Venerdì 21 Settembre 2018 | 17:18

Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

A fine anno la mini-stangata sarà servita a partire dalle prime due rate

Rifiuti, un salasso a Bari
la Tari aumenta del 9%

Il Comune: colpa della chiusura delle discariche

comune Rifiuti, è un salasso la Tari aumenta del 9%

di FRANCESCO PETRUZZELLI

BARI - Un rincaro pari a circa il 9 per cento. E a fine anno la mini-stangata sarà servita a partire dalle prime due rate. Aumenti in vista a Bari per la tanto temuta Tari, la tassa forse più contestata a fronte di un servizio, come la raccolta rifiuti e lo spazzamento delle strade, giudicato dai più ancora del tutto insufficiente.

«Piccoli ritocchi inevitabili» li aveva definiti nei giorni scorsi, ma senza sbilanciarsi sulla cifra, il sindaco Antonio Decaro, e che adesso trovano conferma nel Pef, il Piano economico finanziario da 68,3 milioni presentato dall’Amiu al Comune. L’impennata della prossima tassa dei rifiuti sarà causata dai maggiori costi, pari a circa un milione e 100mila euro, sostenuti lo scorso anno per la chiusura di numerose discariche pubbliche, per le spese di trasporto e per gli incrementi dell’Iva, con l’aliquota agevolata che è passata dal 10 al 13 per cento e quella ordinaria dal 22 al 24 per cento. E tutto il Pef, nel quale figurano anche i 63,3 milioni di euro del contratto di servizio dell’Amiu, dovrà essere finanziato dal gettito Tari. Un gettito di 3,5 milioni in più rispetto allo scorso anno – complice anche l’assestamento e la bonifica della banca dati tributaria rispetto alla vecchia Tares 2013 e che vede la chiusura a causa della crisi di molte attività commerciali (e di conseguenza bisogna coprire i minor introiti di cassa preventivati) – nel quale figura anche il milione e 900 mila euro per le agevolazioni a famiglie numerose e a basso reddito.

Ma in questo ritocco della tassa hanno la loro responsabilità anche i baresi, quelli che non differenziano causando il ricorso alle discariche private per lo smaltimento dei rifiuti non riciclabili. Con l’incubo del salasso ecotassa sventato anche quest’anno con l’ennesima clemente deroga. Sempre nel Pef infatti sono elencati i comportamenti poco virtuosi con la spazzatura nel corso del 2015. L’anno si è chiuso con il 35,16 per cento di raccolta differenziata e con un più 6,3 per cento rispetto al 28,8 del 2014. Un dato incoraggiante ma ancora lontano dal 40 per cento che il Comune intende centrare nel corso del 2016 grazie anche all’avvio della raccolta porta a porta (quindi via i cassonetti dalle strade) in tutto il litorale nord della città, da San Girolamo a Santo Spirito.

Tra i materiali maggiormente differenziati dai baresi nel 2015 spiccano carta e cartone con il 16,52 per cento, mentre alle spalle ma nettamente distanziato c’è l’organico con un desolante 5,04 per cento (nonostante la collocazione di miglia di bidoni per l’umido) e il verde biodegradabile con il 4,30 per cento. In fondo, ma davvero inspiegabili, le bassissime percentuali di materiali di largo consumo come vetro e plastica, rispettivamente al 3,28 e al 2,60, e separati da 2,96 per cento di legno e ingombranti che puntualmente invece di finire nei centri di conferimento vengono abbandonati per strada. E per questo tra gli obiettivi del 2016 dell’Amiu ci sono le iniziative del vuoto a rendere di imballaggi e vetro e del contrasto a prodotti di plastica usa e getta. Insomma, meno posate, stoviglie e bottiglie di plastica che dovranno cedere il passo a quelle lavabili e riutilizzabili più volte. La lezione ambientale quindi inizierà dai comportamenti a tavola. Perché l’obiettivo è di incrementare la differenziata di 5 punti percentuali al fine di applicare la stessa aliquota di ecotassa del 2015 pari a circa 7,50 euro a tonnellata a fronte dei 22,52 dovuti per il conferimento in discarica. E al fine di evitare ulteriori rincari della Tari per il 2017.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Volontario

    28 Marzo 2016 - 19:07

    Siamo alle solite. Invece di ridurre gli sprechi e le inefficienze, come nell'epoca medioevale l'unico sistema che i governanti hanno di rimpinguarsi le tasche è sulle spalle e sulla pelle dei cittadini. Che schifo.

    Rispondi

  • vonschi9

    27 Marzo 2016 - 20:08

    Per le discariche e la loro gestione , con i costi che si abbatteranno inesorabilmente sui baresi, bisogna Chiedere con insistenza a Vendola ed Emiliano. Certamente sapranno indicare con i dovuti paroloni come uscirne bene. In fondo sono i due che hanno governato la Puglia e Bari negli scorsi 10 anni da tutti i punti di vista : Regione , Segreteria PD , Città.

    Rispondi

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Danneggia il palco del concerto di Gazzè e picchia un agente: arrestato 22enne

Danneggia il palco del concerto di Gazzè e picchia un agente: arrestato 22enne

 
Promessa sposa a 10 anni, padre indagato per maltrattamenti

Promessa sposa a 10 anni, padre indagato per maltrattamenti

 
Scuola di Medicina Uniba, Al Bano alla cerimonia di inaugurazione

Scuola di Medicina Uniba
Al Bano alla cerimonia di inaugurazione

 
Matera 2019, Bonisoli: «Il Capo dello Stato all'inaugurazione di gennaio»

Matera 2019, Bonisoli: «Mattarella all'inaugurazione di gennaio»

 
Farmaci, l'export del Sud è raddoppiato in 10 anni: «Puglia eccellente»

Farmaci, l'export del Sud è raddoppiato in 10 anni: «Puglia eccellente»

 
Maxi piantagione di marijuana: sequestrate 14mila piante, 6 arresti

Maxi piantagione di marijuana: sequestrate 14mila piante, 6 arresti

 
Scontro fra treni, la sorella di una vittima al ministro: «Tolga concessione a Ferrotranviaria»

Scontro fra treni, sorella vittima a Toninelli: «Via concessione a Ferrotramviaria»

 

GDM.TV

Bari, arsenale d'armi sepolto nel terreno :sequestrate 6 pistole e 100 munizioni

Bari, scoperto arsenale sepolto in un terreno sulla statale 100 VIDEO

 
Palagiustizia, l'affondo di Bonafede«Falsità le accuse contro di me»

Palagiustizia, l'affondo di Bonafede
«Falsità le accuse contro di me»

 
Gli studenti del Poliba creano la PC5 2018 EVO: ecco la monoposto da corsa

Bari, la nuova monoposto da corsa
creata dagli studenti del Politecnico

 
I campioni di tuffi si sfidano a Polignano: in arrivo la Red Bull Cliff Diving

I campioni di tuffi si sfidano a Polignano: ecco la Red Bull Cliff Diving

 
La droga dal Marocco a Pisa per lo spaccio in tutta Italia fino a Bari

La droga dal Marocco a Pisa per lo spaccio in tutta Italia fino a Bari

 
Pesca a strascico, il grande fratello inchioda 11 barche: in cella comandante di peschereccio

Pesca a strascico, multate 11 barche
in cella comandante di peschereccio

 
Fiera: gli spazi più amati dai 260mila visitatori, Toti e Tata e l'allenamento "military style" con l'esercito

Fiera: 260mila visitatori, Toti e Tata e l'allenamento «military style»

 
Bari, il coro dei 600 tifosi in trasferta a Messina

Bari, il coro dei 600 tifosi in trasferta a Messina

 

PHOTONEWS