Sabato 18 Gennaio 2020 | 03:48

NEWS DALLA SEZIONE

La tragedia
Ostuni, si ribalta il trattore in un canale di scolo: muore 56enne

Ostuni, si ribalta il trattore in un canale di scolo: muore 56enne

 
L'attesa
Incontro in corso a Palazzo Chigi sull'ex Ilva di Taranto

Incontro in corso a Palazzo Chigi sull'ex Ilva di Taranto

 
nel Potentino
Muro Lucano, muore avvolto dalle fiamme mentre brucia sterpaglie

Muro Lucano, muore avvolto dalle fiamme mentre brucia sterpaglie

 
La relazione Dia
Foggia, «i clan emulano la 'ndrangheta»

Foggia, «i clan emulano la 'ndrangheta»

 
nel Leccese
Infiltrazioni mafiose: in Salento sciolto comune di Scorrano

Infiltrazioni mafiose: in Salento sciolto comune di Scorrano

 
calciomercato
Lecce, Falco in bilico: emergenza senza fine

Lecce, Falco in bilico: emergenza senza fine

 
migranti
Taranto, polizia arresta lo scafista a bordo della Sea Watch 3

Taranto, polizia arresta lo scafista a bordo della Sea Watch 3

 
la procura
Bari, chiesto processo per ex giudice Bellomo: accusato anche di calunnia a Conte

Bari, chiesto processo per Bellomo: accusato anche di calunnia a Conte

 
il sindacato
Regione, per la prima volta presidenza RSU a un autonomo

Regione, per la prima volta presidenza RSU a un autonomo

 
nel Barese
Toritto, auto del sindaco bruciata nella notte: indagano i cc

Toritto, auto del sindaco bruciata nella notte: indagano i cc

 

Il Biancorosso

mercato
Ancora nessun botto: il Bari col freno tirato

Ancora nessun botto: il Bari col freno tirato

 

NEWS DALLE PROVINCE

BrindisiLa tragedia
Ostuni, si ribalta il trattore in un canale di scolo: muore 56enne

Ostuni, si ribalta il trattore in un canale di scolo: muore 56enne

 
TarantoA Taranto
«ArcelorMittal», monta la protesta degli autotrasportatori

«ArcelorMittal», monta la protesta degli autotrasportatori

 
PotenzaLa relazione Dia
In Basilicata aumentano i tentativi di «infiltrare» l’economia legale

In Basilicata aumentano i tentativi di «infiltrare» l’economia legale

 
Leccenel Leccese
Infiltrazioni mafiose: in Salento sciolto comune di Scorrano

Infiltrazioni mafiose: in Salento sciolto comune di Scorrano

 
Barila procura
Bari, chiesto processo per ex giudice Bellomo: accusato anche di calunnia a Conte

Bari, chiesto processo per Bellomo: accusato anche di calunnia a Conte

 
Batnel nordbarese
Bisceglie, petardo esplode davanti farmacia ex europarlamentare Silvestris: si indaga

Bisceglie, petardo esplode davanti farmacia ex europarlamentare: si indaga

 
MateraIl caso
Metaponto, nel portafogli aveva 53 pasticche «da stupro»: denunciato

Metaponto, nel portafogli aveva 53 pasticche «da stupro»: denunciato

 

i più letti

arrivano le multe

Ceglie, «sporcaccioni»
beccati dalle telecamere

rifiuti abusivi

CEGLIE - Sorridi, sei sulla foto-trappola. Gli sporcaccioni non hanno più vita facile a Ceglie Messapica e, a poche ore dall’installazione nell’agro dei nuovi dispositivi, fioccano già le prime denunce per i cittadini incivili che hanno violato l’ordinanza che vieta l’abbandono indiscriminato di rifiuti, anche ingombranti, nelle campagne. Sono, decine, infatti, i fotogrammi a disposizione delle autorità competenti che permetteranno di risalire ai trasgressori che rischiano multe dai 300 euro ai 3 mila euro.
Adeguatamente nascoste, le foto-trappole immortalano chiunque abbia preso le vie delle zone rurali per discariche personali dove accatastare di tutto, dai materassi, a mobili o televisori. I dispositivi mobili stanno facendo il loro dovere fino in fondo, fotografando e filmando gli sporcaccioni all’opera. Un sistema che permette di svolgere un lavoro efficace. Le prove raccolte in queste prime ore sono schiaccianti: autoveicoli, targhe e altri dettagli che permetteranno d’inchiodare i trasgressori alle proprie responsabilità in maniera inequivocabile.

Dà, così, i primi frutti il potenziamento del servizio di monitoraggio del territorio annunciato, nei giorni scorsi, dall’Assessore all’Ambiente Antonello Laveneziana, che vede lavorare in sinergia il Comando di Polizia Locale ed il Corpo Forestale dello Stato, che ha già effettuato un consistente numero di sanzioni, contro chi abbandona in maniera indiscriminata rifiuti di qualsiasi genere e, comunque, fuori dai contenitori appositamente predisposti o con modalità diverse da quelle stabilite dal vigente servizio di raccolta. Inoltre, per venire incontro alle numerose richieste dei cittadini, a partire da oggi e fino al 7 luglio, è stato potenziato ulteriormente il servizio “ritiro ingombranti” con una raccolta eccezionale e intensa di tutti quelli presenti sul territorio. Per il ritiro gratuito a domicilio degli ingombranti si possono contattare i seguenti numeri: 800/405633 e 0831/984654 dal lunedì al venerdì dalle ore 8.00 alle 18.30. [a. galetta]

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie