Venerdì 26 Aprile 2019 | 00:04

NEWS DALLA SEZIONE

Lega Pro
Bari, contro il Rotonda sarà festa promozione

Bari, contro il Rotonda sarà festa promozione

 
Il protocollo
Uffici giudiziari nelle ex Casermette di Bari: verso l'intesa

Uffici giudiziari nelle ex Casermette di Bari: verso l'intesa
Bagarre tra Sisto e Decaro

 
Iniziativa nel salento
Ospedale di Scorrano, il reparto di Pediatria si colora con le luminarie

Ospedale di Scorrano, il reparto di Pediatria si colora con le luminarie

 
25 aprile
Bari, lectio magistralis di Canfora in piazza: fascismo mai morto

Bari, lectio magistralis di Canfora in piazza: fascismo mai morto

 
Verso le Europee
Bari, l'imprenditore «made in Cina»: dal Sud ponte verso Ue e Oriente

Bari, l'imprenditore «made in Cina»: dal Sud ponte verso Ue e Oriente

 
Islam e politica
«Musulmani schierati a sinistra? Un errore: sono identitari e sovranisti»

«Musulmani schierati a sinistra? Un errore: sono identitari e sovranisti»

 
La polemica
Arpal, Cassano: basta processi preventivi ora denuncio. Dit: invito a nozze

Arpal, Cassano: basta processi preventivi ora denuncio. Dit: invito a nozze

 
Il caso
San Nicola, fai una grazia per le Frecce Tricolori!

San Nicola, fai una grazia per le Frecce Tricolori!

 
La decisione
Maresciallo ucciso, San Severo gli intitola una piazza

Maresciallo ucciso, San Severo gli intitola una piazza

 
Dai Carabinieri
Ricatti a luci rosse e truffe on line su cuccioli: denunciato nel Brindisino

Ricatti a luci rosse e truffe on line su cuccioli: denunciato nel Brindisino

 
L'intervista
Di Maio alla «Gazzetta»: ecco il nostro progetto per Taranto, basta emergenze

Di Maio alla «Gazzetta»: ecco il nostro progetto per Taranto, basta emergenze

 

Il Biancorosso

L'ALLENATORE
"La vittoria più bella? Quella ad Acireale"Cornacchini: "Le difficoltà ci saranno sempre"

"La vittoria più bella? Quella ad Acireale"
Cornacchini: "Le difficoltà ci saranno sempre"

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceSalento
Melpignano, Francesco Guccini inaugura Palazzo Marchesale

Melpignano, Francesco Guccini nel giardino del palazzo Marchesale tra musica e parole

 
BariIl protocollo
Uffici giudiziari nelle ex Casermette di Bari: verso l'intesa

Uffici giudiziari nelle ex Casermette di Bari: verso l'intesa
Bagarre tra Sisto e Decaro

 
BrindisiIl concerto
Negrita ad agosto a Francavilla F.na, unica tappa in Puglia

Negrita ad agosto a Francavilla F.na, unica tappa in Puglia

 
FoggiaOperazione dei Cc
Cagnano Varano, pistola e cartucce in masserie e droga: tre arresti

Cagnano Varano, pistola e cartucce in masserie e droga: tre arresti

 
PotenzaLa situazione
Lo sblocca cantieri è inutile per le incompiute lucane

Lo sblocca cantieri è inutile per le incompiute lucane

 
BatL'appuntamento
Barletta, il 4 maggio «TedX Terra»: relatori d'eccezione

Barletta, il 4 maggio «TedX Terra»: relatori d'eccezione

 
TarantoAmbiente ferito
Ex Ilva, mamma ragazzo morto di cancro: «Non stringo la mano a Di Maio»

Ex Ilva, mamma ragazzo morto di cancro: «Non stringo la mano a Di Maio»

 
MateraIn fiamme
Matera, divampa un incendio ferito un carabiniere

Matera, divampa un incendio ferito un carabiniere

 

in arrivo a castelmezzano

Paralizzati per un incidente
ma in viaggio per l'Italia

Danilo e Luca

Danilo e Luca

Il loro viaggio in carrozzina farà tappa in Basilicata il 25 e 26 giugno a Matera e Castelmezzano. I protagonisti sono Danilo Ragona e Luca Paiardi, di 37 e 38 anni. Sono disabili da quando nel ’99, a poco più di 20 anni, il loro percorso è stato segnato da un incidente stradale che li ha costretti su una sedia a rotelle. Se per molti l’essere paralizzati dalla vita in giù significa «la fine» di qualcosa, Danilo e Luca hanno deciso e voluto fortemente che quell’incidente rappresentasse invece per loro «un inizio».
L’inizio di una vita diversa ma ugualmente intensa, ricca, emozionante. Perché vivere (e non sopravvivere) con una disabilità è possibile, perché anche su una carrozzina si può lavorare, fare sport, viaggiare, innamorarsi di luoghi e persone, conoscere, incontrare, imparare.

Dallo scorso 6 giugno Danilo e Luca sono i protagonisti di un viaggio avventuroso che li sta portando in giro per l’Italia: 30 giorni, 30 tappe, 30 appuntamenti, ogni tappa è una scoperta di un territorio, un’impresa ma anche un’occasione di incontro, confronto, speranza, evoluzione.
Durante il percorso Danilo e Luca giocano a tennis, volano in parapendio, navigano in barca a vela e kayak, vanno a cavallo, fanno rafting, snorkeling e sci nautico. A Castelmezzano proveranno l’esperienza del volo dell’angelo. Gli sport, anche quelli estremi, diventano strumento di conoscenza di sé e degli altri.
«Viaggio Italia», così hanno battezzato la loro vacanza, è anche un messaggio di speranza: un viaggio all’interno delle Unità Spinali degli ospedali, dove si inizia a capire come riprendere a vivere. È occasione di incontro e di racconto per abbattere barriere e tabù e creare una cultura della disabilità.

«Viaggio Italia» è un viaggio di rinascita, di amicizia, di coraggio e di orgoglio. Ma è anche un viaggio di cuore. Perché Danilo e Luca sanno che anche se la vita li ha messi difronte a prove dure, loro sono stati fortunati e c’è chi, come Danilo Neri, non ha nemmeno la possibilità di viaggiare. Danilo Neri è un ragazzo innamorato della vita che l’11 agosto 1998, all’età di diciassette anni, a causa di un tuffo andato male, è rimasto paralizzato con una grave tetraplegia. Danilo avrebbe voluto partire con i nostri viaggiatori, pur consapevole della fatica e delle difficoltà che durante il lungo viaggio avrebbe dovuto affrontare. D’altronde – come dice lui stesso – «lo scopo della vita è vivere e vivere significa essere consapevoli, gioiosamente, divinamente, serenamente e con ebbrezza».
Purtroppo il costoso mezzo che gli avrebbe permesso di seguire i ragazzi è ormai vecchio e rotto e ha dovuto rinunciare. Per ora segue Viaggio Italia da casa sua, grazie ad un pc a comando oculare che gli permette di essere sempre connesso. Ma la prossima volta deve assolutamente partire. E allora Danilo Ragona e Luca Paiardi hanno promosso una raccolta fondi, per comprare un nuovo furgone e aiutare Danilo Neri a ricominciare a viaggiare. L’obiettivo sono 34.000 euro, e con l’aiuto di tutti si può raggiungere. Per donare direttamente basta collegarsi a www.lmheroes.org/it/project/viaggio-italia/4/detail/.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400