dove vengono svolte attività di pubblico spettacolo e di intrattenimento «devono svolgersi senza superare i limiti di esposizione al rumore previsti dalla norma vigente in materia di inquinamento acustico».

L’ordinanza prevede per il periodo 1° giugno-30 settembre 2017, per le giornate di venerdì e sabato, nonché nelle giornate prefestive che «per le attività svolte mediante l’utilizzo di fonti di emissione sonore fisse o mobili è prevista nei centri abitati del territorio comunale la cessazione alle ore 2.00; nella parte del territorio non compresa nell’abitato del perimetro dei centri abitati del territorio la cessazione alle ore 3.00».

«Per le attività svolte mediante l’utilizzo di fonti sonore fisse o mobili – precisa ancora l’ordinanza – poste all’interno di locali chiusi, non sono previsti limiti di orario, solo ed esclusivamente quando dette attività non comportino emissioni sonore che si propaghino all’esterno del locale ovvero non creino disturbo ai cittadini. Per l’esercizio delle attività – prosegue l’ordinanza – nella fascia oraria oltre le ore 2.00 nei centri abitati e oltre le ore 3.00 fuori dai centri abitati dovranno essere adottate tutte le misure idonee ad evitare ogni possibile disturbo alla quiete e al riposo dei cittadini».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • giusitalo

    05 Giugno 2017 - 19:07

    una ordinanza assurda. un sindaco del tutto indifferente al disagio che crea ai residenti della zona è cosa più unica che rara.

    Rispondi