Martedì 22 Gennaio 2019 | 09:24

NEWS DALLA SEZIONE

Gli sprechi
Nuova sede Regione, chiusa indagine Gdf su plafoniere d'oro: danno da 600mla euro

Nuova sede Regione, chiusa indagine Gdf su plafoniere d'oro: danno da 600mila€

 
L'inchiesta di Lecce
Mazzette ai magistrati di Trani, imprenditore non risponde. Avvocatessa: estranea ai fatti

Mazzette ai magistrati di Trani, imprenditore non risponde. Avvocatessa: estranea ai fatti

 
La decisione
Regionali, centrosinistra ai gazebo il 24 febbraio per il candidato presidente

Regionali, centrosinistra ai gazebo il 24 febbraio per il candidato presidente

 
Dl semplificazioni
Xylella, il Governo: chi non abbatte gli alberi ammalati rischia il carcere

Xylella, il Governo: chi non abbatte gli alberi ammalati rischia il carcere

 
Il concorso di idee
Bari, ecco il progetto della costa sud. Decaro: la sfida dei prossimi 10 anni

Bari, ecco il progetto della costa sud. Decaro: la sfida dei prossimi 10 anni
Sisto (FI): bufala storica

 
Il caso
Brindisi, macchia scura nelle acque del Porto: al via i controlli

Brindisi, macchia scura nelle acque del Porto: al via i controlli

 
Nel pomeriggio
A fuoco bus pieno di studenti, panico a San Pacrazio Salentino

A fuoco bus pieno di studenti, panico a San Pacrazio Salentino: nessun ferito

 
Operazione Pandora
Mafia a Bari, a processo 100 affiliati dei clan Diomede-Mercante e Capriati

Bari, a processo 100 affiliati dei clan Diomede-Mercante e Capriati

 
A Miggiano
Lecce, cade dal tetto di un capannone industriale: morto 72enne

Lecce, cade dal tetto di un capannone: morto 72enne

 
In meno di 24 ore
Ex Ilva, arrivano le prime 600 firme per l'esposto contro emissioni

Ex Ilva, arrivano le prime 600 firme per l'esposto contro emissioni

 
Il ritrovamento
Foggia, trovata carcassa delfino in spiaggia: scattano le indagini Asl

Foggia, trovata carcassa delfino in spiaggia: scattano le indagini Asl

 

mercoledì la cerimonia

Banfi-nonno Libero diventa
cittadino onorario di Bari

Lino Banfi

di NINNI PERCHIAZZI

BARI - Le chiavi della città a «nonno Libero» in occasione dei suoi ottanta anni. Un riconoscimento per il quale Lino Banfi (nella foto grande qui sopra) deve ringraziare il sindaco di Bari, Antonio Decaro, che ha deciso di premiare anni di carriera e il ruolo maturato negli anni dall'attore nativo di Andria e ambasciatore della Terra di Bari e di tutta la Puglia.
La cerimonia si terrà durante il congresso nazionale dell'Anci (Associazione nazionale dei Comuni italiani), in programma nel capoluogo pugliese la settimana prossima dal mercoledì 12 a sabato 15, nella splendida cornice del Petruzzelli dove sarà trasmessa una mini rassegna dei film interpretati dal celebre «allenatore nel pallone».

«Abbiamo pensato al Petruzzelli dove tutti i sindaci d'Italia potranno omaggiare l'arte e la bravura di nonno Libero, il nonno d'Italia che ha appena compiuto ottanta anni», spiega il primo cittadino di Bari. E replica a chi obietta che il protagonista di molteplici «B movie» in voga negli anni '70-'80 non è proprio di Bari. «Lo so che rischiamo di litigare con i sindaci di Andria, dove è nato Banfi, e di Canosa, dove è vissuto, ma loro finora non ci hanno pensato, per cui noi siamo orgogliosi di avere un cittadino onorario come Lino», sostiene Decaro, che poi svela com'è nata l'idea di premiare l'attore.
«Ha compiuto ottanta anni (nella scorsa primavera, ndr) e a novembre riprende in televisione la fiction di nonno Libero, così abbiamo deciso di omaggiare l'attore», dice ancora il sindaco, che non ha mai conosciuto di persona Banfi. «Purtroppo non sono riuscito a incontrarlo, dovevo andare a Lecce (al Festival del cinema europeo, ndr) ma non ce l'ho fatta. L'ho solo sentito al telefono, mi ha detto: “Questo sindaco di Bari mi sembra proprio un bravo raghezzo"».
Per Banfi, al secolo Pasquale Zagaria, si tratta del secondo riconoscimento nell'arco di pochi mesi, dopo aver ricevuto nei mesi scorsi, a Lecce, l'Ulivo d'oro alla carriera.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400