Mercoledì 21 Novembre 2018 | 16:37

NEWS DALLA SEZIONE

L'inchiesta
Aquarius, sequestro preventivo al porto di Brindisi. Patroni Griffi: «Equivoco»

Aquarius, sequestro preventivo al porto di Brindisi. Patroni Griffi: «Equivoco»

 
Usura a San Girolamo
Denaro in prestito a donna con un tasso del 650%, arrestata coppia barese

Denaro in prestito a donna con un tasso del 650%, arrestata coppia barese

 
Vicino al San Nicola
Bari, sesso con minori: chieste condanne per un insegnante e un pasticcere

Bari, sesso con minori: chieste condanne per un insegnante e un pasticcere

 
Le dichiarazioni
Giornalisti, FNSI: «Di Maio e M5S scimmiottano Trump, sono contro eliminazione precari»

Giornalisti, FNSI: «Di Maio e M5S scimmiottano Trump, sono contro eliminazione precari»

 
40 associazioni
Decreto sicurezza, a Bari raccolte 500 firme contro Salvini

Decreto sicurezza, a Bari raccolte 500 firme contro Salvini

 
La conferenza stampa
Unicef a Taranto, epidemiologo: «I bambini mangiano e respirano diossina»

Unicef a Taranto, epidemiologo: «I bambini mangiano e respirano diossina»

 
L'intervista
Sindaco Salerno: «Non giudico scelta di Polignano, da noi luminarie gratis» FOTO

Sindaco Salerno: «Non giudico scelta di Polignano, da noi luminarie gratis» FOTO

 
Il caso
Scommesse a Bari: 10 milioni di euro dei Martiradonna nascosti alle Antille

Scommesse a Bari: 10 milioni di euro dei Martiradonna nascosti alle Antille

 
Il caso
Canapa "light", a Taranto scattano i sequestri

Canapa "light", a Taranto scattano i sequestri

 
Le decisioni
Tap, la perizia: «Opera non assoggettata alla direttiva Seveso su siti a rischio»

Gasdotto, la perizia: «Non vale Direttiva Seveso». No Tap preoccupati

 
A Foggia
L'ex moglie ha un compagno, lui minaccia lei e la figlia con l'acido

L'ex moglie ha un compagno, lui minaccia lei e la figlia con l'acido

 
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

Istituto superiore sanità

Monitoraggio diossine-Pcb
in latte materno a Taranto

Monitoraggio diossine-Pcb in latte materno a Taranto

TARANTO - L’Asl di Taranto ha aderito al Programma dell’Istituto Superiore di Sanità «Studio di Monitoraggio di policlorodibenzodiossine (PCDD), policlorodibenzofurani (PCDF) e policlorobifenili (PCB) nel latte materno di donne residenti a Taranto e provincia». Il progetto, che rientra nelle misure sanitarie previste dalla prescrizione 93 dell’Aia dell’Ilva di Taranto, è sotto la responsabilità scientifica dell’Istituto Superiore di Sanità. Sarà compito dell’ISS effettuare tutte le analisi tossicologiche.

I risultati della ricerca, è stato spiegato nel corso di un incontro tecnico - operativo che si è svolto nell’auditorium del Padiglione Vinci a Taranto, saranno presentati alle donne e agli stakeholders al termine dello studio da Istituto superiore della sanità e Asl di Taranto.

La stessa Azienda sanitaria locale sarà impegnata nell’arruolamento, secondo i criteri di inclusione previsti dallo studio, di 60 -80 donne residenti a Taranto e Statte e di 60 - 80 donne residenti nell’area di controllo (ovvero i comuni a distanza superiore ai 30 km da Taranto, quali Laterza, Ginosa, Castellaneta, Martina Franca, Manduria ed Avetrana. Il coordinamento operativo sul territorio è affidato al Dipartimento di Prevenzione.

«Il dato nazionale relativo all’allattamento al seno esclusivo - spiega l’Asl - vede la regione Puglia agli ultimi posti a livello nazionale, un dato che diventa ancor più problematico per la provincia di Taranto. In considerazione di ciò l’Asl di Taranto attraverso la Struttura Complessa di Neonatologia dell’Ospedale di Taranto ha già, da tempo posto in essere, azioni per migliorare le performances nella promozione del latte materno avendo adottato il modello del «Rooming in" associato al «Nido aperto», che è il miglior modo per favorire la costituzione di una triade madre-padre-neonato»

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400