Martedì 16 Luglio 2019 | 00:28

NEWS DALLA SEZIONE

In via Brancaccio
Lecce, crolla facciata di un palazzo del centro: paura tra i residenti

Lecce, crolla facciata di un palazzo del centro: paura tra i residenti

 
Sulla Statale 16
Lesina, auto impatta contro furgone: un morto e un ferito

Lesina, auto impatta contro furgone: un morto e un ferito

 
La lettera d'accompagnamento
Fonti M5s: in Cdm candidatura di Taranto ai Giochi del Mediterraneo

Fonti M5s: in Cdm candidatura di Taranto ai Giochi del Mediterraneo

 
L'evento a Otranto
Giornalisti del Mediterraneo, assegnati i premi Caravella: tra loro la iena Pelazza

Giornalisti del Mediterraneo, assegnati i premi Caravella: tra loro la iena Pelazza

 
Calciomercato
Bari calcio, in squadra arrivano in prestito Costa e Folorunsho

Bari calcio, in squadra arrivano in prestito Costa e Folorunsho

 
Il progetto
Bari, Corso Italia cambia volto: arriva una nuova pista ciclabile

Bari, Corso Italia cambia volto: arriva una nuova pista ciclabile

 
La storia
Nuoto, 21enne autistico tarantino è medaglia d’oro nello stile libero

Nuoto, 21enne autistico tarantino è medaglia d’oro nello stile libero

 
Il riconoscimento
Decaro consegna targa al karateka barese Romanini, argento nazionale

Decaro consegna targa al karateka barese Romanini, argento nazionale

 
L'allarme
Puglia, nuova ondata di maltempo: domani è allerta arancione su tutta la regione

Puglia, nuova ondata di maltempo: domani è allerta arancione su tutta la regione

 
la lotta alle emissioni
Sensori e giochi: così scoviamo il gas radon

Sensori e giochi: così il Politecnico di Bari scova il gas radon

 
Il caso
Strage di San Marco in Lamis, Regione Puglia si costituisce parte civile

Strage di San Marco in Lamis, Regione Puglia si costituisce parte civile

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari, squadra parte in ritiro: non ci sarà Brienza

Bari, squadra parte in ritiro: non ci sarà Brienza

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceIn via Brancaccio
Lecce, crolla facciata di un palazzo del centro: paura tra i residenti

Lecce, crolla facciata di un palazzo del centro: paura tra i residenti

 
FoggiaIl video
Meraviglia a Peschici, un delfino e i suoi cuccioli nuotano tra i bagnanti

Meraviglia a Peschici, un delfino e i suoi cuccioli nuotano tra i bagnanti

 
TarantoLa lettera d'accompagnamento
Fonti M5s: in Cdm candidatura di Taranto ai Giochi del Mediterraneo

Fonti M5s: in Cdm candidatura di Taranto ai Giochi del Mediterraneo

 
BariNella zona industriale
Bari, rapinano Banca Popolare di Bari: pistole in faccia ai dipendenti

Bari, rapinano Banca Popolare in via Zippitelli: pistole in faccia ai dipendenti

 
PotenzaIl caso
Potenza, falso avvocato andava in udienza e depositava atti: arrestato

Potenza, falso avvocato andava in udienza e depositava atti: arrestato

 
MateraIl caso
Fiamme nelle campagne del Materano: distrutti 50 ettari

Fiamme nelle campagne del Materano: distrutti 50 ettari di bosco

 
BrindisiDalla polizia
Brindisi, minacciavano e impedivano acquisti alle aste giudiziarie: 4 arresti

Brindisi, minacciavano e impedivano acquisti alle aste giudiziarie: 4 arresti

 
BatArte in cucina
Il volto di Jovanotti su una pizza: così Barletta aspetta il concerto

Il volto di Jovanotti su una pizza: così Barletta aspetta il concerto

 

i più letti

cerignola

Arrestati 5 rapinatori
a Matera
picchiarono gioielliere

Durante le indagini delle squadre mobili delle questure di Matera e Foggia e della Polizia stradale di Bari sarebbero stati raccolti elementi anche per altre rapine avvenute in Puglia nei mesi scorsi

polizia

MATERA - Cinque persone, tutte di Cerignola (Foggia), sono state arrestate dalla Polizia stamani, all’alba, a Cerignola (Foggia), con l’accusa di essere responsabili dell’aggressione ad un gioielliere di Matera - avvenuta nel novembre scorso - allo scopo di rapinare il suo negozio, cosa che non avvenne per la reazione del commerciante.
I cinque (due portati in carcere, tre agli arresti domiciliari) sono accusa di rapina pluriaggravata, detenzione e porto illegale di armi e lesioni personali. Durante le indagini delle squadre mobili delle questure di Matera e Foggia e della Polizia stradale di Bari sarebbero stati raccolti elementi anche per altre rapine avvenute in Puglia nei mesi scorsi.

Il taglio o la crescita di barba e baffi erano uno dei modi che i cinque uomini di Cerignola (Foggia), arrestati stamani dalla Polizia per un tentativo di rapina fatto a Matera nel novembre 2015, avevano per cercare di evitare le indagini degli investigatori dopo ogni «colpo» messo a segno in Puglia.
E’ uno dei particolari emerso stamani, a Matera, nell’incontro con i giornalisti durante il quale gli investigatori della squadra mobile e della Polizia stradale materana e pugliese hanno spiegato aspetti delle indagini che hanno portato all’arresto dei cinque uomini, di età compresa fra 54 e 41 anni.

La rapina contro il gioielliere di Matera fu tentata la mattina del 10 novembre scorso: ma il commerciante reagì nonostante le percosse e i colpi ricevuti con il calcio di una pistola e i cinque - per la prima volta «in trasferta» in Basilicata - si allontanarono. Attraverso riscontri e controlli anche da parte della Polizia stradale, gli investigatori hanno stabilito che tutti e cinque erano a Matera quella mattina: si tratta di pregiudicati molto noti, responsabili di altre rapine, anche in autostrada, in particolare ad alcune stazioni di servizio situate in Puglia. Gli arresti (due in carcere, tre ai domiciliari) sono stati disposti dal gip di Matera, Angelo Onorati, su richiesta del pm, Anna Franca Ventricelli. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie