Lunedì 30 Marzo 2020 | 17:33

NEWS DALLA SEZIONE

Il bollettino
Coronavirus Puglia, sale la curva: 163 casi in un giorno, 1712 contagiati. Cinque i decessi. Tutti i dati per provincia

Coronavirus Puglia, sale la curva: 163 casi in un giorno, 1712 contagiati. Cinque i decessi. Tutti i dati per provincia

 
emergenza coronavirus
Soleto, focolaio contagio in casa di riposo: altri 2 anziani morti

Soleto, focolaio in casa di riposo: altri 2 anziani contagiati morti

 
la descisione
Puglia, reddito di dignita, la Regione stanzia 37 milioni

Puglia, reddito di dignità, la Regione stanzia 37 milioni

 
Calcio
Il Bari aspetta un nuovo start: al via una settimana cruciale

Il Bari aspetta un nuovo start: al via una settimana cruciale

 
La tragedia
Lecce, donna precipita dal balcone mentre pulisce i vetri: morta sul colpo

Lecce, donna precipita dal balcone mentre pulisce i vetri: morta sul colpo

 
emergenza coronavirus
Altamura, muore vigile urbano risultato positivo

Altamura, muore vigile urbano risultato positivo

 
la denuncia
Adelfia, Comune devastato dopo raid notturno di ladri-piromani

Adelfia, Comune devastato dopo raid notturno di ladri-piromani

 
bollettino regionale
Coronavirus Basilicata, i positivi salgono a 211 Cinque le vittime

Coronavirus Basilicata, i positivi salgono a 210 Cinque le vittime

 
L'allarme
Bari, Ordine dei medici: contagi superiori ai dati ufficiali, serve fare più test

Bari, Ordine dei medici: contagi superiori ai dati ufficiali, serve fare più test. Anelli in diretta sulla pagina Fb della Gazzetta

 
Il caso
Tremiti, stop collegamenti Tirrenia: commissari sequestrano conti

Tremiti, stop collegamenti Tirrenia: commissari sequestrano conti
Il sindaco: qui si ferma la vita

 
emergenza coronavirus
Policlinico Bari, Dpi sufficienti solo per oggi: «Manca anche il personale»

Bari, allarme al Policlinico: le mascherine finiscono oggi, personale a rischio
Il dg: malati senza assistenza

 

Il Biancorosso

Calcio
Il Bari aspetta un nuovo start: al via una settimana cruciale

Il Bari aspetta un nuovo start: al via una settimana cruciale

 

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaLieto fine
Potenza, trovata anziana che si era allontana da casa di riposo

Potenza, trovata anziana che si era allontana da casa di riposo

 
Puglia con le stelletteEMERGENZA CORONAVIRUS
Brindisi, controllo del territoriomobilitati i militari del San Marco

Brindisi, controllo del territorio: mobilitati i militari del San Marco

 
Homeemergenza coronavirus
Soleto, focolaio contagio in casa di riposo: altri 2 anziani morti

Soleto, focolaio in casa di riposo: altri 2 anziani contagiati morti

 
TarantoControlli della polizia
Taranto, a spasso dopo un tentato furto: nei guai un 30enne

Taranto, a spasso dopo un tentato furto: nei guai un 30enne

 
Materaspeculazione
Emergenza Coronavirus, a Matera sindacati denunciano aumento prezzo beni di prima necessità

Emergenza Coronavirus, a Matera sindacati denunciano aumento prezzo beni di prima necessità

 
Bariemergenza coronavirus
Bari, Emiliano invita enti e agenzie regionali a liquidare parcelle avvocati

Bari, Emiliano invita enti e agenzie regionali a liquidare parcelle avvocati

 
Foggiala decisione
Sequestro conti Tirrenia, stop collegamenti con le Tremiti

Sequestro conti Tirrenia, stop collegamenti con le Tremiti

 
Batemergenza coronavirus
Trani, Ordine avvocati: «Pieno sostegno al mondo della Sanità»

Trani, Ordine avvocati: «Pieno sostegno al mondo della Sanità»

 

i più letti

Teatri di Puglia: «Noi cancellati dopo 32 anni»

Teatri di Puglia: «Noi cancellati dopo 32 anni»
di LIVIO COSTARELLA

BARI - Può una compagnia teatrale con 37 anni di vita, 136 spettacoli prodotti e coprodotti, circa 1000 artisti e tecnici scritturati, oltre 4000 repliche in Italia e circa 100 all’estero, 540 allievi diplomati al laboratorio e 335 soci cooperatori dal 1978, scomparire da un giorno all’altro dalla lista contributi del Fus (Fondo Unico per lo Spettacolo) erogati dal ministero dei Beni e delle attività culturali e del turismo per ben 32 anni alla stessa compagnia?

È la situazione kafkiana, ma spaventosamente reale, che sta vivendo la compagnia teatrale barese Tiberio Fiorilli diretta da Dino Signorile: dall’assegnazione dei contributi Fus per il triennio 2015/2017, con decreto ministeriale dello scorso 22 luglio, sono state escluse quattro compagnie teatrali pugliesi consolidate che avevano rapporti storici con il Dicastero.
Oltre alla Tiberio Fiorilli, sono «Bottega degli Apocrifi» (Manfredonia), «Astragali » (Lecce) e «Terrammare» (Nardò). Ammonta a 95mila euro – come denunciato dall’Agis di Puglia e Basilicata - con conseguente perdita di 100 posti di lavoro il danno causato da questa mancata assegnazione di contributi.
Inoltre è stato negato l’accesso anche ad altre quattro nuove compagnie che realizzano spettacoli sull’intero territorio pugliese: «Transadriatica» (Lecce), «Thalassia» (Brindisi), «Compagnia del sole» (Bari), «Teatro delle forche» (Massafra).

«Siamo stati cancellati di punto in bianco, ed ancora non abbiamo avuto alcuna comunicazione ufficiale», commenta un attonito Dino Signorile. La situazione è molto grave, se si pensa che gli attuali contributi del Fus dovevano valere per un triennio, e quindi garantire la sopravvivenza delle storiche compagnie pugliesi estromesse. Prendiamo la Tiberio Fiorilli: la compagnia barese percepiva mediamente tra i 53 e i 63mila euro all’anno dal Fus, in gran parte occorrenti per pagare gli oneri sociali allo Stato. Senza contare che in questi primi sette mesi del 2015 si è regolarmente lavorato, fidando proprio sul Fus erogato da 32 anni.

«Tra attori, tecnici, elettricisti, macchinisti e tutti coloro che lavorano con noi per lo spettacolo dal vivo ci sono circa 40 dipendenti – prosegue Signorile -, ovvero altrettante famiglie che rischiano di restare senza lavoro. Come mi spiego tutto questo? Ancora non lo so, ma non posso non pensare all’incompetenza della commissione che ha valutato i progetti e le compagnie».
E adesso cosa accadrà? «D’intesa con l’Agis e il suo presidente Carmelo Grassi – conclude il direttore artistico della compagnia barese – cercheremo di avere accesso agli atti ministeriali, per poi avviare un ricorso insieme alle compagnie estromesse. O si riaprono i termini della questione e si tiene presente anche la storia di compagnie come la nostra o da settembre saremo tutti a casa senza lavoro. Abbiamo contattato già alcuni parlamentari pugliesi e da qualche giorno ho personalmente inviato una lettera al sindaco Decaro e al presidente della Regione Emiliano: non ho ancora ricevuto alcuna risposta, ma spero si facciano vivi presto. Il patrimonio culturale che andrebbe disperso, oltre alle famiglie lasciate senza lavoro, è una questione che non può essere trascurata».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie