Giovedì 21 Febbraio 2019 | 16:55

NEWS DALLA SEZIONE

I fatti nel 2017
Monopoli, tentò di uccidere moglie e ferì la figlia: chiesti 20 anni

Monopoli, tentò di uccidere moglie e ferì la figlia: chiesti 20 anni

 
La decisione
Puglia, il Consiglio approva la fusione tra Presicce e Acquarica

Puglia, il Consiglio approva la fusione tra Presicce e Acquarica

 
A ceglie messapica
Incendiarono 5 auto e il prospetto di un palazzo nel Brindisino: catturato uno dei responsabili

Incendiarono 5 auto e il prospetto di un palazzo nel Brindisino: catturato uno dei responsabili

 
Trasporti
Treni, Bari crocevia della Puglia: dal 2020 collegamenti dal Salento a Palese

Treni, Bari crocevia della Puglia: dal 2020 collegamenti dal Salento a Palese

 
Hanno agito in quattro
Tir carico di sigarette assaltato nel Foggiano, nessun ferito

Tir carico di sigarette assaltato nel Foggiano, nessun ferito

 
Nel Salento
Catamarano in difficoltà, soccorso da Guardia Costiera al largo di Leuca

Catamarano in difficoltà, soccorso da Guardia Costiera al largo di Leuca

 
Nel Tarantino
Tentò di uccidere due persone a S.Giorgio Jonico, pregiudicato si consegna ai cc

Tentò di uccidere 2 persone a S.Giorgio Jonico, 68enne si consegna ai cc

 
Premiato a Rimini
Viene da Monopoli il miglior burger gourmet italiano

Viene da Monopoli il miglior burger gourmet italiano

 
All'unanimità
Xylella: Camera approva all'unanimità documento conclusivo dell'indagine conoscitiva sull'emergenza in Puglia

Xylella: approvato alla Camera documento conclusivo su emergenza in Puglia

 
Operazione dei cc
Maxisequestro di droga a Bari Vecchia, in manette anche un'anziana

Maxisequestro di droga a Bari Vecchia, in manette anche un'anziana

 
Nel Barese
Impianto di energia pulita smaltisce rifiuti pericolosi: sequestro a Gioia del Colle

Impianto energia pulita smaltisce rifiuti pericolosi: sequestro a Gioia del Colle VD

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariI fatti nel 2017
Monopoli, tentò di uccidere moglie e ferì la figlia: chiesti 20 anni

Monopoli, tentò di uccidere moglie e ferì la figlia: chiesti 20 anni

 
HomeLa decisione
Puglia, il Consiglio approva la fusione tra Presicce e Acquarica

Puglia, il Consiglio approva la fusione tra Presicce e Acquarica

 
BrindisiA ceglie messapica
Incendiarono 5 auto e il prospetto di un palazzo nel Brindisino: catturato uno dei responsabili

Incendiarono 5 auto e il prospetto di un palazzo nel Brindisino: catturato uno dei responsabili

 
TarantoArrestato pregiudicato
Litiga con i genitori, polizia trova in camera una pistola

Litiga con i genitori, polizia trova in camera una pistola

 
FoggiaHanno agito in quattro
Tir carico di sigarette assaltato nel Foggiano, nessun ferito

Tir carico di sigarette assaltato nel Foggiano, nessun ferito

 
PotenzaL'intervista
Lezioni di esorcismo a scuola, sacerdote: «Sarebbe servito»

Lezioni di esorcismo a scuola, sacerdote: «Sarebbe servito»

 
BatLa denuncia
Barletta, stazione senza ascensore: non ha mai funzionato

Barletta, stazione senza ascensore: non ha mai funzionato

 
Materail Truffatore è barese
Si fa dare 3 Rolex da negoziante fingendo di essere figlio di un amico: arrestato a Matera

«Mio padre è tuo amico», si fa dare 3 Rolex da rivenditore: arrestato a Matera

 

37 indagati a brindisi

Falsi badanti per
il permesso di soggiorno

badanti cura anziani

BARI - Il pm di Brindisi, Francesco Carluccio, ha emesso un avviso di conclusione delle indagini preliminari a carico di 37 persone, 16 italiani e 21 stranieri, coinvolti in un presunto giro di falsificazioni di permessi di soggiorno per lavoratori irregolari nel Brindisino. Si sarebbe trattato, secondo quanto emerso da indagini condotte dalla polizia, di un modo per aggirare una sanatoria concessa del 2012. La regolarizzazione poteva essere richiesta da datori di lavoro che avevano alle proprie dipendenze persone straniere «in nero» dal dicembre 2011.

Secondo quanto ipotizzato dietro il pagamento di un corrispettivo che poteva oscillare dai 400 ai 2.000 euro venivano fornite «false certificazioni» attestanti un rapporto di lavoro fittizio, per lo più lavoro di «badanti».
Il meccanismo è stato scoperto analizzando le numerose richieste giunte allo sportello unico per l’Immigrazione. Dalle verifiche svolte dai poliziotti dell’ufficio Immigrazione è emerso che molte richieste giungevano dal medesimo computer, in ristretti lassi di tempo. A insospettire la polizia è stata l'alta incidenza di uomini, per lo più cinesi, ad effettuare prestazioni di collaboratori domestici o badanti.

Nell’inchiesta sono coinvolti anche professionisti, tra cui un avvocato e un medico del Brindisino e operatori del sociale. Tre le distinte cellule su cui si è concentrata l’attività investigativa, operanti a Brindisi, San Donaci e San Pietro Vernotico. Gli stranieri sono di varie nazionalità: Cina, Ucraina, Russia, Pakistan, Tunisia, Senegal.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400