Martedì 11 Agosto 2020 | 14:25

NEWS DALLA SEZIONE

nella Bat
Spinazzola, braccianti sfruttati a 3,80 euro all'ora: 3 arresti in un'azienda

Spinazzola, braccianti sfruttati a 3,80 euro all'ora: 3 arresti in un'azienda

 
L'INTERVISTA
Boccia rilancia il Recovery: faremo rinascere

Boccia rilancia il Recovery: «Faremo rinascere Taranto»

 
LA TRUFFA
Appalti contro il dissesto: pure la regione denunciò

Puglia, appalti contro il dissesto: anche la Regione denunciò

 
L'INTERVISTA
Pertosa: bene per tutti la decontribuzione

Aiuti fiscali al Sud, Pertosa: «Misura giusta, ottime prospettive per investitori»

 
la protesta
Odg e Assostampa Puglia: «Arpal ritiri bando addetti a comunicazione, si rischia abusivismo»

Odg e Assostampa Puglia: «Arpal ritiri bando addetti a comunicazione, si rischia abusivismo»

 
l'emergenza
Bari, potenziato laboratorio Covid al Di Venere: 500 tamponi al giorno

Bari, potenziato laboratorio Covid al Di Venere: 500 tamponi al giorno

 
verso il voto
Doppia preferenza, Fitto: «Emiliano taccia, racconteremo tutti i suoi disastri»

Doppia preferenza, Fitto: «Emiliano taccia, racconteremo tutti i suoi disastri»

 
il bollettino
Coronavirus, in Basilicata positiva una donna rientrata dalla Lombardia su 249 tamponi

Coronavirus, in Basilicata positiva una donna rientrata dalla Lombardia su 249 tamponi

 
NUOTO
I big del nuoto al «Sette Colli», la Puglia vuole lasciare la firma

I big del nuoto al «Sette Colli», la Puglia vuole lasciare la firma

 
tragedia nel Salento
Marina di Alliste, 79enne muore in mare: corpo trovato dai bagnanti

Marina di Alliste, 79enne muore in mare: corpo trovato dai bagnanti

 
consumi
Coldiretti Puglia: «Allarme frutta sottopagata, angurie a un centesimo al chilo»

Coldiretti Puglia: «Allarme frutta sottopagata, angurie a un centesimo al chilo»

 

Il Biancorosso

LEGA PRO
Fatti il Napoli, tocca al Bari. Vivarini più fuori che dentro

Fatto il Napoli, tocca al Bari. Vivarini più fuori che dentro

 

NEWS DALLE PROVINCE

Batnella Bat
Spinazzola, braccianti sfruttati a 3,80 euro all'ora: 3 arresti in un'azienda

Spinazzola, braccianti sfruttati a 3,80 euro all'ora: 3 arresti in un'azienda

 
Baril'emergenza
Bari, potenziato laboratorio Covid al Di Venere: 500 tamponi al giorno

Bari, potenziato laboratorio Covid al Di Venere: 500 tamponi al giorno

 
Leccel'iniziativa
Benessere e fisioterapia, un «mare» di solidarietà

Benessere e fisioterapia, l'Ordine dei Medici supporta il progetto «Il mare di tutti»

 
PotenzaPOLITICA
Basilicata, si spacca la Lega: chiesta espulsione di Zullino

Basilicata, si spacca la Lega: chiesta espulsione di Zullino

 
Tarantonel Tarantino
«Combustioni Sonore»: a Manduria la musica non si ferma

«Combustioni Sonore»: a Manduria la musica non si ferma

 
FoggiaRIQUALIFICAZIONE
San Severo, immobili confiscati alle cosche mafiose destinati al Comune

San Severo, immobili confiscati alle cosche mafiose destinati al Comune

 
MateraCovid 19
Coronavirus, altri 2 migranti positivi dal Materano a Roma

Coronavirus, altri 2 migranti positivi dal Materano a Roma

 

i più letti

Il piano alternativo

Total, greggio su 200 camion
in attesa dell'ok a Tempa rossa

Aspettando che si sblocchi la situazione dell'impianto tarantino i 20mila barili verrebbero trasferiti con mezzi pesanti

Petrolio, dopo no a Tempa rossaTotal pensa a trasporto su gomma

PINO PERCIANTE

CORLETO PERTICARE - Slitta al 2018 la conclusione dei lavori della Total al Centro oli di Tempa Rossa, e la produzione nel secondo giacimento petrolifero lucano resta bloccata per via del «no» opposto dalla Regione Puglia all’adeguamento delle strutture della raffineria di Taranto. Lo riporta «Il Sole 24 ore» aggiungendo che la compagnia petrolifera francese sta ipotizzando di ricorrere al trasporto su gomma, ma non appare semplice consentire il passaggio di 200 autobotti al giorno sulle strade lucane.

La Regione Puglia ha negato l’intesa e questo ha portato ad un nuovo slittamento dell’entrata in funzione dell’impianto di Corleto Perticara con una potenzialità di 50mila barili al giorno. Ma secondo quanto riportato dal «Sole 24 ore», anche se arrivasse il via libera dalla Puglia e l’autorizzazione ai lavori per l’adeguamento della raffineria di Taranto per stoccare e movimentare il greggio in arrivo dalla Basilicata attraverso l’oleodotto Viggiano – Taranto, ci vorrebbero comunque circa due anni per la realizzazione degli interventi. La Total avrebbe così deciso di correre ai ripari by passando l’opposizione della Puglia e ipotizzando una produzione in misura minore (20 mila barili al giorno) con l’ausilio di circa 200 autobotti in partenza quotidianamente dal Centro oli di Corleto per trasportare il petrolio in tutta Italia.

Questa cosa, però, sta scuotendo le opposizioni sul fronte lucano, già alle prese con la perdita di idrocarburi da uno dei serbatoi del Centro oli dell’Eni a Viggiano. E, sempre secondo il principale quotidiano di informazione economica, sono forti le perplessità sulla fattibilità della soluzione anche dal punto di vista autorizzativo. Per la Total è una variazione non sostanziale del progetto approvato dal Cipe ma non sono dello stesso avviso i ministeri dell’Ambente e dello Sviluppo economico. Il gruppo petrolifero ha già avviato un’interlocuzione con la Provincia per un progetto di adeguamento di alcune strade. Il comune di Corleto si è opposto al passaggio delle autobotti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie