Martedì 22 Gennaio 2019 | 18:33

NEWS DALLA SEZIONE

Per stalking
Picchiata perché russava e minacciata con video osé da pubblicare online: barese fa arrestare l'ex marito

Picchiata perché russava e minacciata con video osé da diffondere: barese fa arrestare ex marito

 
Il caso
Bari, nuovo «no» della Procura al salvataggio di Interporto

Bari, altro «no» della Procura al salvataggio di Interporto

 
Capitale della Cultura
Matera 2019, la Fondazione: «Bilancio dell'inaugurazione fantastico»

Matera 2019, la Fondazione: «Bilancio dell'inaugurazione fantastico»

 
Il riconoscimento
Xylella, ingegnere di Conversano premiato: ecco la macchina per uccidere la sputacchina

Xylella, ingegnere di Conversano premiato: ecco la macchina per uccidere la sputacchina

 
Truffa aggravata
Barletta: chiedeva soldi per riviste del corpo, arrestato falso finanziere

Barletta: chiedeva soldi per riviste del corpo, arrestato falso finanziere

 
Operazione dei Cc
Brindisi, spacciava davanti a scuola media: arrestato 27enne

Brindisi, spacciava davanti a scuola media: arrestato 27enne

 
Elezioni
Regionali, Basilicata al voto il 23 marzo: firmato il decreto

Regionali, Basilicata al voto il 24 marzo: firmato il decreto

 
Il Tribunale
Fallimento Fc Bari: il concordato di Giancaspro serviva solo a perdere tempo

Fallimento Fc Bari: il concordato di Giancaspro serviva solo a perdere tempo

 
Duello Landini-Colla
La Cgil riparte da Bari, via al congresso per il dopo Camusso

La Cgil riparte da Bari, via al congresso per il dopo Camusso

 
Gli sprechi
Nuova sede Regione, chiusa indagine Gdf su plafoniere d'oro: danno da 600mla euro

Nuova sede Regione, chiusa indagine Gdf su plafoniere d'oro: danno da 600mila€

 

Alle spiagge di Maratea e Pisticci la bandiera verde dei pediatri

di SALVATORE LOVOI
MARATEA - Per il terzo anno consecutivo la «Perla del Tirreno» viene insignita della bandiera verde dei Pediatri italiani, assegnata alle spiagge a misura di bambino. Un titolo che condivide con la Marina di Pisticci, sul mare Ionio, che l’aveva ricevuta già lo scorso anno e nel 2010. La riconferma avviene accanto al vessillo Blu della Fee per il mare pulito, un requisito imprescindibile per la Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale, che ha consultato un campione di 145 medici
Alle spiagge di Maratea e Pisticci la bandiera verde dei pediatri
di Salvatore Lovoi

MARATEA - Per il terzo anno consecutivo la «Perla del Tirreno» viene insignita della bandiera verde dei Pediatri italiani, assegnata alle spiagge a misura di bambino. Un titolo che condivide con la Marina di Pisticci, sul mare Ionio, che l’aveva ricevuta già lo scorso anno e nel 2010. La riconferma avviene accanto al vessillo Blu della Fee per il mare pulito, un requisito imprescindibile per la Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale, che ha consultato un campione di 145 medici.

I sanitari hanno preso in esame 83 lidi mondani e incontaminati della penisola, da Lignano a Forte dei Marmi, al Circeo alla Maddalena. Fra le altre famose località hanno inserito i due litorali lucani, quali siti turistici d’eccellenza per le famiglie con bambini e figli da 0 a 18 anni. La scelta della qualità, è avvenuta, in base ad una serie di parametri. I criteri di selezione contemplano spiagge con sabbia per giocare, ampi arenili, ombrelloni distanziati e presenza di bagnini per la sicurezza. Accanto igienicità del mare, acqua bassa vicino alla riva, stabilimenti balneari, spazi ludici per i baby, strutture ricettive, posti di ristoro e negozi.

Il sondaggio è stato coordinato, per il settimo anno consecutivo, da Italo Farnetani – docente di comunicazione scientifica all’Università di Milano Bicocca, in collaborazione con la Sipps - per conto del periodico “Ok Salute e Benessere”.

Nella mappa pediatrica “green” insieme al mare “doc” le vacanze ideali per i nuclei familiari con prole under 18 sono ritenuti importanti la tranquillità, l’animazione, l’attività fisica, ambienti ricreativi e sportivi.

“La bandiera verde si basa soprattutto “sulla idoneità ambientale per famiglie e bambini, pertanto sono in gioco caratteristiche piuttosto costanti nel tempo” - prosegue l’esperto. Bimbi e ragazzini vanno al mare non per curarsi, come nell’Ottocento, ma per stare all’aria aperta, insieme ai genitori e per divertirsi. La quasi totalità dei medici per l’infanzia ha indicato che stanno bene quando stanno bene anche i grandi.

Nell’elenco sono evidenziati posti adatti a nuclei che hanno figli con meno di 6 anni, che preferiscono giocare più con i genitori che con i coetanei. In questa logica, se si va a scegliere una spiaggia isolata, in mezzo alla natura, spesso in “paradisi terrestri”, possono farlo più facilmente. Da qui il vademecum dei pediatri che, tra i luoghi più adatti alla vita dei più piccoli, hanno anche indicato anche mete ideali come Maratea e Pisticci.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400