Domenica 21 Aprile 2019 | 10:38

NEWS DALLA SEZIONE

Un 23enne
Cerignola, spacciatore ingoia dosi di coca: è in Rianimazione

Cerignola, spacciatore ingoia dosi di cocaina: finisce in Rianimazione

 
Curiosità
Ponte festività, i vip nel Brindisino: ecco gli arrivi e i «ritrovi»

Ponte festività, i vip nel Brindisino: ecco gli arrivi e i «ritrovi»

 
Le feste e il lavoro
Pasqua, centri commerciali chiusi in Puglia. «Guerra» su Pasquetta e 25

Pasqua, centri commerciali chiusi in Puglia. «Guerra» su Pasquetta e 25

 
A taranto
Ex Ilva, ambientalisti Taranto: «Il 24 aprile presidio per arrivo Di Maio»

Ex Ilva, ambientalisti Taranto: «Il 24 aprile presidio per arrivo Di Maio»

 
L'incidente
Moto contro auto sulla Monopoli-Alberobello: muore un 54enne

Moto contro auto sulla Monopoli-Alberobello: muore un 54enne

 
La vicenda
Diffamò Vendola: Vittorio Sgarbi condannato da Cassazione

Diffamò Vendola: Vittorio Sgarbi condannato da Cassazione

 
In città
Bari: grosso nido d'api in via Salvemini, zona messa in sicurezza

Bari: grosso nido d'api in via Salvemini, zona messa in sicurezza

 
Il caso
Bari, chiude la gioielleria Trizio Caiati in via Sparano: addio a un altro negozio storico

Bari, chiude la gioielleria Trizio Caiati in via Sparano: addio a un altro negozio storico

 
Serie B
Lecce, stai in guardia: il Perugia ha mille risorse

Lecce, stai in guardia: il Perugia ha mille risorse

 
Nel Salento
Gallipoli, carabinieri portano uova di Pasqua ai bimbi ricoverati in ospedale

Gallipoli, carabinieri portano uova di Pasqua ai bimbi ricoverati in ospedale

 
Lo scontro
Incidente stradale sulla Terlizzi - Molfetta: muore una ragazza

Incidente sulla Terlizzi-Molfetta, auto si ribalta: muore una ragazza

 

Il Biancorosso

IL COMMENTO
Il primo gradino di una scalache porta molto più in alto

Il primo gradino di una scala
che porta molto più in alto

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoSanità
Taranto, 4 anni per avere una diagnosi: denunciata la Asl

Taranto, 4 anni per avere una diagnosi: denunciata la Asl

 
FoggiaUn 23enne
Cerignola, spacciatore ingoia dosi di coca: è in Rianimazione

Cerignola, spacciatore ingoia dosi di cocaina: finisce in Rianimazione

 
LecceInchiesta Favori & giustizia
Pm Arnesano resta ai domiciliari: ma farà Pasqua con i suoi

Pm Arnesano resta ai domiciliari: ma farà Pasqua con i suoi

 
BrindisiCuriosità
Ponte festività, i vip nel Brindisino: ecco gli arrivi e i «ritrovi»

Ponte festività, i vip nel Brindisino: ecco gli arrivi e i «ritrovi»

 
BariVerso il voto
Europee, i derby tutti pugliesi per Bruxelles

Europee, i derby tutti pugliesi per Bruxelles

 
HomeLe festività pasquali
Pasqua, previsto a Matera un lungo ponte da tutto esaurito

Pasqua, previsto a Matera un lungo ponte da tutto esaurito

 
BatLotta allo spaccio
Barletta, sorpresi mentre confezionavano dosi di cocaina: 2 arresti

Barletta, sorpresi mentre confezionavano dosi di cocaina: 2 arresti

 
PotenzaElezioni del 26 maggio
Potenza, Andretta candidata del centrosinistra: scalza De Luca

Potenza, Andretta candidata del centrosinistra: scalza De Luca

 

La storia di un'andriese

Teresa, i sorrisi e i suoi turbanti
così manda a quel paese il cancro

La 31enne da tre anni combatte la malattia con la voglia di vivere e condividendo la sua storia con le "Anime belle"

Teresa, i sorrisi e i suoi turbanticosì manda a quel paese il cancro

Teresa Calvano, 31 anni, andriese, da tre anni combatte contro il cancro. Una malattia che le ha restituito la gioia di vivere e di raccogliere attorno a sè tante "anime belle" con cui condividere sentimenti ed emozioni. E così il suo blog e la sua pagina Fb, denominato, appunto, “Anime Belle di Teresa Calvano, #FuckCancer” è ormai un appuntamento fisso per tanti che sentono il bisogno di confrontarsi con lei (in questi giorni è in ospedale per un intervento al polmone). Richieste di amicizie, messaggi, e una gara interminabile di solidarietà che sta alimentando un'altra iniziativa di Teresa: il "(T)urban wave, novità che ha portato alla sua malattia di Teresa un tocco di colore: turbanti originali e colorati da utilizzare nei periodi di chemioterapia. Un’idea che ha riscosso subito sin da subito un notevole successo e che continua a raccogliere intorno molte adesioni. Teresa sarà infatti la referente di un progetto che donerà turbanti da donna a tutti i reparti oncologici italiani e ciò sarà possibile anche grazie a chi vottà contribuire all'iniziativa con una donazione che sarà destinata solo ed esclusivamente al gruppo di lavoro denominato: “(T)URBAN WAVE by Onda d’Urto – Uniti contro il cancro ONLUS”. I medici che curano Teresa hanno un valido aiuto: la sua voglia di vivere.  (@nicola pepe)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400