Martedì 21 Maggio 2019 | 01:29

NEWS DALLA SEZIONE

Il caso
Taranto, il questore vieta i funerali pubblici per il boss Taurino

Taranto, il questore vieta i funerali pubblici per il boss Taurino

 
La sentenza
Bari, donna morì dopo aver bevuto yogurt: assolto gestore bar

Bari, donna morì dopo aver bevuto yogurt: assolto gestore bar

 
La visita
Cagnano Varano, Trenta balla la tarantella con le ballerine del Gargano

Cagnano Varano, Trenta balla la tarantella con le ballerine del Gargano

 
Lotta alla mafia
Bari, clan Diomede-Mercante e Capriati: al via il processo per 90 affiliati

Bari, clan Diomede-Mercante e Capriati: al via il processo per 90 affiliati

 
La protesta
Flash mob di FI e Dit: «Emiliano rimuova Cassano»

Flash mob di FI e Dit: «Emiliano rimuova Cassano»

 
La tradizione
Trecento bovini dalla Puglia al Molise: ecco la transumanza

Trecento bovini dalla Puglia al Molise: ecco la transumanza

 
L'intervista
Incontri d'autore, Ivana Spagna ospite della «Gazzetta» Segui la diretta

Incontri d'autore, Ivana Spagna ospite della «Gazzetta» Rivedi la diretta

 
Il sopralluogo
Xylella, Centinaio: «Chiedo scusa alla Puglia per il voltafaccia dello Stato»

Xylella, Centinaio: «Chiedo scusa alla Puglia per il voltafaccia dello Stato» FT
Ulivi infetti anche nel Tarantino

 
L'iniziativa
Giovinazzo, riparano una panchina rotta e il sindaco li elogia: «Orgoglioso di voi»

Giovinazzo, riparano una panchina rotta e il sindaco li elogia: «Orgoglioso di voi»

 
La mobilitazione il 21 maggio
Bari, corteo contro Salvini: «Vieni vestito da Zorro»

Bari, al corteo contro Salvini: «Vieni vestito da Zorro». Comparso il primo striscione

 
L'indagine
Arresto Giancaspro, legale sindaco Trani: «Accuse infondate»

Bancarotta, l'ex patron del Bari Giancaspro interrogato per 6 ore
Legale sindaco Trani: «Accuse infondate»

 

Il Biancorosso

L'ALLENATORE
Cornacchini: "Daremo battaglia ad AvellinoDimostreremo di essere la squadra più forte"

Cornacchini: «Ad Avellino dimostreremo di essere la squadra più forte»

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoIl caso
Taranto, il questore vieta i funerali pubblici per il boss Taurino

Taranto, il questore vieta i funerali pubblici per il boss Taurino

 
BariL'evento
Ecco «Bitonto cortili aperti» con la guida di 800 studenti

Ecco «Bitonto cortili aperti» con la guida di 800 studenti

 
BrindisiL'appello di Adelina
Da 20 anni a Brindisi: «Sono malata datemi la cittadinanza»

Da 20 anni a Brindisi: «Sono malata datemi la cittadinanza»

 
PotenzaComando provinciale
Controlli dei Carabinieri, sei denunciati nel Potentino

Controlli dei Carabinieri, sei denunciati nel Potentino

 
BatSanità
Barletta, al via la riqualificazione del Pronto Soccorso dell'ospedale

Barletta, al via la riqualificazione del Pronto Soccorso dell'ospedale

 
HomeLa visita
Cagnano Varano, Trenta balla la tarantella con le ballerine del Gargano

Cagnano Varano, Trenta balla la tarantella con le ballerine del Gargano

 
LecceIl sopralluogo
Xylella, Centinaio: «Chiedo scusa alla Puglia per il voltafaccia dello Stato»

Xylella, Centinaio: «Chiedo scusa alla Puglia per il voltafaccia dello Stato» FT
Ulivi infetti anche nel Tarantino

 
MateraAi domiciliari
Matera, minaccia moglie e la picchia davanti ai figli, arrestato

Matera, minaccia moglie e la picchia davanti ai figli, arrestato

 

i più letti

giovinazzo

Appello dai volontari
«Fermate il killer dei cani»

«Non abbiamo avuto la sensazione - ha affermato la presidente della lega del cane giovinazzese - che si sia trattato di episodi capitati come conseguenza di tentativi di furto»

cane ucciso in campagna

di MINO CIOCIA


GIOVINAZZO - Cani avvelenati e presi a fucilate. A denunciare diversi episodi di questo genere è la sezione locale della lega del cane, dopo che ha rinvenuto nelle campagne di Giovinazzo le carcasse di due esemplari a quattro zampe uccisi da ignoti. Che si tratti di cacciatori in cerca di prede fuori stagione, o di qualcuno che voglia verificare la propria abilità con la mira, è tutto da stabilire. A cadere vittime di quello che è a tutti gli effetti un reato, secondo le recenti norme, sono stati almeno due cani padronali. Non randagi ma animali lasciati a guardia di fondi e immobili agricoli.
«Non abbiamo avuto la sensazione - ha affermato la presidente della lega del cane giovinazzese - che si sia trattato di episodi capitati come conseguenza di tentativi di furto. I proprietari dei cani lo hanno escluso dopo aver verificato se mancava loro qualcosa o se ci fossero tracce di scasso o furti».

Si tratterebbe quindi di atti deliberati, di un gioco crudele, sul cui motivo tutti cercano una spiegazione. Le carcasse degli animali sono state rinvenute tra gli uliveti della zona dove sorge il depuratore comunale, a ridosso della linea ferroviaria in direzione Bari. Entrambi gli episodi, come confermano dalle Lega del cane, sono stati denunciati ai Carabinieri e segnalati alla Polizia locale. Quest’ultima ha interessato anche gli uomini del Consorzio delle guardie campestri.

«L’agro di Giovinazzo - afferma il comandante della Polizia locale, Mimmo Camporeale - è vasto e per noi è difficile poterlo tenere sotto controllo. Per questo ci siamo rivolti alle guardi campestri. Loro conoscono ogni singola stradina, ma oltretutto pattugliano costantemente le campagne. Abbiamo chiesto loro di segnalarci qualsiasi soggetto possa mostrare segni di sospetto, per poi identificarlo e capire se possa o meno essere l’autore di quelle uccisioni». I soci della Lega del cane, comunque, non si rassegnano all’idea che qualcuno possa far del male deliberatamente al miglior amico dell’uomo. Per questo vogliono che l’attenzione da parte di tutti rimanga alta, per poter scongiurare ulteriori episodi di maltrattamenti o, come in questi casi, di uccisioni di animali domestici.

I loro sforzi sono stati fin qui premiati dalla ormai scarsa presenza di randagi su tutto il territorio comunale. Hanno avviato programmi di adozione che hanno avuto successo, con l’affidamento di trovatelli e randagi in ogni parte d’Italia. Perciò rimangono indignati di fronte alla ferocia di chi, senza alcuno scrupolo, decide di puntare un fucile verso un cane legato o lasciato in un recinto, oppure di avvelenarlo offrendogli cibo adulterato o addizionato con sostanze nocive.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400