Domenica 16 Maggio 2021 | 01:56

NEWS DALLA SEZIONE

Le esequie
Ex carabiniere ucciso a Copertino: sulla bara fiori e cappello Arma

Ex carabiniere ucciso a Copertino: sulla bara fiori e cappello Arma

 
In tv
Aldo Moro, quei lati oscuri ancora da indagare

Aldo Moro, quei lati oscuri ancora da indagare

 
In città
Primo weekend in zona gialla a Bari: Ikea presa d'assalto, lunghe code per entrare

Primo weekend in zona gialla a Bari: Ikea presa d'assalto, lunghe code per entrare

 
Lotta al virus
È corsa ai vaccini in Puglia: in tilt sistemi online di prenotazione a Bari e Taranto

È corsa ai vaccini in Puglia: in tilt sistemi online di prenotazione a Bari e Taranto. Fimmg denuncia: «Fragili in attesa per disorganizzazione»

 
Il bollettino nazionale
Coronavirus in Italia, 6.659 casi e 136 morti nelle ultime 24 ore

Coronavirus in Italia, 6.659 casi e 136 morti nelle ultime 24 ore

 
Lotta al virus
Campagna vaccinale, in Puglia al via le prenotazioni per fascia di età 52-55 anni

Campagna vaccinale, in Puglia al via le prenotazioni per fascia di età 52-55 anni

 
Tragedia sfiorata
Durante un litigio, tira fuori un pugnale e minaccia 40enne: salvato dai cc

Foggia, durante un litigio prende un pugnale e minaccia 40enne: salvato dai cc

 
Il caso
Covid, passi avanti nella ricerca a Bari: la genetica potrebbe influenzare infezione

Covid, passi avanti nella ricerca a Bari: la genetica potrebbe influenzare infezione

 
Il bollettino regionale
Covid Basilicata, 120 i nuovi positivi al coronavirus

Covid Basilicata, 120 i nuovi positivi e zero morti

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari calcio, in dubbio Celiento e Cianci per il derby con il Foggia

Bari calcio, in dubbio Celiento e Cianci per il derby con il Foggia

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceIl caso
Veglie, beccato con oltre 2kg di marijuana in auto : «L'ho trovata in un casolare»

Veglie, beccato con oltre 2kg di marijuana in auto : «L'ho trovata in un casolare»

 
BariLotta al virus
È corsa ai vaccini in Puglia: in tilt sistemi online di prenotazione a Bari e Taranto

È corsa ai vaccini in Puglia: in tilt sistemi online di prenotazione a Bari e Taranto. Fimmg denuncia: «Fragili in attesa per disorganizzazione»

 
BatIl percorso
Domani al via la Mezza maratona di Barletta

Domani al via la Mezza maratona di Barletta

 
BrindisiL'operazione
Fasano, nell’aia nascondeva 13 chili di marijuana sottovuoto

Fasano, nell’aia nascondeva 13 chili di marijuana sottovuoto

 
MateraI dati
Covid 19, a Matera ci sono i primi segnali di ripresa per il turismo

Covid 19, a Matera ci sono i primi segnali di ripresa per il turismo

 

i più letti

La nostra battaglia Ecco il «Freccia-Rosso» per «i treni più veloci» Al Bano: il 16 maggio evento al Petruzzelli - VIDEO

di RITA SCHENA
BARI - Una valigia di cartone con una grande pagnotta cotta in un forno a paglia come facevano i nostri nonni, un simbolo che ricorda i tanti emigrati pugliesi e un vino, «Freccia-Rosso», dal nome che suona come uno schiaffo a chi ha tolto alla Puglia treni indispensabili per poter arrivare al cuore d'Europa. E' la doppia provocazione che è andata in scena ieri in Gazzetta: Angelo Maci, presidente di «Cantine Due Palme» ha presentato un vino per appoggiare la battaglia del giornale per avere treni più veloci lungo la dorsale adriatica e lo chef Peppe Zullo ha portato i sapori della terra di Orsara di Puglia con il suo pane, formaggio, salumi e frutta La cantina Due Palme devolverà un euro per ogni bottiglia venduta per promuovere la battaglia della Gazzetta, perché, come si legge sull'etichetta, scegliendo «Freccia-rosso» si collabora al successo di questa importante iniziativa. da sinistra: Franco Giuliano; il presidente di Cantine due Palme, Angelo Maci; l'assessore regionale Fabrizio Nardoni; il direttore Giuseppe De Tomaso; lo chef Peppe Zullo (Foto - Luca Turi)
LA DENUNCIA - Ecco la vergogna delle tariffe
Ieri i medici di Bari: treni più veloci sono indispensabili per la salute dei cittadini Le richieste del Molise per superare la strozzatura Termoli-Lesina La Serracchiani: ora la battaglia in Europa Il ministro Mauro: serve il coinvolgimento del Governo Due domande all'Authority dei Trasporti dopo la nostra inchiesta COMMENTO - Campagna da portare a Bruxelles di Giuseppe De Tomaso A Pescara il governatore Chiodi: «Guido io il bus per Roma» - di Rita Schena La storia di una ribellione di Franco Giuliano  Il ministro Lupi: questi treni, una vergogna Quando Moretti (Fs) disse: volete più treni? Pagateli Arriva «Freccia-Rosso» per noleggiare treni veloci Svolta in vista per il raddoppio della Termoli-Lesina Maiorano (Pd): subito il raddoppio
{13:1685"Angeletti con la maglietta della campagna"} // {6:15163"Il bus della Gazzetta a Lecce 1"} {6:15227"2"} // {6:15073"La tappa a Barletta"} - {13:1684"Il video"} // {6:15122"In piazza a Brindisi"},| {5:1634"a Trinitapoli"}, {6:15157"a Bari in via Sparano"} - {13:1687"Direttore De Tomaso"} {13:1686"Mascolo, l'ad della Stp-Bari"} - {6:15224"La firma"} {13:1692" - L'impegno del ministro Lupi"} {13:1701"- Intervista ad Al Bano 1"} {13:1702"- e 2"} {5:1656"L'incontro a Udine"}
La nostra battaglia  Ecco il «Freccia-Rosso» per «i treni più veloci»  Al Bano: il 16 maggio evento al Petruzzelli - VIDEO
di RITA SCHENA

BARI - Una valigia di cartone con una grande pagnotta cotta in un forno a paglia come facevano i nostri nonni, un simbolo che ricorda i tanti emigrati pugliesi e un vino, «Freccia-Rosso», dal nome che suona come uno schiaffo a chi ha tolto alla Puglia treni indispensabili per poter arrivare al cuore d'Europa. E' la doppia provocazione che è andata in scena ieri in Gazzetta: Angelo Maci, presidente di «Cantine Due Palme» ha presentato un vino per appoggiare la battaglia del giornale per avere treni più veloci lungo la dorsale adriatica e lo chef Peppe Zullo ha portato i sapori della terra di Orsara di Puglia con il suo pane, formaggio, salumi e frutta.

«Oltre alle istituzioni, alla campagna della Gazzetta sta aderendo il meglio della società pugliese – ha sottolineato il direttore della Gazzetta del Mezzogiorno, Giuseppe De Tomaso – in una sorta di marketing spontaneo fondato su una battaglia giusta. La Puglia è un brand di qualità con tradizioni enogastronomiche riconosciute in tutto il mondo e questi prodotti lo dimostrano. Un sistema infrastrutturale all'altezza può fare la differenza nella spinta alla crescita».

«Il pane di Orsara in una valigia di cartone è il simbolo di una Puglia che ha conosciuto la durezza dell'emigrazione e che ora vuole vincere valorizzandosi – ha detto lo chef Peppe Zullo –. I nostri nonni partivano e il valigia con loro portavano un po' della loro terra, il pane, il formaggio, queste mele che ho portato in tavola. Cibo che serviva per mangiare durante i lunghi viaggi. Oggi dobbiamo dire basta ai lunghi viaggi e pretendere più treni, e con tempi dignitosi perché significa riuscire ad attrarre più turisti e quindi più economia».

«Dobbiamo riuscire a legare i nostri prodotti al nostro bellissimo territorio – ha spiegato l'assessore regionale all'Agricoltura, Fabrizio Nardoni, presente all'iniziativa -. Questo territorio viene raccontato, sognato da tanti che vorrebbero viverlo, treni efficienti sono indispensabili per “vendere” la Puglia. Basta viaggi della speranza da Roma in giù, vogliamo le stesse opportunità e tempi di percorrenza che ha il nord Italia».
Sul tavolo l’assessore Nardoni lancia poi una proposta accolta con entusiasmo da tutti i presenti: «Stiamo organizzando un treno per promuovere Taranto e la Puglia tutta. Faremo in modo che una carrozza su quattro sia dedicata all’iniziativa della Gazzetta, la promozione del Freccia-Rosso e di tutti i nostri tesori enogastronomici».

In pratica un treno in giro per l’Italia per chiedere treni di collegamento tra Nord e Sud della penisola. Perchè per «vendere» la storia di un territorio la ferrovia è indispensabile. Il treno arriva in ogni paese, fin nel suo cuore e tagliare questa rete di collegamenti significa una condanna a morte.

«Ecco il perchè della nostra sfida - sottolinea Angelo Maci - noi siamo orgogliosi del nostro Sud ma abbiamo bisogno di essere collegati all'Europa e il nostro vino rappresenta proprio questo: una sfida ai dirigenti di Ferrovie dello Stato che ci negano collegamenti vitali. Quando Franco Giuliano (animatore della battaglia della Gazzetta del Mezzogiorno e promotore della petizione) ci ha chiesto di sostenere questa campagna del giornale abbiamo messo in campo quello che noi sappiamo fare meglio: il nostro vino, “Freccia-rosso”, il vino di un Sud che vuole correre».

Cantine Due Palme devolverà un euro per ogni bottiglia venduta per promuovere la battaglia della Gazzetta, perché, come si legge sull'etichetta, scegliendo «Freccia-Rosso» si collabora al successo di questa importante iniziativa. «Pensiamo di regalare questo vino all'amministratore delegato delle Ferrovie dello Stato, Mauro Moretti, e a Luca Cordero di Montezemolo di Ntv - annuncia Maci sorridendo - sarà la nostra provocazione».
Una provocazione che non prescinderà dal mercato: «i marchi della grande distribuzione sono invitati - dice Maci - a far rete mettendo il "Freccia-rosso" sui loro scaffali».

«Il Freccia-rosso è importante perché con un milione di bottiglie possiamo puntare a noleggiare un Frecciarossa - spiega Franco Giuliano - per dimostrare che se i pugliesi hanno i treni li usano e non come afferma Moretti che “non c'è mercato”. La scusa che è stata utilizzata per privarci di treni indispensabili».

«Vi aspetto a Roma per organizzare al Senato un evento di promozione della Puglia e della battaglia della Gazzetta – dice il senatore Dario Stèfano giàassessore pugliese all’Agricoltura, raggiunto telefonicamente – da parte mia il massimo impegno per portare queste rivendicazioni sino in Europa, perchè questa Italia divisa in due è uno scandalo. Sanare questa frattura deve entrare nell’agenda del prossimo Governo».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie