Domenica 22 Settembre 2019 | 05:53

NEWS DALLA SEZIONE

poco dopo le 16
Forte terremoto in Albania, trema anche la Puglia

Due scosse di terremoto con epicentro in Albania, trema anche la Puglia

 
Dai carabinieri
Taranto, non accetta la fine della relazione e perseguita ex moglie e figli: arrestato

Taranto, non accetta la fine della relazione e perseguita ex moglie e figli: arrestato

 
Serie A
Liverani: «Contro il Napoli gara di sacrificio fisico e mentale»

Liverani: «Contro il Napoli gara di sacrificio fisico e mentale»

 
A bari
Assenteismo al Di Venere: senologo condannato a 2 anni, il pomeriggio passeggiava in scooter

Assenteismo al Di Venere: 2 anni al senologo, il pomeriggio passeggiava in scooter

 
L'episodio
Taranto, minaccia con pistola attivisti al flash-mob per l'ambiente: denunciato

Taranto, minaccia con pistola attivisti al flash-mob per l'ambiente: denunciato

 
truffa nel potentino
Oppido Lucano, raccoglie offerte inesistenti per bimbi malati: denunciato

Oppido Lucano, raccoglie offerte inesistenti per bimbi malati: denunciato

 
Nel salento
Montesano S.no, ha un colpo di sonno alla guida e si schianta contro un'altra auto: 2 feriti

Montesano S.no, ha un colpo di sonno alla guida e si schianta contro un'altra auto: 2 feriti

 
Al PalaFlorio
Basket, stasera a Bari Supercoppa Italiana, Brindisi contro Venezia

Basket, a Bari Supercoppa Italiana, Brindisi contro Venezia

 
Giustizia svenduta
Magistrati arrestati: «A Trani altri casi di indagini truccate», interrogato D'Introno

Magistrati arrestati: «A Trani altri casi di indagini truccate», interrogato D'Introno

 
Serie A
Lecce Napoli, attesa per il match: ecco le probabili formazioni

Lecce Napoli, attesa per il match: ecco le probabili formazioni

 

Il Biancorosso

Calcio
Folorunsho rialza il Bari: «Noi i più forti della C»

Folorunsho rialza il Bari: «Noi i più forti della C»

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceDue operazioni
Lecce, nel garage droga e 4mila euro in contanti: 2 arresti

Fiumi di droga in Salento, recuperati 12mila euro in contanti: 3 arresti

 
TarantoDai carabinieri
Taranto, non accetta la fine della relazione e perseguita ex moglie e figli: arrestato

Taranto, non accetta la fine della relazione e perseguita ex moglie e figli: arrestato

 
BatL'annuncio
Istituto per il Medioevo: Barletta sarà sede per il Sud

Istituto per il Medioevo: Barletta sarà sede per il Sud

 
BariA bari
Assenteismo al Di Venere: senologo condannato a 2 anni, il pomeriggio passeggiava in scooter

Assenteismo al Di Venere: 2 anni al senologo, il pomeriggio passeggiava in scooter

 
Potenzatruffa nel potentino
Oppido Lucano, raccoglie offerte inesistenti per bimbi malati: denunciato

Oppido Lucano, raccoglie offerte inesistenti per bimbi malati: denunciato

 
MateraL'indagine
Basilicata, donne-madri costrette a licenziarsi

Basilicata, donne-madri costrette a licenziarsi

 
BrindisiDenunciato un uomo
Brindisi, usa abusivamente lampeggiante blu: «Lo facevo per l'autovelox»

Brindisi, usa abusivamente lampeggiante blu: «Lo facevo per l'autovelox»

 

i più letti

ambiente

Trivelle nel Salento, il ministero dà l'ok

L’istanza di prospezioni è piovuta tra capo e collo nel novembre 2014 su quattordici comuni leccesi e undici tarantini.

trivelle petrolifere

di TIZIANA COLLUTO

ROMA - Dopo le isole Tremiti, l’arrembaggio delle trivelle diventa sempre più concreto anche per il Salento.
L’esplorazione di petrolio nel mare Ionio ha incassato il primo, probabilmente più importante, ok necessario al via libera definitivo: l’11 dicembre scorso, il comitato tecnico di Valutazione di impatto ambientale, l’organo del Ministero dell’Ambiente a cui spetta la stima delle ripercussioni sull’ecosistema, ha emesso il suo «parere positivo con prescrizioni» al progetto di prospezioni petrolifere della Schlumberger Italiana spa nel Golfo di Taranto.
È un primo concreto passo in avanti per la società che fa parte dell’omonimo gruppo texano, «la più grande compagnia al mondo di servizi per le società petrolifere», secondo la definizione di sé fatta nei documenti depositati poco più di un anno fa a Roma.

L’istanza di prospezioni, infatti, è piovuta tra capo e collo nel novembre 2014 su quattordici comuni leccesi (Galatone, Ugento, Melissano, Racale, Sannicola, Castrignano del Capo, Taviano, Porto Cesareo, Morciano di Leuca, Patù, Gallipoli, Alliste, Salve, Nardò) e undici tarantini.
E ciò, nonostante le osservazioni degli enti locali, delle associazioni e di semplici cittadini; nonostante le contestazioni di piazza, lo sciopero della fame dei sindaci, la mobilitazione della diocesi di Ugento; nonostante i mesi di fermento, la strada per ottenere tutti i permessi sembra in discesa per la multinazionale dell’oro nero.

Il comitato tecnico «Via» aveva chiesto, nella primavera scorsa, nuovi studi ad integrazione degli incartamenti già protocollati.
Così, nel giugno scorso, la Schlumberger ha ripubblicato il progetto completo. È stato come calciare un gol a porta vuota: gli enti interessati avrebbero dovuto presentare nuove controdeduzioni entro il 15 agosto. Quasi nessuno lo ha fatto. E così per i tecnici ministeriali la valutazione si è dovuta basare sui corposi studi di parte e sulle poche nuove osservazioni del territorio. Da qui il loro sì condizionato.
Il contenuto del parere non è noto, perché, come spiegato dagli uffici del dicastero, indirizzato solo al ministro dell’Ambiente, Gian Luca Galletti. Il provvedimento di quest’ultimo è «in predisposizione». Dalla sintesi tra questo e il parere atteso del Ministero dei Beni Culturali scaturirà, alla fine, il decreto del Ministero dello Sviluppo economico, com’è accaduto per le isole Tremiti.
Quello che potrebbe intascare la Schlumberger, alla fine, non è un “permesso di ricerca”, ma un “permesso di prospezione”.
Ciò che cambia è che il titolo minerario non è esclusivo, ma gli studi sui fondali devono essere eseguiti entro al massimo un anno dal rilascio della valutazione di impatto ambientale. Si prevede l’acquisizione di circa 4.285 km di linee sismiche 3D utilizzando la discussa tecnologia air-gun, che attraverso getti di aria compressa continui e cadenzati sul fondale “legge” la composizione del sottosuolo. Con ripercussioni non da poco sull’ecosistema marino.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • eliofirst

    19 Gennaio 2016 - 12:12

    oltre al danno la beffa. Perché i comuni del leccese son tutti menzionati mentre per la provincia di Taranto no. Due pesi e due misure come sempre per la Cenerentola Taranto

    Rispondi

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie