Domenica 25 Agosto 2019 | 16:25

NEWS DALLA SEZIONE

L'esordio in A
Lecce calcio, Liverani: l'Inter è forte, ma ce la giochiamo

Lecce calcio, Liverani: l'Inter è forte, ma ce la giochiamo

 
L'idea
Barletta, un mosaico a Canne per non dimenticare la storia

Barletta, un mosaico a Canne per non dimenticare la storia

 
Incidente stradale
Tricarico, auto finisce contro il guard rail: 4 feriti, 3 sono gravi

Tricarico, auto finisce contro il guard rail: 4 feriti, 3 sono in gravi

 
Il salvataggio
Castro, tartaruga urta barca e perde l'occhio: salvata dalla Guardia Costiera

Castro, tartaruga urta barca e perde l'occhio: salvata dalla Guardia Costiera

 
Polignano, c'è l'indagine
Costa Ripagnola, il resort fra i "trulletti" finisce sotto i fari della Procura

Costa Ripagnola, il resort fra i "trulletti" finisce sotto i fari della Procura

 
L'emergenza
Caso Seu a Bari, la bimba di Bitonto lascia la Rianimazione

Caso Seu a Bari, la bimba di Bitonto lascia la Rianimazione

 
Rissa choc
Ostuni, botte a ragazzino dopo la partita di calcetto: 16enne in ospedale

Ostuni, botte dopo la partita di calcetto: 16enne in ospedale

 
Notte della Taranta
Concertone, in 150mila al gran finale: Melpignano balla con mezzo mondo

Concertone, in 200mila al gran finale: Melpignano balla con mezzo mondo Ft
105 persone soccorse durante l'evento

 
Vicino Teramo
Incidenti, auto si schianta in galleria su A14: muore 76enne di Btritto

Incidenti, auto si schianta in galleria su A14: muore 76enne di Btritto

 
La decisione
Giochi Mediterraneo 2026, è ufficiale: la sede sarà Taranto

Giochi Mediterraneo 2026, è ufficiale: la sede sarà Taranto. Ritorno in Puglia dopo circa 30 anni Video

 
Un 49enne
Incendi, arrestato piromane nel Potentino: ha distrutto 6mila mq di vegetazione

Incendi, preso piromane nel Potentino: ha distrutto 6mila mq di vegetazione

 

Il Biancorosso

IL PUNTO
Il Bari gioca la carta Schiavone ci sarà più qualità a centrocampo

Il Bari gioca la carta Schiavone
ci sarà più qualità a centrocampo

 

NEWS DALLE PROVINCE

BatL'idea
Barletta, un mosaico a Canne per non dimenticare la storia

Barletta, un mosaico a Canne per non dimenticare la storia

 
MateraIncidente stradale
Tricarico, auto finisce contro il guard rail: 4 feriti, 3 sono gravi

Tricarico, auto finisce contro il guard rail: 4 feriti, 3 sono in gravi

 
LecceIl salvataggio
Castro, tartaruga urta barca e perde l'occhio: salvata dalla Guardia Costiera

Castro, tartaruga urta barca e perde l'occhio: salvata dalla Guardia Costiera

 
BrindisiLa furia di un 53enne
Brindisi, la moglie lo lascia e lui distrugge i mobili: allontanato da casa

Brindisi, la moglie lo lascia e lui distrugge i mobili: allontanato da casa

 
PotenzaSanità
Potenza, al S. Carlo carenza di medici: colpa delle «porte girevoli»

Potenza, al S. Carlo carenza di medici: colpa delle «porte girevoli»

 
HomePolignano, c'è l'indagine
Costa Ripagnola, il resort fra i "trulletti" finisce sotto i fari della Procura

Costa Ripagnola, il resort fra i "trulletti" finisce sotto i fari della Procura

 
TarantoSanità
Castellaneta, chiuso il punto nascite in ospedale: bimbi trasferiti

Castellaneta, chiuso il punto nascite in ospedale: bimbi trasferiti

 
FoggiaLa band canta in via Zara
I «Kolors» oggi a Foggia per un concerto gratuito

I «Kolors» oggi a Foggia per un concerto gratuito

 

i più letti

Prof «migranti», la Puglia non trema Ma rischiano i docenti di sostegno

Prof «migranti», la Puglia non trema Ma rischiano i docenti di sostegno
di MIMMO GIOTTA

BARI - Chiuse le fasi 0 e A in Puglia su base provinciale, la Buona Scuola si avvia alla lotteria delle fasi B e C. Ben 250 cattedre residuali , comprensive di sostegno , sono state restituite per la fase B nazionale, quella più temuta, che sono andate ad aggiungersi a quelle di altre regioni.

Per la Puglia si tratta di classi di concorso come laboratorio, educazione tecnica, disegno, tedesco, le cui graduatorie sono esaurite.

La disponibilità del ruolo nella fase B nazionale è di quasi 6.000 cattedre, che andranno prioritariamente ai vincitori di concorso e poi ai docenti delle Gae.

Lombardia, Veneto, Piemonte e Lazio le regioni in cui c’è massima disponibilità, soprattutto per la scuola dell’infanzia, primaria e per le superiori. Le cattedre saranno assegnate per classe di concorso su base nazionale, prima di tutto ai vincitori .

In Puglia sono 40 i vincitori di concorso che troveranno posto nella fase nazionale . Si tratta di docenti di educazione artistica, economia aziendale, filosofia e scienze, per i quali il ruolo sarà in altre regioni.

Nella fase B, a rischiare di andare fuori dalla Puglia non sono solo i vincitori di concorso, ma anche i docenti della scuola primaria e del sostegno, oltre a qualche docente di scuola superiore (ci sono ben 1.800 cattedre di matematica).

Ed è il sostegno il problema dei problemi del ministero. Ci sono, per la fase B, altri 6.000 posti, la metà in Lombardia (1.000 solo a Milano) e non saranno coperti . Sono solo i docenti meridionali ad avere la certificazione necessaria e dunque gli unici a poter occupare quei posti.

Lo scorso anno , pur essendovi la copertura, ben 4.000 posti di sostengo al nord non sono stati assegnati.

Paradossalmente in questa fase a rischiare di più è chi sta più in alto in graduatoria . E sono in tanti in queste ore a chiedersi se sia giusto fare domanda con la certezza di emigrare al Nord o rimanere al Sud, ma all’interno delle graduatorie di merito e a esaurimento.

Le domande, a poche ore dalla scadenza del 14 agosto, stanno arrivando al Miur, ma sono in tanti, i siciliani in primis, a non averla ancora inviata.

La situazione peggiore è proprio quella dei docenti siciliani e campani. Le cifre arrivate in queste ore sono chiare. In Sicilia ci sono 5.500 vincitori di concorso da sistemare, un po’ di meno in Campania e le graduatorie di merito e Gae di quelle regioni sono affollatissime.

Obbligati per primi ad accettare il posto in ruolo sono i vincitori di concorso, che in Italia sono 13.500. A questi bisognerebbe sottrarre i 5.000 entrati in ruolo con la fase 0 e A.

Se non fanno domanda per la fasi B e C, con il prossimo concorso le loro graduatorie decadranno e non avranno altre possibilità.

Nella fase B dopo l’assegnazione del ruolo ai vincitori di concorso , toccherà agli iscritti delle Gae. Mancano i docenti di sostegno, quelli della scuola primaria ed alcune classi delle superiori al Nord.

A coprire quei vuoti saranno chiamati docenti meridionali e quelli che sono tra le prime posizioni nelle graduatorie.

Non dovrebbero essere in molti quindi a spostarsi dalla Puglia, con la sola eccezione dei docenti di sostegno. La precedenza dei docenti delle graduatorie di merito nell’assegnazione delle cattedre metterebbe al sicuro la maggior parte dei pugliesi (sostegno, primaria e infanzia a parte).

A rassicurare tutti è la Direttrice Regionale Anna Cammalleri «Gli uffici territoriali ed i loro dirigenti sono impegnati ad assegnare tutte le supplenze per consentire la permanenza sul territorio di coloro che avranno il ruolo in fase B nazionale».

I numeri sono notevoli. 250 cattedre aggiuntive dell’organico di fatto e 939 spezzoni, saranno assegnati entro l’8 settembre . Il calendario dei lavori degli uffici scolastici ,che stanno lavorando a pieno regime, prevede per coloro che sono stati immessi in ruolo nelle fasi 0 e A la scelta della sede dopo Ferragosto. Successivamente sarà la volta delle utilizzazioni e delle supplenze.

Dopo la prima settimana di settembre inizierà la fase B e saranno il computer e il punteggio in graduatoria a decidere il destino di molti.

Entro novembre, infine, il completamento della fase C. A questo proposito, c’è da segnalare che il ministero ha intenzione di inviare un modello di piano di offerta formativo con griglie uguali per tutti . I Presidi dovranno quindi fare richiesta indicando non solo le aree, ma anche le classi di concorso per le assunzioni dei docenti per la fase C dalle graduatorie ad esaurimento.

Nel caso in cui ci fossero poche richieste per qualche classe di concorso, sarebbe l’ufficio scolastico regionale a decidere.

I docenti dell’organico potenziato dovranno sopperire alle esigenze delle supplenze brevi. Per le supplenze lunghe deciderà il Preside , forte della conferma del budget dello scorso anno, a provvedere dalle graduatorie di istituto.

E per i posti che si dovessero liberare con il turnover, sarà sempre il Preside ad assegnare la cattedra, scegliendo tra i docenti del potenziato.

L’attenzione ora si sposta sulle supplenze . Ricevere un incarico significa eventualmente procrastinare il trasferimento in altra regione e sperare che la mega mobilità del prossimo anno possa significare il riavvicinamento a casa.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie