Sabato 16 Febbraio 2019 | 18:06

NEWS DALLA SEZIONE

Serie B
Foggia, finisce 1-1 con il Padova: sfuma al 90esimo il match salvezza

Foggia, finisce 1-1 con il Padova: sfuma al 90esimo il match salvezza

 
Controlli
Corato, chiuso il Jubilee di Corato: problemi con i Vigili del fuoco

Corato, chiuso il Jubilee di Corato: problemi con i Vigili del fuoco

 
Incontri d'autore
Ex-Otago ospiti della «Gazzetta del Mezzogiorno»: segui la diretta

Ex-Otago ospiti della «Gazzetta»: rivedi la diretta

 
Il processo
Acque reflue a Torre Guaceto, assolti dirigenti Regione e Aqp

Acque reflue a Torre Guaceto, assolti dirigenti Regione e Aqp

 
L'annuncio
Tolo Tolo, il nuovo film di Checco Zalone nelle sale a Natale 2019

«Tolo Tolo», il nuovo film di Checco Zalone nelle sale a Natale 2019

 
Il caso
Autonomia, M5S Puglia: «Guai a creare cittadini di serie A e B»

Autonomia, M5S Puglia: «Guai a creare cittadini di serie A e B»

 
Controlli Nas e Asl
Lecce, farmaci e dispositivi medici scaduti in ospedale: due denunciati

Lecce, farmaci e dispositivi medici scaduti in ospedale: due denunciati

 
Denunciato
Lecce, «Sono suo nipote» e bidona due notai per prosciugare conti di anziana

Lecce, «Sono suo nipote» e bidona due notai per prosciugare conti di anziana

 
In via Temenide
Taranto, pesta convivente 22enne per gelosia: in cella un 28enne

Taranto, pesta convivente 22enne per gelosia: in cella un 28enne

 
Dal gip di Potenza
Lavello, donna di mezza età in crisi col marito amava «partner» under 18: condannata

Lavello, donna 40enne in crisi col marito amava «partner» under 18: condannata

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceVerso le elezioni
Lecce, il centrodestra ufficializza le primarie

Lecce, il centrodestra ufficializza le primarie

 
BariSanità
Medicina «narrativa» Un corso per i medici

Medicina «narrativa» Un corso per i medici

 
TarantoLa manifestazione
Taranto, anche Caparezza sostiene la fiaccolata per i bimbi morti di cancro

Taranto, anche Caparezza sostiene la fiaccolata per i bimbi morti di cancro

 
MateraIl caso
matera bari

Matera, svaligiavano appartamenti: in manette 3 ladri baresi

 
BatDavanti al porto
Trani, anziana in acqua: soccorsa in tempo, rischiava assideramento

Trani, anziana in acqua: soccorsa in tempo, rischiava assideramento

 
BrindisiAi domiciliari
Cocaina e 1700 euro in tasca: un arresto a San Donaci

Cocaina e 1700 euro in tasca: un arresto a San Donaci

 
PotenzaDal gip di Potenza
Lavello, donna di mezza età in crisi col marito amava «partner» under 18: condannata

Lavello, donna 40enne in crisi col marito amava «partner» under 18: condannata

 
FoggiaSfiducia al sindaco
San Giovanni Rotondo, al Comune arriva il commissario

San Giovanni Rotondo, al Comune arriva il commissario

 

allarme xylella

Denunciato vivaista brindisino
esportava piante
senza regolare «passaporto»

vivaio piante

SAN VITO DEI NORMANNI (BRINDISI) - Un vivaista di Ostuni (Brindisi) è stato denunciato per diffusione colposa di malattie delle piante nel corso di controlli del Corpo forestale dello stato per il contrasto alla diffusione della 'Xylella fastidiosà, il batterio-killer degli ulivi.
Durante un accertamento programmato fra le bancarelle di San Vito dei Normanni sono state trovate, esposte per la vendita, 45 piante (di cui 15 di ulivo, oltre ad oleandri, ciliegi, amarena e rosmarino), non accompagnate dal prescritto 'passaportò, obbligatorio per le specie potenziali portatrici di patogeni da infezione, come l’ulivo, per la Xylella. Il rivenditore, peraltro, è risultato non potesse ottenere il rilascio di passaporto, in quanto non iscritto alla Regione Puglia quale esercente l’attività vivaistica. Per questo motivo, oltre ad essere sanzionato al pagamento di 5.000 euro, è stato denunciato.
E’ in vigore un divieto assoluto di commercializzazione di piante ospiti della Xylella, fra cui soprattutto l’olivo, all’interno delle zone infette, a meno che le piante non siano state prodotte in ambiente ermetico e sterile e movimentate nelle stesse condizioni, certificate dai servizi fitosanitari regionali, condizione necessaria per il rilascio del 'passaporto delle piantè.
I forestali hanno proceduto quindi al sequestro delle piante e, con la collaborazione degli ispettori fitosanitari dell’ufficio provinciale agricoltura di Brindisi della Regione Puglia, a certificarne la distruzione, che è avvenuta in un’area predisposta messa a disposizione dall’Arif (Agenzia regionale per le risorse irrigue e forestali).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400