Mercoledì 21 Novembre 2018 | 11:05

NEWS DALLA SEZIONE

A Foggia
L'ex moglie ha un compagno, lui minaccia lei e la figlia con l'acido

L'ex moglie ha un compagno, lui minaccia lei e la figlia con l'acido

 
A poggiofranco nella notte
Bari, moto contro auto: muore centauro 24enne, donna al volante arrestata

Bari, moto contro auto: muore centauro 24enne, donna al volante arrestata

 
A Montescaglioso (Mt)
Nel suo terreno nascondeva gabbia per catturare animali selvatici, denunciato

Nel suo terreno nascondeva gabbia per catturare animali selvatici, denunciato

 
Il decreto
Elezioni regionali, in Basilicata si vota il 26 maggio 2019

Elezioni regionali, in Basilicata si vota il 26 maggio 2019

 
La decisione
Taranto, sindaco Melucci ritira le dimissioni

Taranto, il sindaco Melucci ci ripensa e ritira le dimissioni

 
Inchiesta conclusa
Bari calcio, pm chiede archiviazione per Giancaspro: «Non truffò ex socio Paparesta»

Bari calcio, pm: «Archiviazione per Giancaspro, non truffò Paparesta»

 
Sull'A14
Canosa, assalto con bande chiodate a portavalori di gioielli sull'A14

Canosa, assalto con bande chiodate a portavalori carico di gioielli 

 
Dal 9 dicembre
Trasporti, in Puglia arriva il nuovo Frecciarossa che collega Lecce a Milano e Torino

Trasporti, in Puglia arriva il nuovo Frecciarossa che collega Lecce a Milano e Torino

 
Serie B
Lecce, Mancosu esalta La Mantia, Palombi e Falco

Lecce, Mancosu esalta La Mantia, Palombi e Falco

 
Violenza su minorenni
Taranto, istruttore abusava delle sue giovani allieve in palestra: arrestato

Taranto, istruttore abusava delle sue giovani allieve in palestra: arrestato

 
La prima stamattina all'alba
Seconda tromba d'aria in Salento: sradica struttura legno, ferito 33enne

Seconda tromba d'aria in Salento sradica struttura legno: ferito 33enne

 
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

migranti

Commissione d'inchiesta
«Restano troppo negli hotspot»

commissione migranti

TARANTO - «La gestione dell’hotspot di Taranto non presenta particolari criticità, ma bisogna fare in modo che questi centri svolgano il loro ruolo di identificazione, fotosegnalazione e smistamento e non si trasformino in centri di permanenza». Lo ha detto Federico Gelli (Pd), presidente della Commissione d’inchiesta sui migranti, dopo la visita alla struttura hotspot di Taranto e le audizioni in prefettura del prefetto, del questore, del sindaco, del procuratore della Repubblica, del presidente della Commissione territoriale per il riconoscimento della protezione internazionale e del presidente dell’associazione 'Noi e Voi'.
Per l’ultimo flusso di migranti eritrei soggetti a ricollocazione europea, arrivati nel capoluogo ionico il 6 maggio scorso, la permanenza si è protratta oltre le 72 ore previste perché devono essere ricollocati al Cara (Centro di accoglienza richiedenti asilo) di Bari e non ci sono ancora posti disponibili.

«Questo - ha detto Gelli - può diventare un problema perché sono centri non attrezzati per altri scopi ed è una delle questioni che esporremo al governo nella relazione che consegneremo entro l’estate. Tutta la filiera, ovviamente, deve funzionare. Per il resto possiamo dire che l’hotspot di Taranto svolge il suo ruolo bene. E’ gestito dal Comune, ed è una situazione anomala ma positiva, con il coordinamento della Prefettura e il supporto delle associazioni di volontariato. Dal giorno del primo arrivo di migranti all’hotspot di Taranto, il 17 marzo scorso, ne sono arrivati 2.381. Coloro che hanno chiesto asilo e protezione internazionale sono stati smistati nei centri Cara e Cas (Centri di accoglienza straordinaria)».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400