Venerdì 22 Marzo 2019 | 21:37

NEWS DALLA SEZIONE

Operazione Gibbanza
Bari, sentenze tributarie pilotate: sei condanne, 4 assoluzioni

Bari, sentenze tributarie pilotate: sei condanne, 4 assoluzioni

 
L'incontro
Regionali, vertice del c.sinistra a Bari: «la coalizione cerca unità». Emiliano: «Ora primarie idee»

Regionali, vertice del c.sinistra a Bari: «La coalizione cerca unità». Emiliano: «Chiamerò Vendola»

 
Il concorso
Miglior olio EVO al mondo: la Puglia sale sul podio di «Biol 2019»

Miglior olio extravergine al mondo: la Puglia sale sul podio di «Biol 2019»

 
La foto
Scritta shock contro il vicepremier a Lecce: «Non sparare a Salve, spara a Salvini»

Scritta shock contro il vicepremier a Lecce: «Non sparare a salve, spara a Salvini»

 
Ok alla legge regionale
Puglia, lupi e cinghiali raddoppiati in 10 anni. Coldiretti: «Finalmente indennizzi per i danni»

Puglia, lupi e cinghiali raddoppiati in 10 anni. Coldiretti: «Finalmente indennizzi per i danni»

 
Dopo i servizi di «Striscia»
Deliceto, percolato della discarica nel fiume: accuse di Regione e Ager

Deliceto, percolato della discarica nel fiume: accuse di Regione e Ager, violato il contratto

 
La mobilitazione
Xylella, da domani presidio permanente degli agricoltori a Lecce

Xylella, da domani presidio permanente degli agricoltori a Lecce

 
Il caso
Magistrati arrestati, Savasta chiede gli arresti domiciliari

Magistrati arrestati, l'ex pm Savasta chiede i domiciliari

 
Tragedia sfiorata
Scuolabus in fiamme a Milano, tra i carabinieri eroi anche un barese

Scuolabus in fiamme a Milano, tra i carabinieri eroi anche il barese Francesco Citarella

 
Il siderurgico
Taranto, Arcelor Mittal condannata per comportamento antisindacale

Taranto, AM condannata per comportamento antisindacale. Borraccino: «Sentenza storica»

 
L'appuntamento
Palmese - Bari: il punto con La Voce Biancorossa

Palmese - Bari: il punto con La Voce Biancorossa

 

Il Biancorosso

IL REBUS
Come sostituire Hamlili?Le soluzioni di Cornacchini

Come sostituire Hamlili?
Le soluzioni di Cornacchini

 

NEWS DALLE PROVINCE

BrindisiFino al 25 marzo
Brindisi, atti vandalici in scuola media: resterà chiusa per 4 giorni

Brindisi, atti vandalici in scuola media: resterà chiusa per 4 giorni

 
HomeLa foto
Scritta shock contro il vicepremier a Lecce: «Non sparare a Salve, spara a Salvini»

Scritta shock contro il vicepremier a Lecce: «Non sparare a salve, spara a Salvini»

 
FoggiaDopo i servizi di «Striscia»
Deliceto, percolato della discarica nel fiume: accuse di Regione e Ager

Deliceto, percolato della discarica nel fiume: accuse di Regione e Ager, violato il contratto

 
BariAmbiente
Sacchetti rifiuti, in 5 comuni baresi ritiro anche con tessera sanitaria

Sacchetti rifiuti, in 5 comuni baresi si ritireranno con tessera sanitaria

 
TarantoIl siderurgico
Taranto, Arcelor Mittal condannata per comportamento antisindacale

Taranto, AM condannata per comportamento antisindacale. Borraccino: «Sentenza storica»

 
PotenzaEnergia e polemiche
Basilicata, un colpo di coda sull’eolico raddoppiata la potenza

Basilicata, un colpo di coda sull’eolico raddoppiata la potenza

 
BatIl caso
Andria, vertenza Villa Gaia accuse e polemiche a colpi di carte bollate

Andria, vertenza Villa Gaia accuse e polemiche a colpi di carte bollate

 

Magistrato brindisina Forleo a giudizio

È accusata di aver diffamato un collega della Procura in un'intervista giornalistica rilasciata a proposito di un procedimento per terrorismo internazionale
Magistrato brindisina Forleo a giudizio
Clementina Forleo VENEZIA - Il magistrato Clementina Forleo, in servizio a Milano ma originaria della provincia di Brindisi, è stata rinviata a giudizio per diffamazione nei confronti del giudice di Brescia, Roberto Spanò per alcune dichiarazioni rilasciate a "Corriere Magazine", nel settembre 2006.
Il rinvio a giudizio è stato deciso stamani dal giudice per le indagini preliminari di Venezia Giandomenico Gallo, che ha accolto l'ipotesi d'accusa avanzata dal procuratore aggiunto veneziano Michele Dalla Costa.
Il procedimento si inquadra nelle polemiche che hanno fatto seguito alla scarcerazione decisa dal giudice per le indagini preliminari Forleo di due imputati tunisini detenuti nell'ambito di un'inchiesta bresciana per terrorismo internazionale. I due - Nourredine Drissi e Kamel Ben Mouldi Hamraoui - accusati di far parte dell'organizzazione terroristica Ansar Al Islam, erano stati alcuni giorni dopo nuovamente incarcerati dal magistrato bresciano, il quale aveva espresso nel provvedimento di custodia cautelare il proprio dissenso nei riguardi delle decisioni della collega milanese. A questo dissenso avevano fatto seguito le dichiarazioni di Clementina Forleo ritenute lesive da Spanò.
Nel corso dell'udienza odierna - alla presenza del giudice Spanò ma non della collega milanese - il legale di Forleo, avv. Davide Steccanella, ha sostenuto che le affermazioni della sua assistita non erano assolutamente riferite alla decisione del magistrato bresciano, che si era ben guardata dal commentare, ma erano relative alle motivazioni espresse nel provvedimento di custodia cautelare dei due tunisini dallo stesso nei confronti del giudice precedente, la Forleo.
In particolare, nelle motivazioni, Spanò aveva, tra l'altro, definito «confuso» l'impianto di Forneo nella distinzione tra i diversi gradi di adesione a quell'organizzazione terroristica.
Nell'intervista, Forleo aveva osservato che il dissenso nei confronti del giudice precedente deve essere espresso «in modo pacato e leale», rilevando che «il collega Spanò non avrebbe scritto quelle cose se al mio posto ci fosse stato un uomo». Queste affermazioni, ha sostenuto il legale di Spanò, avv. Paolo Bissi, risultano pregiudiziali non ammissibili in un provvedimento giudiziario avente per oggetto la libertà personale degli individui.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400