Venerdì 05 Marzo 2021 | 15:32

NEWS DALLA SEZIONE

dati regionali
Covid in Puglia, curva contagi ancora alta: oltre 1400 casi (13,46%) e altri 19 morti: 610 nuvi contagi nel barese

Puglia, curva contagi ancora alta: 1418 casi (13,5%) e 19 morti. Vaccini, «pace» fatta tra Regione e medici di base

 
l'intesa
Puglia, firmato accordo Regione-Smi: medici di base potranno effettuare vaccinazioni anti Covid

Puglia, firmato accordo Regione-Smi: medici di base potranno effettuare vaccinazioni anti Covid

 
I dati regionali
Bari, boom produttività (+45%) Corte dei Conti nel 2020: oltre 6mila nuovi fascicoli e e condanne per 31 mln

Bari, boom produttività (+45%) Corte dei Conti nel 2020: oltre 6mila nuovi fascicoli e condanne per 31 mln

 
Serie C
Il Foggia prova a rialzare la testa: in attacco timidi segnali di luce

Il Foggia prova a rialzare la testa: in attacco timidi segnali di luce

 
Blitz della Polizia
Noicattaro, oltre 400 chili di hashish tra aglio e cipolle spagnole: in manette coniugi albanesi

Noicattaro, oltre 400 chili di hashish tra aglio e cipolle spagnole: in manette coniugi albanesi

 
la truffa
Cassano, conto «svuotato» di 94mila euro: Popolare Bari condannata a risarcire anziani emigranti

Cassano, conto «svuotato» di 94mila euro: Popolare Bari condannata a risarcire anziani emigranti

 
L'inchiesta
Giovinazzo, la «discarica» iniettava percolato sottoterra e la ditta risparmiava: 7 indagati, sequestrati 1,5 mln

Giovinazzo, la «discarica» iniettava percolato sottoterra e la ditta risparmiava: 7 indagati, sequestrati 1,5 mln

 
la minaccia
San Severo, busta con proiettili recapitata al sindaco: «Non mi lascio intimidire»

San Severo, busta con proiettili recapitata al sindaco: «Non mi lascio intimidire»

 
il blitz
Brindisi, riciclaggio e appropriazione indebita: 10 arresti all'alba

Ostuni, scacco a clan per riciclaggio e appropriazione indebita: 10 ordinanze

 

Il Biancorosso

Serie C
Gioco gol punti se l’«effetto Carrera» cambia il Bari

Gioco gol punti se l’«effetto Carrera» cambia il Bari

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaIl gesto
Vico del Gargano, bandiera Lega bruciata a ede partito: rafforzata viilanza

Vico del Gargano, bandiera Lega bruciata alla sede partito: rafforzata vigilanza

 
Lecceil festival
Sangiorgi canta a Sanremo: «4 marzo ‘43 mi ricorda mio padre»

Sangiorgi canta a Sanremo: «4 marzo ‘43 mi ricorda mio padre»

 
PotenzaL'emergenza
Potenza, inaugurazione anno giudiziario Corte dei Conti: creato ufficio «Servizio Covid-19»

Potenza, inaugurazione anno giudiziario Corte dei Conti: creato ufficio «Servizio Covid-19»

 
Brindisiil blitz
Brindisi, riciclaggio e appropriazione indebita: 10 arresti all'alba

Ostuni, scacco a clan per riciclaggio e appropriazione indebita: 10 ordinanze

 
TarantoOperazione Taros
Taranto, operazione «Taros» dei carabinieri contro la Scu: 16 arresti

Mafia, droga e voto di scambio: blitz dei Cc a Taranto, 16 arresti.
Leporano, soldi per le elezioni 2019 /Vd

 
MateraIl caso
Migranti, nel Materano al via progetti per accoglienza lavoratori

Migranti, nel Materano al via progetti per accoglienza lavoratori

 
BatL'emergenza
Covid nella BAT, oltre 200 contagi tra bimbi e ragazzi in nove comuni

Covid nella BAT, oltre 200 contagi tra bimbi e ragazzi in nove comuni

 

i più letti

trasporti

C'è il diretto Bari-Roma
però con i treni-bidone

Fs dice «sì» a Decaro ma userà i Fyra, lenti e rifiutati in Olanda

C'è il diretto Bari-Roma  però con i treni-bidone

di MASSIMILIANO SCAGLIARINI

BARI - A partire dall’orario estivo, quindi da giugno, Trenitalia istituirà il treno diretto Bari-Roma richiesto a gran voce dal sindaco del capoluogo, Antonio Decaro. Ma c’è un però. Sul collegamento ferroviario più importante della Puglia arriveranno infatti i famigerati Etr V250, veri e propri «polmoni» costruiti nel 2009, che il gruppo Fs ha dovuto prendere per motivi di politica industriale, molto più lenti degli attuali Etr 485. Insomma: i 25 minuti in meno per l’eliminazione delle fermate intermedie verranno vanificati dalla riduzione della velocità.

L’utilizzo in monoprodotto dei V250 sui collegamenti Roma-Puglia (altri esemplari sono stati destinati alla dorsale Roma-Verona) è stato messo nero su bianco nel piano industriale 2017/2026 presentato dall’ad Renato Mazzoncini, in cui si parla anche dello sviluppo di «nuovi mercati» (il treno diretto Napoli-Bari). Ma ovviamente il documento non racconta la storia di quei convogli. Costruiti da AnsaldoBreda (all’epoca di Finmeccanica, oggi venduta a Hitachi) e venduti all’Olanda e al Belgio, i treni denominati Fyra hanno circolato per appena un mese: a gennaio 2013 sono stati tolti dal servizio per gravi problemi tecnici. Pur trattandosi di elettrotreni con una velocità massima di 250 km all’ora, erano emersi problemi costruttivi.

È finita che AnsaldoBreda ha riacquistato i treni, e che a prenderseli è stata Trenitalia, dopo averli provati a partire dal 2014. Ed ecco che i Fyra - forse proprio da questa estate - sostituiranno gli Etr 485 proprio sulla Lecce-Roma-Bari.

Dando per scontato che i problemi tecnici siano stati superati, la scelta rischia però di provocare allungamenti dei tempi di percorrenza. Il perché lo spiegano i tecnici del settore. Gli Etr 485, comunemente noti come Frecciargento, permettono non solo di percorrere la tratta Caserta-Roma (che fa parte dell’alta velocità) a 250 km l’ora, ma anche di sfruttare al massimo la linea storica Lecce-Caserta grazie all’assetto cassa variabile tipico dei «pendolini», con il loro meccanismo che rende più dolci le curve e che consente di ottenere velocità medie di circa 25 km l’ora in più rispetto ai treni senza assetto variabile come appunto i Fyra (che possono andare a 250 solo sulla linea ad alta velocità).

L’introduzione del Bari-Roma diretto non è ufficiale, ma - per quanto trapela - si dovrebbe trattare di un collegamento mattutino aggiuntivo all’attuale offerta, non si sa se con origine Lecce oppure - cosa possibile - con prosecuzione oltre Roma, per Firenze. Il sindaco di Bari, Antonio Decaro, ne aveva parlato il mese scorso con Mazzoncini, ottenendo una generica disponibilità ad approfondire il tema nonostante le proteste arrivate da Foggia dove il salto della stazione viene considerato un atto di lesa maestà.

Tuttavia la novità dei Fyra pone sotto una luce problematica l’intera operazione. Che senso avrebbe, infatti, introdurre il nuovo collegamento diretto se non comportasse una sensibile riduzione degli attuali tempi di percorrenza (4 ore e 12 minuti)? L’eliminazione dei Frecciargento (che verranno destinati ai collegamenti Roma-Calabria e alla Tirrenica) comporterà un abbassamento della velocità commerciale sull’Adriatica. E dunque un allungamento di 15-20 minuti anche dei tempi di percorrenza delle corse già esistenti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Rallysta74

    23 Marzo 2017 - 08:34

    Inviterei il giornalista che ha scritto l'articolo a informarsi meglio: i Fyra non sono atti a circolare in Italia se non dopo pesanti lavori di riqualificazione, prima di fine 2018 non pensate di vederli in giro per le ferrovie italiane

    Rispondi

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie