Martedì 11 Agosto 2020 | 15:14

NEWS DALLA SEZIONE

il bollettino
Coronavirus, in Puglia 20 nuovi positivi su 1981 tamponi. Le Asl: «Tutte persone rientrate dall'estero o dal Nord Italia»

Coronavirus, in Puglia 20 nuovi positivi su 1981 tamponi. Le Asl: «Tutte persone rientrate dall'estero o dal Nord Italia»

 
l'emergenza
Coronavirus, sale a 7 il numero di salentini positivi dopo vacanza in Grecia

Coronavirus, sale a 7 il numero di salentini positivi dopo vacanza in Grecia

 
nella Bat
Spinazzola, braccianti sfruttati a 3,80 euro all'ora: 3 arresti in un'azienda

Spinazzola, braccianti sfruttati a 3,80 euro all'ora: 3 arresti in un'azienda

 
L'INTERVISTA
Boccia rilancia il Recovery: faremo rinascere

Boccia rilancia il Recovery: «Faremo rinascere Taranto»

 
LA TRUFFA
Appalti contro il dissesto: pure la regione denunciò

Puglia, appalti contro il dissesto: anche la Regione denunciò

 
L'INTERVISTA
Pertosa: bene per tutti la decontribuzione

Aiuti fiscali al Sud, Pertosa: «Misura giusta, ottime prospettive per investitori»

 
la protesta
Odg e Assostampa Puglia: «Arpal ritiri bando addetti a comunicazione, si rischia abusivismo»

Odg e Assostampa Puglia: «Arpal ritiri bando addetti a comunicazione, si rischia abusivismo»

 
l'emergenza
Bari, potenziato laboratorio Covid al Di Venere: 500 tamponi al giorno

Bari, potenziato laboratorio Covid al Di Venere: 500 tamponi al giorno

 
verso il voto
Doppia preferenza, Fitto: «Emiliano taccia, racconteremo tutti i suoi disastri»

Doppia preferenza, Fitto: «Emiliano taccia, racconteremo tutti i suoi disastri»

 
il bollettino
Coronavirus, in Basilicata positiva una donna rientrata dalla Lombardia su 249 tamponi

Coronavirus, in Basilicata positiva una donna rientrata dalla Lombardia su 249 tamponi

 
NUOTO
I big del nuoto al «Sette Colli», la Puglia vuole lasciare la firma

I big del nuoto al «Sette Colli», la Puglia vuole lasciare la firma

 

Il Biancorosso

LEGA PRO
Fatti il Napoli, tocca al Bari. Vivarini più fuori che dentro

Fatto il Napoli, tocca al Bari. Vivarini più fuori che dentro

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariLA GAZZETTA NEI BARI
Gravina, Gazzetta & coni gourmet

Gravina, Gazzetta & coni gourmet

 
Leccel'emergenza
Coronavirus, sale a 7 il numero di salentini positivi dopo vacanza in Grecia

Coronavirus, sale a 7 il numero di salentini positivi dopo vacanza in Grecia

 
Batnella Bat
Spinazzola, braccianti sfruttati a 3,80 euro all'ora: 3 arresti in un'azienda

Spinazzola, braccianti sfruttati a 3,80 euro all'ora: 3 arresti in un'azienda

 
PotenzaPOLITICA
Basilicata, si spacca la Lega: chiesta espulsione di Zullino

Basilicata, si spacca la Lega: chiesta espulsione di Zullino

 
Tarantonel Tarantino
«Combustioni Sonore»: a Manduria la musica non si ferma

«Combustioni Sonore»: a Manduria la musica non si ferma

 
FoggiaRIQUALIFICAZIONE
San Severo, immobili confiscati alle cosche mafiose destinati al Comune

San Severo, immobili confiscati alle cosche mafiose destinati al Comune

 
MateraCovid 19
Coronavirus, altri 2 migranti positivi dal Materano a Roma

Coronavirus, altri 2 migranti positivi dal Materano a Roma

 

i più letti

«Problemi tecnici»

Reddito inserimento, slitta
avvio per 4mila in Basilicata

Reddito inserimento, slittaavvio per 4mila in Basilicata

PIERO MIOLLA

Slitta ancora la partenza del programma del reddito minimo d’inserimento, inizialmente fissata per il 1° maggio. Problemi di ordine tecnico, infatti, hanno determinato un rinvio che, hanno assicurato dalla Regione Basilicata, non dovrebbe però posticipare l’avvio del programma oltre il mese di maggio. Per i circa 4mila aventi diritto (sui complessivi 10.497 soggetti ammessi al programma) per i quali c’è già la copertura finanziaria, dunque, non è ancora giunto il momento di cominciare a percepire i 450 euro mensili assicurati dai vari progetti presentati. Va ricordato che la platea degli ammessi è composta da 820 persone rientranti nella Categoria A e 11.189 nella B. Le domande pervenute, invece, nel complesso sono state 12.009: dopo i controlli effettuati sono stati esclusi 1.512 richiedenti (83 nella Categoria A e 1.429 nella B).

Il reddito minimo, misura voluta da via Anzio per provare a combattere la povertà, sarà gestito dall’Agenzia Regionale per il lavoro e le transizioni nella vita attiva Lab (Lavoro e Apprendimento in Basilicata), giusta delibera 201-2016 della Giunta regionale, che ha anche stabilito di rinviare a successivo provvedimento la più puntuale definizione delle attività che l’Agenzia Lab sarà chiamata a svolgere per l’attuazione del programma e la contestuale quantificazione della remunerazione spettante.
A proposito di soldi: al momento la somma occorrente per il finanziamento delle domande ammesse a contributo, per entrambe le categorie, è di 6 milioni 80.600 euro, di cui 5 milioni per la Categoria B e 1 milione e 80.600 euro per la Categoria A, ma solo per tre mesi dall’inizio delle attività. Il provvedimento di disimpegno dell’ulteriore somma di 6 milioni e 195.950 euro, verrà invece, adottato in seguito. Più in generale, il reddito minimo di inserimento è stato inserito tra le misure di intervento da finanziare, a valere sul protocollo di intesa sottoscritto tra il presidente della Regione Basilicata, Marcello Pittella, il ministro dell’Economia e delle Finanze, Piercarlo Padoan, e quello dello Sviluppo Economico, Carlo Calenda, il 21 dicembre scorso, per un importo complessivo di 30 milioni di euro.

Come è noto, il reddito minimo d’inserimento è un programma che ha l’obiettivo di contrastare il disagio e l’esclusione sociale e, contemporaneamente, offrire un aiuto alle fasce più deboli e ai disoccupati. La Regione lo ha varato per prevedere l’erogazione di un assegno di circa 450 euro mensili a quei soggetti provenienti da precedenti ammortizzatori sociali scaduti, come la mobilità in deroga (categoria A), e a chi ha un Isee, l’indicatore della situazione economica equivalente, inferiore a 9mila euro e con uno stato di disoccupazione o inoccupazione di 24 o di 12 mesi, se ha più di 50 anni, se non ha un diploma di scuola superiore e se la sua famiglia è monoreddito (categoria B). Il reddito minimo non è, però, solo un sussidio che prevede l’erogazione in denaro per i soggetti bisognosi e aventi i requisiti necessari: con esso, infatti, si prevede anche la possibilità di utilizzare i beneficiari per destinarli ad attività come la raccolta differenziata, la manutenzione del verde pubblico e delle strade, la tutela del patrimonio regionale e qualsiasi altra attività di interesse pubblico.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie