Giovedì 18 Luglio 2019 | 10:12

NEWS DALLA SEZIONE

Blitz polizia
Droga, operazione anti-spaccio a Livorno: 10 misure cautelari anche a Lecce

Droga, operazione anti-spaccio a Livorno: 10 misure cautelari anche a Lecce

 
Al San Giacomo
Monopoli, furbetti del cartellino in ospedale: 13 arresti e 30 indagati

Monopoli, furbetti del cartellino in ospedale: 13 arresti e 30 indagati
Coinvolti anche due primari

 
L'incidente
Lecce, viola il divieto e si tuffa dalla Grotta della Poesia: ferito 45enne

Lecce, viola il divieto e si tuffa dalla Grotta della Poesia: ferito 45enne

 
L'amichevole
Calcio, pareggio senza reti tra Bari e Fiorentina Primavera

Calcio, pareggio senza reti tra Bari e Fiorentina Primavera

 
Emergenza abitativa
Foggia, da 14 anni vivono in container invasi da topi e blatte: la protesta delle mamme

Foggia, da 14 anni in container invasi da topi e blatte: la protesta delle mamme

 
Firmata l'intesa
Reddito di cittadinanza: pronti 248 navigator per la Puglia

Reddito di cittadinanza: pronti 248 navigator per la Puglia

 
Femminicidio
San Severo, uccisa dal fidanzato, il legale: è morta annegata, non strangolata

San Severo, uccisa dal fidanzato, il legale: è morta annegata, non strangolata

 
Rivoluzione trasporti cittadini
Bari, con Muvt bus, parcheggi e zsr si pagheranno con un'app

Bari, con Muvt bus, parcheggi e zsr si pagheranno con un'app

 
L'idea di Adp
Il Battesimo del volo attera in Puglia: un attestato per bimbi in aereo per la prima volta

Puglia, battesimo del volo: un attestato per bimbi in aereo per la prima volta

 
Il caso
Violenza di gruppo nel Cara di Bari: in sei a rischio processo

Violenza di gruppo nel Cara di Bari: in sei a rischio processo

 
L'ordinanza
Bari, liquami in mare: divieto di balneazione su tutta la spiaggia di Torre Quetta

Bari, liquami in mare: divieto di balneazione su tutta la spiaggia di Torre Quetta

 

Il Biancorosso

Oggi amichevole con la FiorentinaCornacchini darà spazio a tutti

Oggi amichevole con la Fiorentina, Cornacchini darà spazio a tutti

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceBlitz polizia
Droga, operazione anti-spaccio a Livorno: 10 misure cautelari anche a Lecce

Droga, operazione anti-spaccio a Livorno: 10 misure cautelari anche a Lecce

 
BrindisiDestinate a una ditta laziale
Porto Brindisi: sequestrate 18mila Dr. Martens false, 3 denunce

Porto Brindisi: sequestrate 18mila Dr. Martens false, 3 denunce

 
BariAl San Giacomo
Monopoli, furbetti del cartellino in ospedale: 13 arresti e 30 indagati

Monopoli, furbetti del cartellino in ospedale: 13 arresti e 30 indagati
Coinvolti anche due primari

 
BatIl rogo
Bisceglie, fiamme in un locale della movida: indagini in corso

Bisceglie, fiamme in un locale della movida: indagini in corso

 
FoggiaEmergenza abitativa
Foggia, da 14 anni vivono in container invasi da topi e blatte: la protesta delle mamme

Foggia, da 14 anni in container invasi da topi e blatte: la protesta delle mamme

 
TarantoAccordo d'intesa
Arcelor Mittal, da incontro azienda-sindacati nasce task force sicurezza

Arcelor Mittal, da incontro azienda-sindacati nasce task force sicurezza

 
PotenzaIl progetto
Potenza, l'idea del sindaco: «Da oggi saremo una città in fiore»

Potenza, l'idea del sindaco: «Da oggi saremo una città in fiore»

 
Materadalla Polizia stradale
Sfruttava 5 albanesi irregolari come braccianti: denunciato 61enne nel Materano

Sfruttava 5 albanesi irregolari come braccianti: denunciato 61enne nel Materano

 

i più letti

Un operaio rumeno dona soldi per il Nepal

Un operaio rumeno dona soldi per il Nepal
di ALESSANDRA CAVALLARO

«Noi sentiamo ma non ascoltiamo, guardiamo ma non vediamo» . Ha detto proprio così, poi ha aperto la mano che conteneva duecento euro e ha consegnato il denaro ad una volontaria dell’Unicef di Taranto. E’ un gesto che colpisce in un momento di crisi, ma lo stupore diventa doppio se il dono arriva dalle mani callose di uomo di origine romena, da qualche anno in Puglia.

«Non dovremmo meravigliarci, però accade» ammette la presidente del comitato provinciale dell’Unicef, Anna Maria Petrera, che racconta la notizia. «Così come accade anche che la stampa riporti cose negative su alcune etnie, notizie poi risultate non vere. La verità è che non dobbiamo più stupirci di gesti come questo, dobbiamo uscire dagli schemi mentali con i quali conviviamo ogni giorno».

Chi era presente l’altro giorno nella sede dell’Unicef di via Dante, ammette, però, di aver avuto un momento d’impasse. Un attimo di perplessità. E questo perché capita spesso che ad affacciarsi al comitato provinciale siano persone in difficoltà che hanno bisogno di un sostegno, soprattutto economico, o di un lavoro (Sì, esiste una categoria umana così disperata da chiedere un lavoro persino ad un’organizzazione che si occupa soprattutto dei diritti dell’infanzia).

Ma questa volta chi ha bussato alla porta dell’Unicef, voleva dare e non ricevere. L’uomo ha visto lo spot della raccolta fondi “Emergenza Terremoto Nepal”, e non ci ha pensato due volte. Si è recato in sede e ha fatto la sua donazione. Riportano i volontari dell’Unicef di Taranto: «Ci ha detto che guadagna circa 700 euro al mese, e da come era vestito ci sembrava un operaio edile. E ha aggiunto anche che ha tutto quello che gli serve, una piccola macchina ad esempio, e un letto dove dormire. Dunque può permettersi di donare 200 euro ai bambini in difficoltà». Ma non è solo questo ad aver colpito i volontari.

Il suo gesto conteneva una postilla. Continuano nel racconto: «Ci ha detto anche che “quando doni il Signore ti ridà tutto e anche di più”. Siamo rimasti senza parole». In silenzio davanti all’insegnamento di un operaio rumeno, ispirato “dall’alto”. Nient’altro che segni, che transitano per il canale terreno. E’ il miracolo si compie in un normalissimo pomeriggio di maggio: la famiglia Unicef resta muta ad ascoltare la forza empatica di un gesto pieno di grazia.

«Il pregiudizio è la nostra tomba. – dice ancora la presidente che era presente quando è avvenuta la donazione – E questo andrebbe spiegato anche ai politici». Ancora una precisazione. «Ci capita – aggiunge infine Anna Maria Petrera – che la beneficenza venga fatta da persone che hanno davvero poco. Qualche settimana fa è venuta da noi una signora anziana che vive di pensione, 610 euro al mese, e ha donato cinquanta euro. Esempi per dimostrare che non conta da dove vieni, ma che cuore hai». Storie di ordinaria umanità dalla terra dei veleni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie