Giovedì 18 Luglio 2019 | 08:51

NEWS DALLA SEZIONE

Al San Giacomo
Monopoli, furbetti del cartellino in ospedale: 13 arresti e 30 indagati

Monopoli, furbetti del cartellino in ospedale: 13 arresti e 30 indagati
Coinvolti anche due primari

 
L'amichevole
Calcio, pareggio senza reti tra Bari e Fiorentina Primavera

Calcio, pareggio senza reti tra Bari e Fiorentina Primavera

 
Emergenza abitativa
Foggia, da 14 anni vivono in container invasi da topi e blatte: la protesta delle mamme

Foggia, da 14 anni in container invasi da topi e blatte: la protesta delle mamme

 
Firmata l'intesa
Reddito di cittadinanza: pronti 248 navigator per la Puglia

Reddito di cittadinanza: pronti 248 navigator per la Puglia

 
Femminicidio
San Severo, uccisa dal fidanzato, il legale: è morta annegata, non strangolata

San Severo, uccisa dal fidanzato, il legale: è morta annegata, non strangolata

 
Rivoluzione trasporti cittadini
Bari, con Muvt bus, parcheggi e zsr si pagheranno con un'app

Bari, con Muvt bus, parcheggi e zsr si pagheranno con un'app

 
L'idea di Adp
Il Battesimo del volo attera in Puglia: un attestato per bimbi in aereo per la prima volta

Puglia, battesimo del volo: un attestato per bimbi in aereo per la prima volta

 
Il caso
Violenza di gruppo nel Cara di Bari: in sei a rischio processo

Violenza di gruppo nel Cara di Bari: in sei a rischio processo

 
L'ordinanza
Bari, liquami in mare: divieto di balneazione su tutta la spiaggia di Torre Quetta

Bari, liquami in mare: divieto di balneazione su tutta la spiaggia di Torre Quetta

 
Nel barese
Putignano, GdF sequestra 10mila litri di gasolio agricolo di contrabbando in impresa di autotrasporti

Putignano, GdF sequestra 11 tonnellate di gasolio agricolo di contrabbando in impresa di autotrasporti

 
Nel Foggiano
Orta Nova, commando sequestra camionista e scappa con tir pieno di sigarette

Orta Nova, banda sequestra camionista e scappa con tir pieno di sigarette

 

Il Biancorosso

Oggi amichevole con la FiorentinaCornacchini darà spazio a tutti

Oggi amichevole con la Fiorentina, Cornacchini darà spazio a tutti

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariAl San Giacomo
Monopoli, furbetti del cartellino in ospedale: 13 arresti e 30 indagati

Monopoli, furbetti del cartellino in ospedale: 13 arresti e 30 indagati
Coinvolti anche due primari

 
LecceL'incidente
Lecce, viola il divieto e si tuffa dalla Grotta della Poesia: ferito 45enne

Lecce, viola il divieto e si tuffa dalla Grotta della Poesia: ferito 45enne

 
BatIl rogo
Bisceglie, fiamme in un locale della movida: indagini in corso

Bisceglie, fiamme in un locale della movida: indagini in corso

 
FoggiaEmergenza abitativa
Foggia, da 14 anni vivono in container invasi da topi e blatte: la protesta delle mamme

Foggia, da 14 anni in container invasi da topi e blatte: la protesta delle mamme

 
TarantoAccordo d'intesa
Arcelor Mittal, da incontro azienda-sindacati nasce task force sicurezza

Arcelor Mittal, da incontro azienda-sindacati nasce task force sicurezza

 
PotenzaIl progetto
Potenza, l'idea del sindaco: «Da oggi saremo una città in fiore»

Potenza, l'idea del sindaco: «Da oggi saremo una città in fiore»

 
BrindisiNel brindisino
Mesagne, picchia e minaccia la madre, impedendole di uscire o ricevere visite: una 41enne in libertà vigilata

Mesagne, picchia e minaccia la madre, impedendole di uscire o ricevere visite: una 41enne in libertà vigilata

 
Materadalla Polizia stradale
Sfruttava 5 albanesi irregolari come braccianti: denunciato 61enne nel Materano

Sfruttava 5 albanesi irregolari come braccianti: denunciato 61enne nel Materano

 

i più letti

Rinchiuso nel Cie di Bari «Aiutatemi, sono cardiopatico e mi negano intervento»

Rinchiuso nel Cie di Bari «Aiutatemi, sono cardiopatico e mi negano intervento»
BAR – Sperava di essere operato e magari poter prendere qualche pillola in meno per il suo cuore. Invece gli sarebbe stato negato l’intervento ed eliminata del tutto la terapia cardiaca. A denunciarlo è Adiruo Bartholomew Onyinye, 38 anni, trattenuto nel Centro identificazione e espulsione di Bari. "Vi prego – urla al telefono – non fatemi morire". Adiruo, nato in Nigeria ma in Italia da 24 anni, racconta e documenta "di essere cardiopatico e di avere uno stent". Per questo "assume farmaci salvavita".

Una terapia che, dopo un primo controllo al Policlinico di Bari, sarebbe stata poi "incrementata". Proprio in questa occasione a Bartholomew fu consigliato un "intervento di rivascolarizzazione" perchè, spiega, "lo stent si è chiuso e ho bisogno di un by-pass". Stamattina, però, durante una "visita di controllo al reparto di Cardiologia del Policlinico di Bari", Adiruo racconta di essere stato "visitato in maniera superficiale da un medico" che gli avrebbe "solo misurato la pressione", dicendogli che "non solo non ha bisogno dell’intervento ma non ha neppure bisogno della terapia".

Molto agitato, Adiruo, tornato al Cie, passa al telefono all’ANSA il medico del Cie che dice "di aver visto le cartelle cliniche di Bartholomew e di non essere assolutamente d’accordo" con le conclusioni del medico del Policlinico che gli sono state riferite. "Io – spiega – sono un semplice medico della medicheria del Cie, e quindi per me deve valere quello che dice lo specialista di cui comunque attendiamo la relazione".

Per l’avvocato Guigo Guerra che segue da tempo il caso di Bartholomew, "questa è una situazione paradossale: prima viene autorizzato un intervento e oggi, con un esame più che superficiale, gli vengono tolte pure le medicine. Così morirà, la malattia ce l’ha davvero non se l’è inventata". "Ora - aggiunge – chiederemo le cartelle cliniche per capire che fare".

Bartholomew continua a chiedere aiuto col suo accento romano. E racconta di essere stato sposato "con una donna italiana con cui ha avuto un figlio". Nel 2013 lui e sua moglie hanno divorziato e, "avendo perso la residenza e la stabilità economica – ricorda – quando sono scaduti i miei documenti non me li hanno rinnovati perchè, mi hanno detto, tu non vivi più con tuo figlio". Fino allo scorso due giugno Adiruo viveva in "Austria con un asilo temporaneo per motivi di salute".

Insieme all’asilo, sottolinea, "avevo anche un sussidio: io sono un produttore musicale e mi stavo rifacendo una vita fino a quando la polizia austriaca è venuta alle 7 di mattina a casa e mi ha detto che l’Italia mi rivoleva, promettendo anche al mio referente per l’asilo che non mi avrebbero rimesso in carcere".  Invece Adiruo finisce al Cie di Bari e "qui – dice – morirò se nessuno mi aiuta". "Io – conclude Bartholomew – non voglio stare in Italia, voglio solo uscire da qui e andare a curarmi in Austria dove avevo già fissato il mio intervento".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie