Lunedì 27 Gennaio 2020 | 03:15

NEWS DALLA SEZIONE

Il voto
Regionali Calabria

Regionali, in Calabria vince l'azzurra Santelli con oltre 20 punti di distacco su Callipo. I dati

 
Lo scrutinio
Emilia Romagna, confronto tra Borgonzoni Bonaccini

Regionali, in Emilia Romagna Bonaccini accarezza la vittoria nella notte. Lega e Pd oltre il 30%. «Scomparso il M5S»
Guarda i dati ufficiali

 
27 gennaio
Shoah in Puglia. Loizzo: «Ricordare è un valore»

Shoah in Puglia. Loizzo: «Ricordare è un valore»

 
La tragedia
San Severo, muore travolto da auto sulla statale 16

San Severo, muore travolto da auto sulla statale 16

 
Aggressione
Bari, autista Amtab picchiato: aveva chiesto a due ragazzi di non fumare sull'autobus

Bari, autista Amtab picchiato: aveva chiesto a due ragazzi di non fumare sull'autobus

 
Trasporti
Via libera al tunnel dell’Irpinia per unire Bari con Napoli

Via libera al tunnel dell’Irpinia per unire Bari con Napoli

 
Ambiente
Meno rifiuti sulle spiagge della Puglia: soprattutto bottiglie di plastica e reti per mitili

Meno rifiuti sulle spiagge della Puglia: soprattutto bottiglie di plastica e reti per mitili

 
La storia
L'amore di Liliana Segre per un marito conservatore: parla il figlio Alberto

L'amore di Liliana Segre per un marito conservatore: parla il figlio Alberto

 
Centrosinistra
Puglia, lite sui soldi delle primarie: casse vuote. Amati: così si annulla tutto

Puglia, lite sui soldi delle primarie: casse vuote. Amati: così si annulla tutto

 
Attentato
San Severo, il racket dei rifiuti: incendio distrugge 23 mezzi azienda raccolta.

San Severo, il racket dei rifiuti: incendio distrugge 25 mezzi azienda raccolta

 
Una 50enne romena
Ostuni, botte e parolacce alla nonnina 90enne sul girello: in cella badante

Ostuni, botte e parolacce alla nonnina 90enne sul girello: in cella badante

 

Il Biancorosso

23ma Giornata serie C
Bari in casa Reggina per riaprire la corsa al primato

Bari in casa Reggina per riaprire la corsa al primato. Alle 15 la diretta

 

NEWS DALLE PROVINCE

BatESERCITO
Barletta, tutti di corsa per la "Toro Ten"1.300 partecipano alla gara con le stellette

Barletta, tutti di corsa per la «Toro Ten»
1.300 partecipano alla gara con le stellette

 
HomeLa tragedia
San Severo, muore travolto da auto sulla statale 16

San Severo, muore travolto da auto sulla statale 16

 
HomeAggressione
Bari, autista Amtab picchiato: aveva chiesto a due ragazzi di non fumare sull'autobus

Bari, autista Amtab picchiato: aveva chiesto a due ragazzi di non fumare sull'autobus

 
TarantoL'inchiesta
Taranto, falsi steward allo stadio: chiesto giudizio per 68

Taranto, falsi steward allo stadio: chiesto giudizio per 68

 
BrindisiIn piazza
Mesagne, picchia il figlio minore e aggredisce i Cc: in manette 50enne

Mesagne, picchia il figlio minore e aggredisce i Cc: in manette 50enne

 
PotenzaCittà europea dello sport 2021
Potenza, quando Donato Sabia ci portò alle Olimpiadi: il video saluto

Potenza, quando Donato Sabia ci portò alle Olimpiadi: il video saluto

 
LecceIl video
San Cataldo, sulla spiaggia di Frigole ecco che spunta una foca monaca

San Cataldo, sulla spiaggia di Frigole ecco che spunta una foca monaca

 
MateraSolidarietà
«Matera cibus», raccolti 350 quintali di eccedenze alimentari

«Matera cibus», raccolti 350 quintali di eccedenze alimentari

 

i più letti

Brindisi

«Sindaca, chieda riesame
Aia per la centrale Enel»

dati preoccupanti in 7 comuni Il movimento «Brindisi Bene Comune» torna alla carica

 «Sindaca, chieda riesame Aia per la centrale Enel»

«L’ultimo studio epidemiologico conferma che il carbone uccide: è ora di fermarlo».

Torna alla carica il movimento Brindisi Bene Comune in tema di tutela della salute e dell’ambiente nel territorio cittadino. «Nel recente convegno mondiale di epidemiologia a Roma - affermano Riccardo Rossi e Giuseppe Cellie - sono stati presentati i primi risultati dei lavori condotti da Arpa, Asl Brindisi, Ares e Dipartimento Epidemiologia del Lazio (coordinati dal prof. Francesco Forastiere, uno dei massimi esperti nel settore) sugli effetti sanitari a lungo termine dell’esposizione al particolato atmosferico emesso dalle tre centrali termoelettriche a Brindisi. I risultati sono la conferma di un quadro di eccezionale gravità: nei sette comuni dell’area a rischio di Brindisi, una popolazione di circa 230.000 abitanti, nel periodo di osservazione tra il 2001 e il 2013 si nota un incremento della mortalità dell’8% per tutte le cause di tumore, con punte dell’11% per il tumore del pancreas, del 16% per tumori alla vescica e del 12% per malattie respiratorie. Inoltre, vi è un eccesso di mortalità dell’11% per infarto cardiaco. Non sono solo numeri, sono donne ed uomini, bambini ed anziani, che muoiono nei 7 comuni dell’area a rischio composta da Brindisi, Carovigno, Cellino, Mesagne, San Pietro, San Vito e Torchiarolo. Un tributo altissimo pagato da innocenti in questi anni».

«Lo studio - proseguono - è finanziato dalla Regione Puglia che quindi, in conseguenza dei risultati ottenuti, deve giungere a provvedimenti conseguenti, chiedendo la fine della combustione del carbone. Questo studio arricchisce il quadro di epidemiologico dell’area di Brindisi, giungendo dopo quello effettuato dal prof. Latini sull’eccesso di malformazioni neonatali congenite, in particolare quelle cardiache in eccesso del 50% sulla media europea, e dopo quello dei ricercatori del Cnr che attribuiscono da 7 a 44 morti nel 2006, l’anno preso in considerazione, i morti dovuti alle emissioni della centrale di Cerano. Facciamo notare che tutti questi studi evidenziano un'altra verità che in tanti cercano di nascondere: che le emissioni di particolato sono nei limiti di legge ma ciò non è sufficiente per proteggere la salute dei cittadini. L’esposizione a lungo termine anche per emissioni inferiori ai limiti incrementa la mortalità. Questo è ormai un dato scientifico inconfutabile e supportato da una grandissima letteratura scientifica».

Ed ancora: «È evidente - dichiarano ancora Rossi e Cellie - che questo quadro di assoluta emergenza sanitaria impone un’unica soluzione: fermare il carbone, fermare le emissioni che uccidono innocenti in nome di un profitto per le grandi multinazionali. Nei prossimi giorni, all’avvio dei lavori della commissione ambiente, chiederemo l’audizione pubblica degli autori dell’ultimo studio per esporre a tutte le forze politiche e ai cittadini il quadro epidemiologico e chiederemo in un prossimo consiglio comunale che la sindaca chieda con forza il riesame dell’Aia per la centrale Enel, tuttora in corso, per una valutazione dell’impatto sanitario delle emissioni autorizzate, al fine di evidenziare la loro incompatibilità con la salvaguardia della salute umana. Da questi dati emerge anche non più rinviabile un intervento della sindaca presso l’Asl per definire un quadro di interventi pubblici per la prevenzione primaria e per le cure e prevenzione secondaria. Inoltre - concludono - chiederemo alla sindaca di avviare immediatamente un tavolo con governo nazionale e regionale per arrivare subito alla fine della combustione del carbone con una riprogrammazione delle attività energetiche in grado di salvaguardare i livelli occupazionali».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie