Martedì 13 Novembre 2018 | 17:36

NEWS DALLA SEZIONE

Premiato a Vienna
Il miglior apprendista in Europa è un brindisino: lavora nell'Enel di Cerano

Il miglior apprendista in Europa è un brindisino: lavora nell'Enel di Cerano

 
Il furto
Bari, ruba un portafoglio dal camerino del Petruzzelli: arrestato vigilante

Bari, ruba un portafoglio dal camerino del Petruzzelli: arrestato vigilante

 
Inquinamento
Pioggia acida nel Leccese, la Procura apre un'inchiesta

Pioggia acida nel Leccese, la Procura apre un'inchiesta

 
Abusi e violenze
Francavilla, nigeriano tormenta per anni una connazionale: arrestato

Francavilla Fontana, nigeriano tormenta per anni la sua ex: arrestato

 
L'appuntamento
Castrovillari-Bari, il punto con La Voce Biancorossa: segui la diretta

Castrovillari-Bari, il punto con La Voce Biancorossa: segui la diretta

 
L'udienza il 14 gennaio
Lecce, usò il compagno come cancellino umano, bullo rinviato a giudizio

Lecce, usò il compagno come cancellino umano, bullo rinviato a giudizio

 
Si chiamava Jaco
S.Pietro Vernotico, morto il cane bruciato vivo perché abbaiava troppo

S.Pietro Vernotico, morto il cane bruciato vivo perché abbaiava troppo

 
Vittima l'81enne Rocco Petrillo
Foggia: militante Lega aggredito da 5 migranti, la denuncia del vicesegretario regionale

Foggia: militante Lega aggredito da 5 migranti, la denuncia del vicesegretario regionale

 
A Bari il flash mob
Emiliano al flash mob per libertà di stampa: «Giornalisti fondamentali in controllo democrazia»

Emiliano difende libertà di stampa: «Giornalisti necessari in controllo democrazia»

 
a Foggia
"C'è un ladro in casa", ma voleva solo mangiare prosciutto e formaggio: arrestato

"C'è un ladro in casa", ma voleva solo mangiare prosciutto e formaggio: arrestato

 
L'operazione a Bari
Nichel e cromo 100 volte più alti del limite: GdF Bari sequestra 1 milione di ombretti e fard

Nichel e cromo 100 volte più alti del limite: GdF sequestra 1 milione di cosmetici cinesi

 
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

bari

Due incidenti mortali
le strade si tingono di sangue

Due le vittime poco più che ventenni, morte sul colpo. Complessivamente sei i feriti di cui uno grave

auto ribaltata a Bitonto

L'auto ribaltata a Bitonto

BARI - Non era ancora l'alba quando tre auto sono rimaste coinvolte in uno schianto lungo la ss16 all'altezza dello svincolo per Torre a Mare. A perdere la vita un ventenne. Con le prime luci dell'alba invece un'auto fuori strada sulla Bitonto-Terlizzi è costata la vita al conducente, anche lui poco più che ventenne.

GUIDAVA CONTROMANO, UCCIDE RAGAZZO - Intorno alle 2.30 di questa notte, sulla Statale ss16 in direzione Sud una Volkswagen Golf si è scontrata con due autovetture all’altezza di Torre a Mare. Un 30enne al volante della Golf ha percorso contromano una quindicina di chilometri sulla statale 16, dalla zona a nord di Polignano a Mare a Torre a Mare (Bari), fino a quando si è scontrato con due auto: una Renault Twingo e Volkswagen Up. Il conducente di quest’ultima, Davide d’Accolti, di 22 anni, di Conversano (Bari), è morto nell’impatto, mentre il 30enne è ricoverato in gravi condizioni. Non preoccupano, invece, le ferite riportate dal guidatore della Twingo. Sul posto sono giunte le ambulanze del 118 e i vigili fuoco. Indaga la polizia stradale.

PANDA CAPPOTTATA: MUORE VENTENNE - Nel secondo incidente avvenuto poche ore dopo il primo, questa volta a Bitonto sulla strada provinciale 231 (ex SS98), una Fiat Panda si è scontrata con un Doblò. A bordo della Panda viaggiavano quattro ragazzi di età compresa tra i 17 e i 22 anni. Uno di loro, ha perso la vita, il diciassettenne Michele Perfetti, mentre gli altri sono rimasti feriti: attualmente sono ricoverati in diversi ospedali della provincia. Il conducente del Doblò invece, un fiorista di 58 anni che stava andando a lavorare, è stato trasportato all’ospedale di Corato. La dinamica dell’impatto è ancora tutta da chiarire. Indagini affidate ai Carabinieri.

Una modica quantità di marijuana è stata trovata nella Fiat Panda nell’incidente. La Panda era guidata da un giovane al quale era stata restituita la patente nel dicembre scorso, dopo il ritiro per guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400