Giovedì 23 Gennaio 2020 | 05:21

NEWS DALLA SEZIONE

Il Riesame
Foggia, torna libero dopo 3 mesi ex parlamentare Angelo Cera

Foggia, torna libero dopo 3 mesi ex parlamentare Angelo Cera

 
Serie A
Lecce, ufficializzato l'acquisto di Riccardo Saponara

Lecce, ufficializzato l'acquisto di Riccardo Saponara

 
Politica
Vito Crimi e Luigi Di Maio

Governo, Di Maio si dimette da capo M5S, la reggenza passa a Crimi.
Conte: niente ripercussioni su esecutivo

 
La truffa
Bari, falsificarono fogli di presenza, indagati dipendenti Arif

Bari, falsificarono fogli di presenza, indagati dipendenti Arif

 
Violenza
Monopoli, badante georgiano picchia 90enne, arrestato

Monopoli, badante georgiano picchia 90enne, arrestato

 
L'annuncio
«Christian Dior» sfilerà a maggio a Lecce

«Christian Dior» sfilerà a maggio a Lecce

 
Crisi editoria
Bari, proposto un «patto» per rilanciare l'informazione

Bari, proposto un «patto» per rilanciare l'informazione

 
Calcio serie A
Lecce, Lapadula: «Bene con l'Inter ma a Verona sarà battaglia»

Lecce, Lapadula: «Bene con l'Inter ma a Verona sarà battaglia»

 
Tragedia sfiorata
Taranto, ArcelorMittal, tre esplosioni in Acciaeria 2, nessun ferito

Taranto, ad ArcelorMittal tre esplosioni in Acciaeria 2: nessun ferito

 
Intimidazione
Brindisi, bomba esplode nella notte: danneggiato un bar

Brindisi, bomba esplode nella notte: danneggiato un bar

 
Serie C
Bari in nottuna al San Nicola (ore 20.45) contro la Sicula Leonzio

Bari, gol di Simeri porta biancorossi a meno 6 dalla capolista
Bari-Sicula Leonzio 1-0

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari in nottuna al San Nicola (ore 20.45) contro la Sicula Leonzio

Bari, gol di Simeri porta biancorossi a meno 6 dalla capolista
Bari-Sicula Leonzio 1-0

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoL'incidente nel 2008
Taranto, operaio morì dopo volo da ponteggio Altoforno 4 Ilva: una condanna

Taranto, operaio morì dopo volo da ponteggio Altoforno 4 Ilva: una condanna

 
BariDelitto Sciannimanico
Bari, i giudici di appello sul killer Perilli: mai pentito dell'omicidio

Bari, i giudici di appello sul killer Perilli: mai pentito dell'omicidio

 
FoggiaIl Riesame
Foggia, torna libero dopo 3 mesi ex parlamentare Angelo Cera

Foggia, torna libero dopo 3 mesi ex parlamentare Angelo Cera

 
BatBat
La vicepresidente della Provincia eletta con zero voti

La vicepresidente della Provincia eletta con zero voti

 
LecceL'annuncio
«Christian Dior» sfilerà a maggio a Lecce

«Christian Dior» sfilerà a maggio a Lecce

 
HomeIntimidazione
Brindisi, bomba esplode nella notte: danneggiato un bar

Brindisi, bomba esplode nella notte: danneggiato un bar

 
MateraOperazione di CC e Gdf
Matera, truffa e riciclaggio: in cella ex direttore banca. Sequestrato noto ristorante

Matera, truffa e autoriciclaggio: in cella ex direttore di banca. Sequestrato noto ristorante nei Sassi (VD)

 

i più letti

«Io, insieme alla mia bimba a bordo dell'aereo dirottato» Meseret al telefono da Ginevra

di FRANCO GIULIANO
BARI - «Terribile, un volo da incubo durato sette ore. Ad un certo punto abbiamo davvero pensato che non ce l'averemmo fatta con il carburante. Alla mente un altro episodio simile quando sempre un aereo della stessa compagnia dirottato e senza carburante precipitò nell'oceano indiano con 130 passeggeri tutti morti. Ora siamo qui nello scalo di Ginevra io e la mia bimba di 16 mesi in attesa di sapere con che volo tornare a Roma e da li a Brindisi». Meseret Chimdi, 28 anni di orgine etiope moglie di un imprenditore di Latiano, Pietro Donativo, è ancora scossa dall'avventura che l'ha vista protagonista insieme alla figlia Maria Tesfa entrambi a bordo dell'aereo della Ethiopan Airlines da Addis Abeba a Roma (dove si è conscluso poche ore fa con l'arresto del dirottatore)
«Io, insieme alla mia bimba a bordo dell'aereo dirottato» Meseret al telefono da Ginevra
BARI - «Terribile, un volo da incubo durato sette ore. Ad un certo punto abbiamo davvero pensato che non ce l'averemmo fatta con il carburante. Alla mente un altro episodio simile quando sempre un aereo della stessa compagnia, dirottato e senza carburante, precipitò nell'oceano indiano con 130 passeggeri tutti morti. Ora siamo qui nello scalo di Ginevra io e la mia bimba di 16 mesi in attesa di sapere con che volo tornare a Roma e da li a Brindisi». 

Meseret Chimdi, 28 anni di orgine etiope moglie di un imprenditore di Latiano, Pietro Donativo, è ancora scossa dall'avventura che l'ha vista protagonista insieme alla figlia Maria Tesfa entrambi a bordo dell'aereo della Ethiopan Airlines Addis Abeba-Roma. Dovevano atterrare nella capitale, sono arrivate a Ginevra (dove si è concluso il dirottamento poche ore fa con l'arresto del dirottatore).

Meseret è ancora terrorizzata al punto da non voler parlare. «Ho paura. Non so che dire». Ora deve pensare alla sua bimba che per tutto il volo ha tenuto tra le braccia non sapendo cosa sarebbe successo.

«Tutto è cominciato dopo un'ora dalla partenza da Addis Abeba - racconta Meseret. Quando il copilota si è impadronito della cabina di pilotaggio approfittando che il comandante era uscito per andare in bagno. A quel punto il copilota ha chiuso la cabina e si è impadrontio dell'aereo. Da qual momento in poi è stato un incubo. Nessuno di noi ha capito subito cosa stesse succedendo, nessuno ci spiegava, il comandante ha cercato di sfondare la porta per cercare di entare nella cabina di pilotaggio, senza riuscirci. A quel punto l'aereo ha iniziato a perdere quota. Sono uscite le maschere di ossigeno e a quel punto abbiamo capito che eravamo come in un film». 


Meseret ora aspetta di tornare a Latiano. Il suo volo, da quanto gli è stato detto, è previsto da Ginevra a Roma per stasera. Poi da Roma a Brindisi, dove l'aspetta il marito Pietro e il figlio Alberto.
«Il dirottamento è cominciato mentre eravamo ancora in Sudan. Abbiamo capito che era un dirottamento e che il dirottatore chiedeva l’asilo politico, che proveniva da Nairobi e aveva fatto scalo per cambiare aereo ad Addis Abeba».

«Quando siamo arrivati a Ginevra siamo stati fatti scendere dall'aereo uno alla volta e fatti sedere per terra, e non sui sedili, degli autobus per motivi di sicurezza».
Poi tutti i passeggeri sono stati portati e soccorsi dentro lo scalo di Ginevra. Qui è stata data la colazione ed i primi supporti psicologici. Quindi sono iniziati gli interrogatori per capire esattamente quello che era accaduto.

In questo momento ai passeggeri sono stati restituiti i bagagli. Anche la nostra Mesert ci dice di richiamarla tra un po'.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie