Venerdì 26 Aprile 2019 | 12:08

NEWS DALLA SEZIONE

Turismo sportivo
Castellaneta Urban Trail: la corsa il 4 e 5 maggio alla scoperta del canyon di Puglia

Castellaneta Urban Trail: la corsa il 4 e 5 maggio alla scoperta del canyon di Puglia

 
Nessun ferito
Bisceglie, spara contro carabinieri durante un controllo: fermato

Bisceglie, spara contro carabinieri durante un controllo: fermato

 
È ancora minorenne
Violentata per 9 anni dal papà e dal nonno: orrore nel Potentino

Violentata per 9 anni dal papà e dal nonno: orrore nel Potentino

 
Università
Appelli, tasse e orari di ricevimento: nasce l'app MyUniba, tutte le informazioni sul telefonino

Appelli, tasse e orari di ricevimento: nasce l'app MyUniba, tutte le informazioni sul telefonino

 
I festeggiamenti
San Nicola: anche 20 anni fa le Frecce Tricolori saltarono la festa

San Nicola: anche 20 anni fa le Frecce Tricolori saltarono la festa

 
Il festival
Bif&st, domani a Bari si parte con l'omaggio a Morricone

Bif&st, domani a Bari si parte con l'omaggio a Morricone

 
L'operazione
Lecce, la Dia sequestra un milione di euro di beni a due pregiudicati

Lecce, la Dia sequestra un milione di euro di beni a due pregiudicati

 
Nel foggiano
Incendio in baracca a Borgo Mezzanone: morto cittadino straniero

Incendio in baracca a Borgo Mezzanone: muore carbonizzato 26enne gambiano
Salvini: «Via grandi insediamenti»

 
Lega Pro
Bari, contro il Rotonda sarà festa promozione

Bari, contro il Rotonda sarà festa promozione

 
Il protocollo
Uffici giudiziari nelle ex Casermette di Bari: verso l'intesa

Uffici giudiziari nelle ex Casermette di Bari: verso l'intesa
Bagarre Sisto-Decaro

 
Iniziativa nel salento
Ospedale di Scorrano, il reparto di Pediatria si colora con le luminarie

Ospedale di Scorrano, il reparto di Pediatria si colora con le luminarie

 

Il Biancorosso

L'ALLENATORE
"La vittoria più bella? Quella ad Acireale"Cornacchini: "Le difficoltà ci saranno sempre"

"La vittoria più bella? Quella ad Acireale"
Cornacchini: "Le difficoltà ci saranno sempre"

 

NEWS DALLE PROVINCE

BrindisiA francavilla fontana
In casa merce rubata e 2 pincher denutriti: denunciata coppia

In casa merce rubata e 2 pincher denutriti: denunciata coppia

 
GdM.TVNel barese
Scarafaggi in mulino ad Altamura, sequestrate 16 tonnellate di prodotti

Scarafaggi in mulino ad Altamura, sequestrate 16 tonnellate di prodotti

 
BatNessun ferito
Bisceglie, spara contro carabinieri durante un controllo: fermato

Bisceglie, spara contro carabinieri durante un controllo: fermato

 
PotenzaÈ ancora minorenne
Violentata per 9 anni dal papà e dal nonno: orrore nel Potentino

Violentata per 9 anni dal papà e dal nonno: orrore nel Potentino

 
LecceIl provvedimento
Lecce, prime multe per rifiuti organici nei sacchi di plastica

Lecce, prime multe per rifiuti organici nei sacchi di plastica

 
FoggiaNel foggiano
Incendio in baracca a Borgo Mezzanone: morto cittadino straniero

Incendio in baracca a Borgo Mezzanone: muore carbonizzato 26enne gambiano
Salvini: «Via grandi insediamenti»

 
TarantoAmbiente ferito
Ex Ilva, mamma ragazzo morto di cancro: «Non stringo la mano a Di Maio»

Ex Ilva, mamma ragazzo morto di cancro: «Non stringo la mano a Di Maio»

 
MateraIn fiamme
Matera, divampa un incendio ferito un carabiniere

Matera, divampa un incendio ferito un carabiniere

 

viabilità a trani

Strisce pedonali scolorite
cittadina le «ridipinge»

trani, strisce pedonali fai da te

TRANI - Nel momento in cui i cittadini si sostituiscono alle istituzioni nel realizzare alcuni servizi pubblici, si intuisce che qualcosa si stia incrinando nel rapporto di fiducia con chi è preposto al governo della cosa pubblica.
Ieri mattina, in corso Vittorio Emanuele, la strada in assoluto più centrale e trafficata di Trani, una donna ha dipinto con una bomboletta spray, a mano libera, le strisce pedonali rimaste cancellate lungo un attraversamento all’altezza dell’incrocio con via Margherita di Borgogna. La sua inconsueta attività ha destato la curiosità di molti passanti, alcuni dei quali non hanno esitato a commentare in maniera persino spiritosa quanto stava accadendo sotto i loro occhi, ben guardandosi peraltro dal dare una mano.

Quel che bisogna chiedersi è perché la cittadina sia arrivata a questo punto: si era rivolta al Comune per sollecitare un intervento, che non c’è stato? Ha rischiato di essere investita da un’auto, o magari lo è stata davvero? O, semplicemente, s’è posta un problema nell’interesse pubblico, cercando di risolverlo a modo suo piuttosto che aspettare un’improbabile Godot, parafrasando Samuel Beckett? La risposta è in quelle sue strisce, tracciate alla meno peggio, decisamente difformi rispetto quelle tuttora resistenti ai margini della strada, perché non calpestate dalle auto, ma che rappresentano proprio quello spazio vuoto che le istituzioni non dovrebbero mai lasciare.
Peraltro, proprio l’amministrazione comunale in carica, del sindaco Amedeo Bottaro, ha sempre invitato i cittadini a dare il loro contributo e ha già fondato, o sta fondando tuttora, alcuni suoi interventi, e persino successi, sull’apporto dei privati. Ma il confine fra collaborazione e supplenza si sta facendo sempre più labile, e quest’episodio, per quanto pittoresco, sembra rappresentare un campanello d’allarme.
[Nico Aurora]

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400