Venerdì 22 Marzo 2019 | 04:58

NEWS DALLA SEZIONE

L'omicidio
Mattinata, ammazzata a fucilate vicino casa boss del clan Romito

Mattinata, boss clan Romito ammazzato a fucilate vicino casa

 
Comune
Bari, battaglia in consiglio sulle tasse. «Non aumentano». «Aumento col trucco»

Bari, battaglia in consiglio sulle tasse. «Non aumentano». «Aumento col trucco»

 
L'intervista
Parla Piero Ignazi:«Al Sud la Lega attrarrà voti da Fi e M5S»

Parla Piero Ignazi:«Al Sud la Lega attrarrà voti da Fi e M5S»

 
La foto
Elezioni Basilicata, bufera su Trerotola: il candidato presidente del c.sinistra tesserato con Msi

Elezioni Basilicata, bufera su Trerotola: il candidato presidente del c.sinistra tesserato con Msi

 
Il torneo
Tennis, esordio per il biscegliese Pellegrino: buona la prima

Tennis, esordio per il biscegliese Pellegrino: buona la prima

 
Subentra a Carmine Esposito
Giuseppe Bisogno è il nuovo questore di Bari: viene da Perugia

Giuseppe Bisogno è il nuovo questore di Bari: viene da Perugia

 
Ambiente
Anche Al Bano aderisce alla campagna della Regione per dire «No alla plastica»

Anche Al Bano aderisce alla campagna della Regione per dire «No alla plastica»

 
Scintille Nato-Russia
I piloti italiani in missione nei cieli della Guerra Fredda

I piloti italiani in missione nei cieli della Guerra Fredda

 
È diretto a Gerusalemme
Da 2 anni viaggia con un'asina: il portoghese Bruno Dias in visita a Bari

Da 2 anni viaggia con un'asina: il portoghese Bruno Dias in visita a Bari

 
Il caso
Elezioni in Basilicata, spuntano 5 impresentabili per l'Antimafia

Elezioni in Basilicata, spuntano 5 «impresentabili» per l'Antimafia

 
Il confronto
Giornata Memoria vittime mafia a Bari, Rita Dalla Chiesa: «Ho speranza nei giovani»

Giornata Memoria vittime mafia a Bari, Rita Dalla Chiesa: «Ho speranza nei giovani»

 

Il Biancorosso

LA NOTIZIA
Vi ricordate lo steward della Turris?Condannato a cinque anni di Daspo

Vi ricordate lo steward della Turris?
Condannato a cinque anni di Daspo

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaL'omicidio
Mattinata, ammazzata a fucilate vicino casa boss del clan Romito

Mattinata, boss clan Romito ammazzato a fucilate vicino casa

 
BariComune
Bari, battaglia in consiglio sulle tasse. «Non aumentano». «Aumento col trucco»

Bari, battaglia in consiglio sulle tasse. «Non aumentano». «Aumento col trucco»

 
TarantoIl siderurgico
Taranto, da Regione corsi di riqualificazione per i lavoratori ex Ilva

Taranto, da Regione corsi di riqualificazione per i lavoratori ex Ilva

 
LecceEmergenza batterio killer
Xylella, lunedì 25 marzo incontro a Lecce con il ministro Lezzi

Xylella, lunedì 25 marzo incontro a Lecce con il ministro Lezzi

 
PotenzaLa foto
Elezioni Basilicata, bufera su Trerotola: il candidato presidente del c.sinistra tesserato con Msi

Elezioni Basilicata, bufera su Trerotola: il candidato presidente del c.sinistra tesserato con Msi

 
Materail «diplomificio» dello jonio
Policoro, ottenere il diploma? Un sogno al costo di 2.500 euro annui

Policoro, ottenere il diploma? Un sogno al costo di 2.500 euro annui

 
BrindisiNel Brindisino
Trovati 2 escavatori nelle campagne: erano stati rubati a Lecce

Trovati 2 escavatori nelle campagne: erano stati rubati a Lecce

 
BatAnalisi e scenari
Commercio agroalimentare nella Bat: «l’export cresce poco»

Commercio agroalimentare nella Bat: «l’export cresce poco»

 

«Io, insieme alla mia bimba a bordo dell'aereo dirottato» Meseret al telefono da Ginevra

di FRANCO GIULIANO
BARI - «Terribile, un volo da incubo durato sette ore. Ad un certo punto abbiamo davvero pensato che non ce l'averemmo fatta con il carburante. Alla mente un altro episodio simile quando sempre un aereo della stessa compagnia dirottato e senza carburante precipitò nell'oceano indiano con 130 passeggeri tutti morti. Ora siamo qui nello scalo di Ginevra io e la mia bimba di 16 mesi in attesa di sapere con che volo tornare a Roma e da li a Brindisi». Meseret Chimdi, 28 anni di orgine etiope moglie di un imprenditore di Latiano, Pietro Donativo, è ancora scossa dall'avventura che l'ha vista protagonista insieme alla figlia Maria Tesfa entrambi a bordo dell'aereo della Ethiopan Airlines da Addis Abeba a Roma (dove si è conscluso poche ore fa con l'arresto del dirottatore)
«Io, insieme alla mia bimba a bordo dell'aereo dirottato» Meseret al telefono da Ginevra
BARI - «Terribile, un volo da incubo durato sette ore. Ad un certo punto abbiamo davvero pensato che non ce l'averemmo fatta con il carburante. Alla mente un altro episodio simile quando sempre un aereo della stessa compagnia, dirottato e senza carburante, precipitò nell'oceano indiano con 130 passeggeri tutti morti. Ora siamo qui nello scalo di Ginevra io e la mia bimba di 16 mesi in attesa di sapere con che volo tornare a Roma e da li a Brindisi». 

Meseret Chimdi, 28 anni di orgine etiope moglie di un imprenditore di Latiano, Pietro Donativo, è ancora scossa dall'avventura che l'ha vista protagonista insieme alla figlia Maria Tesfa entrambi a bordo dell'aereo della Ethiopan Airlines Addis Abeba-Roma. Dovevano atterrare nella capitale, sono arrivate a Ginevra (dove si è concluso il dirottamento poche ore fa con l'arresto del dirottatore).

Meseret è ancora terrorizzata al punto da non voler parlare. «Ho paura. Non so che dire». Ora deve pensare alla sua bimba che per tutto il volo ha tenuto tra le braccia non sapendo cosa sarebbe successo.

«Tutto è cominciato dopo un'ora dalla partenza da Addis Abeba - racconta Meseret. Quando il copilota si è impadronito della cabina di pilotaggio approfittando che il comandante era uscito per andare in bagno. A quel punto il copilota ha chiuso la cabina e si è impadrontio dell'aereo. Da qual momento in poi è stato un incubo. Nessuno di noi ha capito subito cosa stesse succedendo, nessuno ci spiegava, il comandante ha cercato di sfondare la porta per cercare di entare nella cabina di pilotaggio, senza riuscirci. A quel punto l'aereo ha iniziato a perdere quota. Sono uscite le maschere di ossigeno e a quel punto abbiamo capito che eravamo come in un film». 


Meseret ora aspetta di tornare a Latiano. Il suo volo, da quanto gli è stato detto, è previsto da Ginevra a Roma per stasera. Poi da Roma a Brindisi, dove l'aspetta il marito Pietro e il figlio Alberto.
«Il dirottamento è cominciato mentre eravamo ancora in Sudan. Abbiamo capito che era un dirottamento e che il dirottatore chiedeva l’asilo politico, che proveniva da Nairobi e aveva fatto scalo per cambiare aereo ad Addis Abeba».

«Quando siamo arrivati a Ginevra siamo stati fatti scendere dall'aereo uno alla volta e fatti sedere per terra, e non sui sedili, degli autobus per motivi di sicurezza».
Poi tutti i passeggeri sono stati portati e soccorsi dentro lo scalo di Ginevra. Qui è stata data la colazione ed i primi supporti psicologici. Quindi sono iniziati gli interrogatori per capire esattamente quello che era accaduto.

In questo momento ai passeggeri sono stati restituiti i bagagli. Anche la nostra Mesert ci dice di richiamarla tra un po'.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400