Mercoledì 18 Settembre 2019 | 23:53

NEWS DALLA SEZIONE

Tragedia sfiorata
Melendugno, piccolo aereo atterra su muretto a secco: 2 feriti

Melendugno, piccolo aereo si schianta contro muretto a secco: 2 feriti

 
Nordbarese
Scontro treni Ferrotramviaria: Tribunale rigetta patteggiamento capostazione

Scontro treni Ferrotramviaria: Tribunale rigetta patteggiamento capostazione

 
Meteo
Maltempo, allerta arancione sul Gargano: temporali su tutta la Puglia

Maltempo, allerta arancione sul Gargano: temporali su tutta la Puglia

 
La decisione
Ucciso per errore a Carbonara, Cassazione: «Si farà nuovo processo»

Ucciso per errore a Carbonara, Cassazione: «Si farà nuovo processo»

 
postpartita
Più aggressività e più tiri in porta: l'analisi del trionfo del Lecce

Più aggressività e più tiri in porta: l'analisi del trionfo del Lecce

 
nel Nordbarese
Andria, rapina da 4mila euro in un centro scommesse: arrestato 34enne

Andria, rapina da 4mila euro in un centro scommesse: arrestato 34enne

 
nel Barese
Polignano, non rispettano divieto di balneazione: multati due acquascooter

Polignano, non rispettano divieto di balneazione: multati due acquascooter

 
Il caso dress code
Bari, il Riesame anulla sequestro telefoni e pc all'ex giudice Bellomo

Bari, il Riesame anulla sequestro telefoni e pc all'ex giudice Bellomo

 
Arrestato dalla Polizia
Terlizzi, maltrattava la moglie: in cella 53enne per stalking

Terlizzi, maltrattava la moglie: in cella 53enne per stalking

 
A Marconia
Pisticci, chiede il pizzo per restituire fotocamera rubata e rapina la vittima

Pisticci, chiede il pizzo per restituire fotocamera rubata e rapina la vittima

 
In cella un 58enne
Latiano, minaccia di morte la moglie che lo fa arrestare: «Ha una pistola»

Latiano, minaccia di morte la moglie che lo fa arrestare: «Ha una pistola»

 

Il Biancorosso

Serie C
Il Bari non sa vestirsi da Grande: Cornacchini all'ultimo esame

Il Bari non sa vestirsi da Grande: Cornacchini all'ultimo esame

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceTragedia sfiorata
Melendugno, piccolo aereo atterra su muretto a secco: 2 feriti

Melendugno, piccolo aereo si schianta contro muretto a secco: 2 feriti

 
TarantoL'operazione
Taranto, Polstrada scopre officina abusiva a Lama: sanzioni e sequestri

Taranto, Polstrada scopre officina abusiva a Lama: sanzioni e sequestri

 
BatNordbarese
Scontro treni Ferrotramviaria: Tribunale rigetta patteggiamento capostazione

Scontro treni Ferrotramviaria: Tribunale rigetta patteggiamento capostazione

 
BariLa decisione
Ucciso per errore a Carbonara, Cassazione: «Si farà nuovo processo»

Ucciso per errore a Carbonara, Cassazione: «Si farà nuovo processo»

 
BrindisiNel Brindisino
Villa Castelli, il paese festeggia la prima unione civile

Villa Castelli, il paese festeggia la prima unione civile

 
PotenzaA Chiaromonte
In casa fucili e piante di cannabis: arrestato 31enne nel Potentino

In casa fucili e piante di cannabis: arrestato 31enne nel Potentino

 
MateraPreso dai Cc
Tito, ai domiciliari ma spacciava: n cella un 49enne

Tito, ai domiciliari ma spacciava: in cella un 49enne

 
Foggia
Mafia, interdette due società a Foggia: parentela con il boss

Mafia, interdette due società a Foggia: parentela con il boss

 

i più letti

Prof «migranti», la Puglia non trema Ma rischiano i docenti di sostegno

Prof «migranti», la Puglia non trema Ma rischiano i docenti di sostegno
di MIMMO GIOTTA

BARI - Chiuse le fasi 0 e A in Puglia su base provinciale, la Buona Scuola si avvia alla lotteria delle fasi B e C. Ben 250 cattedre residuali , comprensive di sostegno , sono state restituite per la fase B nazionale, quella più temuta, che sono andate ad aggiungersi a quelle di altre regioni.

Per la Puglia si tratta di classi di concorso come laboratorio, educazione tecnica, disegno, tedesco, le cui graduatorie sono esaurite.

La disponibilità del ruolo nella fase B nazionale è di quasi 6.000 cattedre, che andranno prioritariamente ai vincitori di concorso e poi ai docenti delle Gae.

Lombardia, Veneto, Piemonte e Lazio le regioni in cui c’è massima disponibilità, soprattutto per la scuola dell’infanzia, primaria e per le superiori. Le cattedre saranno assegnate per classe di concorso su base nazionale, prima di tutto ai vincitori .

In Puglia sono 40 i vincitori di concorso che troveranno posto nella fase nazionale . Si tratta di docenti di educazione artistica, economia aziendale, filosofia e scienze, per i quali il ruolo sarà in altre regioni.

Nella fase B, a rischiare di andare fuori dalla Puglia non sono solo i vincitori di concorso, ma anche i docenti della scuola primaria e del sostegno, oltre a qualche docente di scuola superiore (ci sono ben 1.800 cattedre di matematica).

Ed è il sostegno il problema dei problemi del ministero. Ci sono, per la fase B, altri 6.000 posti, la metà in Lombardia (1.000 solo a Milano) e non saranno coperti . Sono solo i docenti meridionali ad avere la certificazione necessaria e dunque gli unici a poter occupare quei posti.

Lo scorso anno , pur essendovi la copertura, ben 4.000 posti di sostengo al nord non sono stati assegnati.

Paradossalmente in questa fase a rischiare di più è chi sta più in alto in graduatoria . E sono in tanti in queste ore a chiedersi se sia giusto fare domanda con la certezza di emigrare al Nord o rimanere al Sud, ma all’interno delle graduatorie di merito e a esaurimento.

Le domande, a poche ore dalla scadenza del 14 agosto, stanno arrivando al Miur, ma sono in tanti, i siciliani in primis, a non averla ancora inviata.

La situazione peggiore è proprio quella dei docenti siciliani e campani. Le cifre arrivate in queste ore sono chiare. In Sicilia ci sono 5.500 vincitori di concorso da sistemare, un po’ di meno in Campania e le graduatorie di merito e Gae di quelle regioni sono affollatissime.

Obbligati per primi ad accettare il posto in ruolo sono i vincitori di concorso, che in Italia sono 13.500. A questi bisognerebbe sottrarre i 5.000 entrati in ruolo con la fase 0 e A.

Se non fanno domanda per la fasi B e C, con il prossimo concorso le loro graduatorie decadranno e non avranno altre possibilità.

Nella fase B dopo l’assegnazione del ruolo ai vincitori di concorso , toccherà agli iscritti delle Gae. Mancano i docenti di sostegno, quelli della scuola primaria ed alcune classi delle superiori al Nord.

A coprire quei vuoti saranno chiamati docenti meridionali e quelli che sono tra le prime posizioni nelle graduatorie.

Non dovrebbero essere in molti quindi a spostarsi dalla Puglia, con la sola eccezione dei docenti di sostegno. La precedenza dei docenti delle graduatorie di merito nell’assegnazione delle cattedre metterebbe al sicuro la maggior parte dei pugliesi (sostegno, primaria e infanzia a parte).

A rassicurare tutti è la Direttrice Regionale Anna Cammalleri «Gli uffici territoriali ed i loro dirigenti sono impegnati ad assegnare tutte le supplenze per consentire la permanenza sul territorio di coloro che avranno il ruolo in fase B nazionale».

I numeri sono notevoli. 250 cattedre aggiuntive dell’organico di fatto e 939 spezzoni, saranno assegnati entro l’8 settembre . Il calendario dei lavori degli uffici scolastici ,che stanno lavorando a pieno regime, prevede per coloro che sono stati immessi in ruolo nelle fasi 0 e A la scelta della sede dopo Ferragosto. Successivamente sarà la volta delle utilizzazioni e delle supplenze.

Dopo la prima settimana di settembre inizierà la fase B e saranno il computer e il punteggio in graduatoria a decidere il destino di molti.

Entro novembre, infine, il completamento della fase C. A questo proposito, c’è da segnalare che il ministero ha intenzione di inviare un modello di piano di offerta formativo con griglie uguali per tutti . I Presidi dovranno quindi fare richiesta indicando non solo le aree, ma anche le classi di concorso per le assunzioni dei docenti per la fase C dalle graduatorie ad esaurimento.

Nel caso in cui ci fossero poche richieste per qualche classe di concorso, sarebbe l’ufficio scolastico regionale a decidere.

I docenti dell’organico potenziato dovranno sopperire alle esigenze delle supplenze brevi. Per le supplenze lunghe deciderà il Preside , forte della conferma del budget dello scorso anno, a provvedere dalle graduatorie di istituto.

E per i posti che si dovessero liberare con il turnover, sarà sempre il Preside ad assegnare la cattedra, scegliendo tra i docenti del potenziato.

L’attenzione ora si sposta sulle supplenze . Ricevere un incarico significa eventualmente procrastinare il trasferimento in altra regione e sperare che la mega mobilità del prossimo anno possa significare il riavvicinamento a casa.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie