Giovedì 25 Febbraio 2021 | 22:16

NEWS DALLA SEZIONE

In via Crispi
Taranto, agguato in serata: grave un 20enne ferito all'addome

Taranto, agguato in serata: grave un 20enne ferito all'addome

 
Il sindaco
San Marco in Lamis, Covid tra i giovani: 11 positivi tra 1 e 25 anni

San Marco in Lamis, Covid tra i giovani: 11 positivi tra 1 e 25 anni

 
L'incontro al Mise
Vaccini, ipotesi sede produzione in Puglia: ma per i bioreattori servono almeno 4 mesi

Vaccini, ipotesi sede produzione in Puglia: ma per i bioreattori servono almeno 4 mesi

 
Il progetto
Bari, Finacantieri investe 26mln: punta su meccatronica e innovazione

Bari, Finacantieri investe 26mln: punta su meccatronica e innovazione

 
il bollettino
Coronavirus, in Italia crescono i positivi, quasi 20mila, ma record di test, 443mila. Anche 308 vittime

Coronavirus, in Italia crescono i positivi, quasi 20mila, ma record di test, 443mila. Anche 308 vittime

 
La motivazione
Legionella al Policlinico, i giudici sul no all'interdizione: «le linee guida non sono leggi»

Legionella al Policlinico, i giudici sul no all'interdizione: «le linee guida non sono leggi»

 
Serie C
Troppi casi di Covid nella Cavese: rinviata gara col Potenza

Troppi casi di Covid nella Cavese: rinviata gara col Potenza

 
Covid
Puglia, regione rimborsa affitto casa a studenti fuorisede dopo pandemia

Puglia, regione rimborsa affitto casa a studenti fuorisede dopo pandemia

 
il bollettino
Coronavirus, in Puglia 1154 casi su 10mila tamponi, su il tasso di positività all'11,2%. Altre 27 vittime

Covid, in Puglia 1154 casi su 10mila tamponi. Altre 27 vittime. «Ma verso conferma zona gialla»

 
L'intervista
«Sulle nomine altra figuraccia dei partiti: da ora si accontenteranno dell'ordinario»

«Sulle nomine altra figuraccia dei partiti: da ora si accontenteranno dell'ordinario»

 

Il Biancorosso

Biancorossi
Al San Nicola Bari in grigio, ma adesso è vietato fermarsi

Al San Nicola Bari in grigio, ma adesso è vietato fermarsi

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoIn via Crispi
Taranto, agguato in serata: grave un 20enne ferito all'addome

Taranto, agguato in serata: grave un 20enne ferito all'addome

 
LecceNella notte
Surano, la banda del buco svaligia due negozi in centro commerciale

Surano, la banda del buco svaligia due negozi in centro commerciale

 
FoggiaIl sindaco
San Marco in Lamis, Covid tra i giovani: 11 positivi tra 1 e 25 anni

San Marco in Lamis, Covid tra i giovani: 11 positivi tra 1 e 25 anni

 
PotenzaL'incidente
San Severino, pescatore precipita in Bosco Magnano: soccorso dai pompieri

San Severino, pescatore precipita in Bosco Magnano: soccorso dai pompieri

 
BariIl progetto
Bari, Finacantieri investe 26mln: punta su meccatronica e innovazione

Bari, Finacantieri investe 26mln: punta su meccatronica e innovazione

 
BatNella Bat
Trani, spaccio di droga in famiglia, coinvolto anche 14enne: un arresto e 3 denunce

Trani, spaccio di droga in famiglia, coinvolto anche 14enne: un arresto e 3 denunce

 
BrindisiIl caso
Brindisi, giudice arrestato: riesame rigetta ricorso, Galiano resta in carcere

Brindisi, giudice arrestato: riesame rigetta ricorso, Galiano resta in carcere

 

i più letti

Ilva: picchi di inquinamento e nessuno avvisa i tarantini A Brindisi: anche qui vogliamo i wind days

Ilva: picchi di inquinamento e nessuno avvisa i tarantini A Brindisi: anche qui vogliamo i wind days
TARANTO – "Stamattina per via delle condizioni meteo (vento da nord-ovest, ossia dall’area industriale) gli Ipa alle 7 di mattina hanno superato la soglia di 100 nanogrammi a metro cubo. Nessuno a Taranto avvisa i cittadini sui comportamenti da adottare". E’ quanto denuncia il presidente di Peacelink Alessandro Marescotti precisando che "gli Ipa sono cancerogeni e, secondo Arpa, provengono dall’Ilva per il 99% delle emissioni totali locali. Chiediamo alla Asl di lanciare le allerta Ipa e di creare un sistema di 'Wind Days' per i cittadinì in modo da avvisarli quando si prevedono picchi di aria cancerogena. Basta consultare le previsioni meteo e avvisare la popolazione, non è difficile".

Questo servizio di prevenzione, secondo Marescotti, "servirebbe ai cittadini per effettuare il ricambio dell’aria in casa quando non vi sono i picchi cancerogeni. Il cambio dell’aria in casa è un’operazione importante. Cambiare l’aria durante i momenti di picco significa riempire la casa di aria cancerogena. Non riteniamo completo il sistema dei Wind Days attuale. Tale sistema avvisa solo l’Ilva: vogliamo anche che si avvisino i cittadini".

Nei giorni "critici – conclude l’ambientalista – l'Ilva dovrebbe moderare la produzione delle cokerie. Ovviamente la nostra richiesta finale è quella di eliminare la causa di tutto ciò: occorre fermare l’inquinamento dell’Ilva e avviare una bonifica e riconversione con fondi europei. Ma nel frattempo i cittadini vanno tutelati".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie