Martedì 27 Ottobre 2020 | 02:41

NEWS DALLA SEZIONE

La manifestazione
Lecce, nuovo Dpcm: tensioni in piazza, forzato cordone Polizia. «Meglio morire di Covid che di fame»

Lecce, nuovo Dpcm: tensioni in piazza, forzato cordone Polizia. «Meglio morire di Covid che di fame»

 
I dati
Virus, in Italia calano i contagi, 17mila in 24 ore. Anche 141 morti

Virus, in Italia calano i contagi, 17mila in 24 ore. Anche 141 morti. Isolati 5 varianti virus: più aggressivo e si replica meglio

 
Serie C
Bari tocca a te: alle 21 contro il Catania vietato fallire

Bari tocca a te: alle 21 contro il Catania vietato fallire

 
Il bollettino
Puglia, 414 nuovi casi: meno di ieri, ma tasso contagio resta alto (12%). Altri 10 morti (quasi tutti nel Barese)

Puglia, 424 casi: meno di ieri, ma tasso contagio resta alto (12%). Altri 10 morti (quasi tutti nel Barese), 43 nuovi ricoveri

 
serie C
Palermo-Potenza, salta la partita di giovedì: 19 giocatori siciliani positivi al Covid

Palermo-Potenza, salta la partita di giovedì: 19 giocatori siciliani positivi al Covid

 
paura contagio
Covid, pronte linee guida per maggiore uso test antigenici nelle Asl

Covid in Puglia, via libera ad uso maggiore test antigenici nelle Asl

 
la provocazione
Taviano, #iorestoaperto: gestore cinema sfida norme Dpcm

Taranto, nuovo Dpcm: titolare palestra si incatena. E nel Leccese gestore cinema: #iorestoaperto, ma poi ci ripensa

 
la protesta
Puglia, ritardi internalizzazione sanità: sindacati verso lo sciopero

Puglia, ritardi internalizzazione sanità: sindacati verso lo sciopero

 
indagini della gdf
Matera, scoperta truffa fondi europei per il turismo: diverse persone coinvolte

Matera, scoperta truffa fondi europei per il turismo: diverse persone coinvolte

 
dati regionali
Covid, in Basilicata durante week end 93 nuovi positivi (8 residenti in Puglia) su 1315 tamponi

Covid, in Basilicata durante week end 93 nuovi positivi (8 residenti in Puglia) su 1315 tamponi

 
L'intervista
Il cardinale Semeraro alla Gazzetta: «Anch’io sorpreso...»

Il cardinale Semeraro alla Gazzetta: «Anch’io sorpreso...»

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari, al San Nicola prima vittoria di stagione: battuto 4-1 il Catania

Bari, al San Nicola prima vittoria di stagione: battuto 4-1 il Catania

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariLa chiusura
Covid, il Dpcm «spegne» Bari: dall'Umbertino a Bari vecchia. Così orso Vittorio Emanuele Video

Covid, il Dpcm «spegne» Bari: dalla città vecchia all'Umbertino a corso Vittorio Emanuele Video

 
FoggiaIl contagio
Rodi, in scuola 25 bimbi e 9 insegnanti positivi. Sindaco: alunni in ottima salute

Rodi, in scuola 25 bimbi e 9 insegnanti positivi. Sindaco: alunni in ottima salute

 
LecceLa manifestazione
Lecce, nuovo Dpcm: tensioni in piazza, forzato cordone Polizia. «Meglio morire di Covid che di fame»

Lecce, nuovo Dpcm: tensioni in piazza, forzato cordone Polizia. «Meglio morire di Covid che di fame»

 
Taranto2 novembre
Taranto, ingressi contingentati al cimitero per la commemorazione dei defunti

Taranto, ingressi contingentati al cimitero per la commemorazione dei defunti

 
PotenzaControlli dei CC
Malfi, in deposito agricolo nascondeva armi e munizioni: arrestato 46enne

Melfi, in deposito agricolo nascondeva armi e munizioni: arrestato 46enne

 
Batl'intervista
Pedopornografia on line, don Fortunato: «Non si abbassi la soglia di attenzione»

Pedopornografia on line, don Fortunato: «Non si abbassi la soglia di attenzione»

 
Materacontrolli della ps
Matera, si affaccia al balcone e spaccia stupefacenti: arrestato pusher 46enne

Matera, si affaccia al balcone e spaccia stupefacenti: arrestato pusher 46enne

 
Brindisiopere pubbliche
Ceglie Messapica, lavori alla torre finalmente ripresi

Ceglie Messapica, lavori alla torre finalmente ripresi

 

i più letti

Tracce di diossina nelle uova a Martina Ma l'Arpa assicura

TARANTO - Dopo le cozze, il latte materno di alcune mamme di Taranto e le lumache di terra, è toccato alle uova di galline allevate nelle campagne di Martina. Ma stavolta la presenza di diossina è al di sotto delle soglia di attenzione. Livello, questo, che impone indagini e procedure di risanamento (inferiore a sua volta ai limiti massimi oltre il quale è vietata la commercializzazione e se ne obbliga la distruzione). E’ lo stesso Fondo Antidiossina onlus di Taranto, che ha commissionato l’indagine al centro specializzato e accreditato «R&C Lab srl» di Altavilla Vicentina, ad evidenziare che si tratta di dati prettamente conoscitivi, pur tuttavia «estremamente interessanti». Ed infatti per il Fondo Antidiossina le diossine e i furani comunque ritrovati nei campioni rappresentano «una criticità che merita ulteriori approfondimenti»

Tracce di diossina nelle uova a Martina Ma l'Arpa assicura

TARANTO - Dopo le cozze, il latte materno di alcune mamme di Taranto e le lumache di terra, è toccato alle uova di galline allevate nelle campagne di Martina. Ma stavolta la presenza di diossina è al di sotto delle soglia di attenzione. Livello, questo, che impone indagini e procedure di risanamento (inferiore a sua volta ai limiti massimi oltre il quale è vietata la commercializzazione e se ne obbliga la distruzione). E’ lo stesso Fondo Antidiossina onlus di Taranto, che ha commissionato l’indagine al centro specializzato e accreditato «R&C Lab srl» di Altavilla Vicentina, ad evidenziare che si tratta di dati prettamente conoscitivi, pur tuttavia «estremamente interessanti». Ed infatti per il Fondo Antidiossina le diossine e i furani comunque ritrovati nei campioni rappresentano «una criticità che merita ulteriori approfondimenti».

A sua volta il direttore generale dell’Arpa, Giorgio Assennato, commenta che i valori riscontrati a Martina «sono compresi tra la media e la mediana dell’indagine europea dell’Efsa (European Food Safety Agency di Parma) 2012», la quale ha esaminato un campione di oltre 1.100 uova allevate in tutta Europa. Rispetto ai valori emersi a livello europeo, quelli osservati nelle uova martinesi sono valori definibili medi o medio-alti. «Ma contribuendo in modo trascurabile all’assunzione giornaliera di diossine (Tdi) - aggiunge Assennato -, possono essere considerati certamente innocui da un punto di vista sanitario. Occorre però considerare che si tratta di allevamenti di Martina Franca, alquanto remoti rispetto alla sorgente primaria di diossine (Ilva)».

Nelle uova martinesi emergono infatti valori di diossine di 0,87, nonché 0,83 e 0,84 pg/gr (picogrammi per grammo) su materia grassa (circa il 50% del valore «limite di azione» di 1,75 pg/gr lipidi) e di Pcdd e Pcdf (Policlorodibenzodiossine e policlorodibenzofurani) di 0,87, nonché 0,47 e 0,22 pg/gr (rispettivamente il 50%, il 27% ed il 12% del valore limite di azione che impone indagini e procedure di risanamento). Dunque, sono tutti valori al di sotto dei limite di legge (gli alimenti possono essere liberamente commercializzati e consumati). «Ci sentiamo in dovere di chiedere alle autorità sanitarie - dice tuttavia il presidente del Fondo Antidiossina, Fabio Matacchiera - di incentivare i controlli su tali alimenti poichè dalla letteratura scientifica si evince che i valori accettabili di fondo, per questi inquinanti, si attestano normalmente nel range 0,2-0,5 pg/gr, quindi abbastanza inferiori a quelli riscontrati nei campioni in oggetto». Si accertino, dunque, le origini di queste sostanze e la loro provenienza. Né si può escludere - conclude Matacchiera - «che in altre aree limitrofe del territorio martinese, distanti anche oltre i 20 chilometri dal polo industriale jonico, questi congeneri si siano accumulati o si accumuleranno nel prossimo futuro nella sostanza organica animale in quantità maggiori».

[Maria Rosaria Gigante]

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie