Lunedì 22 Ottobre 2018 | 07:59

NEWS DALLA SEZIONE

L'evento annullato
Noci, «Bacco nelle Gnostre» non si farà e scoppia la polemica

Noci, «Bacco nelle Gnostre» non si farà e scoppia la po...

 
Serie A
Basket, il Brindisi sconfitto all'ultimo dalla Dinamo Sassari: 84-90

Basket, il Brindisi sconfitto dalla Dinamo Sassari: 84-...

 
Il teatro
Il Margherita vi piace? I baresi decideranno se... cambierà colore

Il Margherita vi piace? I baresi decideranno se... camb...

 
Religione
Potenza, torna per la quarta volta la Madonna di Viggiano, patrona della Lucania

Potenza, il ritorno della Madonna di Viggiano, patrona ...

 
La proposta
Giochi del Mediterraneo 2015Comune di Taranto si candida

Giochi del Mediterraneo 2025 Comune di Taranto si candi...

 
L'iniziativa
A Racale il pranzo a colori per dire noalla mensa separati del comune di Lodi

A Racale il pranzo a colori per dire no alla mensa sepa...

 
Il parco divertimenti
Basilicata, attrazioni da brivido: la Disneyland green pronta a marzo

Basilicata, attrazioni da brivido: la Disneyland green ...

 
Lo studio Ue
Basilicata corrotta, ecco chi paga la mazzette: la ricerca dell'Università di Gotenborg

Basilicata corrotta, ecco chi paga la mazzette: la rice...

 
Italia a 5 Stelle
Tap, Di Maio passa di lato a striscione attivisti a Circo Massimo

Tap, Di Maio passa di lato a striscione attivisti a Cir...

 
Indaga la Polizia
Foggia, grave un ragazzo 18 anni«Pestato da buttafuori discoteca»

Foggia, grave un ragazzo 18 anni «Pestato da buttafuori...

 
Il sequestro della villa
La denuncia alla Mirren farà scappare via i vip

«La denuncia alla Mirren farà scappare via i vip»

 
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

i più letti

Il fatto non sussiste

Rifiuti, l'«astronave» di Grumo
è legittima: assolti i titolari

La difesa: tutti i giudizi hanno sancito la correttezza dell'impianto. Fine calvario di 15 anni

Rifiuti, l'«astronave» di Grumoè legittima: assolti i titolari

«Finalmente per la Prometeo, l'Astronave di Grumo, il fatto non sussiste. Ci sono volute ben due perentorie sentenze della Cassazione per dire a chi vuole fare speculazione politica che si tratta di un insediamento conforme alla legge e virtuoso». È quanto dichiara l’avvocato Francesco Paolo Sisto, uno dei difensori degli imprenditori assolti oggi dalla Corte di Appello di Bari nell’ambito della vicenda sul presunto abusivismo dell’impianto d compostaggio realizzato nel 2004.

«Tanto - ha detto ancora Sisto - è stato acclarato da un vero e proprio coro giudiziario e amministrativo: Tar, Consiglio di Stato, giudici penali, pubblica amministrazione che ha concesso le autorizzazioni. Credo che ce ne sia abbastanza per mettere un punto fermo sulla vicenda e restituire ai Delle Foglie la certezza di avere bene operato nell’interesse dell’ambiente e del territorio. Chi restituirà - conclude il legale - alla soluzione del problema rifiuti quasi 15 anni di colpevole inerzia?».

"La sentenza di oggi - dichiarano gli imprenditori Delle Foglie - dovrà essere tenuta in giusta considerazione da coloro che in questi anni hanno nutrito infondati dubbi sulla legittimità dell’impianto, ostacolandone il completamento dopo il dissequestro del 2014 ordinato dalla stessa Corte di Appello di Bari a seguito di un’altra favorevole pronuncia della Suprema Corte di Cassazione».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400