Venerdì 07 Maggio 2021 | 04:01

NEWS DALLA SEZIONE

La diretta
Con Toti e Tata San Nicola in tempi di Covid

Con Toti e Tata San Nicola in tempi di Covid. Rivedi la puntata

 
Corruzione
«Scarcerate De Benedictis e Chiariello»

«Scarcerate De Benedictis e Chiariello»

 
Covid
Vaccini: in Puglia l'84,3% delle dosi somministrate

Vaccini: in Puglia l'84,3% delle dosi somministrate

 
Covid
Basilicata, ultimi giorni in arancione

Basilicata, ultimi giorni in arancione.
Ma otto comuni restano rossi

 
Mafia
Cantieri edili a Bari nelle mani di Savinuccio

Cantieri edili a Bari nelle mani di Savinuccio

 
Lotta al virus
Bari, familiare di un paziente Covid entra in visita in terapia intensiva: è la prima volta

Bari, familiare di un paziente Covid entra in visita in terapia intensiva: è la prima volta

 
il bollettino
Coronavirus, in Puglia 877 nuovi casi su quasi 12mila test (7,3%). Altri 27 decessi, continua il calo dei contagi

Coronavirus, in Puglia 877 nuovi casi su quasi 12mila test.  Altri 27 decessi, continua il calo dei contagi Imminenti le vaccinazioni under 60 

 
il bollettino
Coronavirus, in Basilicata 140 positivi e un decesso nelle ultime 24 ore

Coronavirus, in Basilicata 140 positivi e un decesso nelle ultime 24 ore

 
Nel Brindisino
Ostuni, 39enne marocchino ucciso in casa: killer preso a Bari, stava scappando

Ostuni, 39enne marocchino ucciso in casa: killer preso a Bari, stava scappando

 

Il Biancorosso

Biancorossi
Terrani spinge l Bari: «Coraggio, puoi farcela!»

Terrani spinge l Bari: «Coraggio, puoi farcela!»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariCorruzione
«Scarcerate De Benedictis e Chiariello»

«Scarcerate De Benedictis e Chiariello»

 
NewsweekLa curiosità
Barletta, ecco “Adoc” il cane che si morde la coda

Barletta, ecco “Adoc” il cane che si morde la coda

 
FoggiaCovid
Vaccini: in Puglia l'84,3% delle dosi somministrate

Vaccini: in Puglia l'84,3% delle dosi somministrate

 
PotenzaCovid
Basilicata, ultimi giorni in arancione

Basilicata, ultimi giorni in arancione.
Ma otto comuni restano rossi

 
LecceL'iniziativa
Lequile, la festa della mamma con le piantine di “Genitori e Poi”

Lequile, la festa della mamma con le piantine di “Genitori e Poi”

 
PotenzaL'iniziativa
Satriano di Lucania, valorizzati a fini turistici i 140 murales

Satriano di Lucania, valorizzati a fini turistici i 140 murales

 
TarantoLa città invivibile
Taranto, gira tra auto con una sfera in metallo50enne denunciato dalla Polizia di Stato

Taranto, gira tra auto con una sfera in metallo
50enne denunciato dalla Polizia di Stato

 
BrindisiNel Brindisino
Ostuni, 39enne marocchino ucciso in casa: killer preso a Bari, stava scappando

Ostuni, 39enne marocchino ucciso in casa: killer preso a Bari, stava scappando

 

Bari, santuario di Santa Fara promosso Basilica pontificia

di PIERPAOLO PATERNO
BARI - Il grande fermento che si respira tra le navate riflette i lavori in corso di uno dei principali centri della spiritualità barese. Al santuario di «Santa Fara», punto di riferimento dei frati Francescani cappuccini del capoluogo, è iniziato il conto alla rovescia verso la celebrazione liturgica delle 11 di domenica 7 dicembre, quando l’arcivescovo di Bari-Bitonto, monsignor Francesco Cacucci, ufficializzerà l’elevazione della parrocchia a titolo e dignità di Basilica Pontificia Minore
Bari, santuario di Santa Fara promosso Basilica pontificia
di Pierpaolo Paterno

BARI - Il grande fermento che si respira tra le navate riflette i lavori in corso di uno dei principali centri della spiritualità barese. Al santuario di «Santa Fara», punto di riferimento dei frati Francescani cappuccini del capoluogo, è iniziato il conto alla rovescia verso la celebrazione liturgica delle 11 di domenica 7 dicembre, quando l’arcivescovo di Bari-Bitonto, monsignor Francesco Cacucci, ufficializzerà l’elevazione della parrocchia a titolo e dignità di Basilica Pontificia Minore.

Questa la data cerchiata in rosso dalla fraternità rappresentata dal parroco-rettore, fra Pietro Gallone, e dal guardiano-superiore, fra Lorenzo Invidia. Con loro, la numerosa comunità parrocchiale che comprende i residenti dei quartieri vicini ed un numero illimitato di fedeli provenienti da ogni angolo della città e della provincia.

Le ragioni nei numeri 3 e 4 del Decreto «Domus ecclesiae» della Congregazione per il Culto Divino e la Disciplina dei Sacramenti, alla voce «norme per la concessione del titolo di Basilica Minore»: «Fra le chiese di una Diocesi - si legge - il primo posto e la maggiore dignità spettano alla cattedrale, nella quale è collocata la cattedra (segno del Magistero e della potestà del vescovo - n.d.r.) e segno della comunione con la cattedra romana di Pietro. Vi sono, inoltre, i santuari, ai quali vanno in pellegrinaggio i fedeli della Diocesi e di altre chiese locali. Fra queste chiese e altre di diversa denominazione ce ne sono alcune dotate di una speciale importanza liturgica e pastorale, che possono essere insignite dal Sommo Pontefice del titolo di “Basilica Minore”, mediante il quale viene espresso un particolare vincolo con la Chiesa di Roma e il Sommo Pontefice».

Su queste premesse, lo scorso 21 gennaio 2013, il padre provinciale, fra Pier Giorgio Taneburgo, insieme al parroco, fra Pietro Gallone, presentava una petizione all’Arcivescovo Cacucci: «Nella richiesta - dice fra Pietro - rientrano il culto e la devozione tradizionale dei baresi alla Santa badessa di origini francesi, nonché la consolidata vicinanza dei fedeli alla spiritualità francescano-cappuccina dei frati che qui vivono in fraternità. La Congregazione ha esaminato una nostra relazione storica del Santuario (edificio completato nel 1975 - n.d.r.) e gli aspetti architettonici della chiesa tramite documentazione fotografica assicurandosi che fossero presenti tutti gli elementi fondamentali di un luogo di culto quali altare, ambone, sede, fonte battesimale, tabernacolo e confessionali».

Da non dimenticare la presenza di una «pala» del 1945 (pittore Lanave) raffigurante l’effigie di Santa Fara con gli episodi della vita e incastonata tre anni fa in una «edicola» di pietra di Trani (opera dell’ingegnere Amodio). «Vi è custodita anche una reliquia della Santa - continua il parroco di origini nojane -: verrà valorizzata la nostra realtà parrocchiale, faro luminoso per la città di Bari e l’intera arcidiocesi sul piano spirituale. Tutta la fraternità dovrà rispondere ad un maggiore impegno pastorale, nel segno di ulteriore accoglienza ai fedeli nel sacramento della riconciliazione, nella direzione spirituale e nelle varie iniziative rivolte ai gruppi che animano la comunità come l’Ordine Francescano Secolare, la Gioventù Francescana e gli Araldini, il Gruppo donatori di sangue Fratres, la Caritas e la Schola Cantorum. Quindi, i corsi di catechesi per l’iniziazione cristiana e di preparazione al matrimonio. Questo luogo resta un punto di riferimento per la gente desiderosa di approfondire i contenuti della teologia anche grazie alla presenza della sezione della Facoltà Teologica Pugliese».

Fuori, all’ingresso principale (lati portale), saranno presto collocati gli stemmi papale e arcivescovile: «Per il particolare vincolo di comunione che ci unirà alla Chiesa di Roma e al Santo Padre, celebreremo ogni anno con cura la Festa della Cattedra di San Pietro, il 22 febbraio, la solennità dei Santi Apostoli Pietro e Paolo, il 29 giugno, e l’anniversario dell’elezione del Sommo Pontefice. Inoltre, i fedeli che visiteranno devotamente la Basilica e che in essa parteciperanno a qualche rito sacro o almeno reciteranno il Padre Nostro e il Credo, alle solite condizioni, otterranno l’indulgenza in giornate dedicate: saranno rese note il 7 dicembre».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie