Lunedì 13 Luglio 2020 | 04:32

NEWS DALLA SEZIONE

Sparatoria misteriosa
Molfetta, Far West nel rione Paradiso ma sul posto non c'è traccia di bossoli

Molfetta, Far West nel rione Paradiso ma sul posto non c'è traccia di bossoli

 
Calcio serie A
Il Lecce in casa del Cagliari non va oltre il pareggio a reti inviolate

Il Lecce in casa del Cagliari non va oltre il pareggio a reti inviolate

 
calcio
Bari, bomber Antenucci: «In testa solo obiettivo promozione»

Bari, bomber Antenucci: «In testa solo obiettivo promozione»

 
Dati nazionali
Coronavirus in Italia, lieve crescita dei nuovi contagiati (+234) e 9 decessi nelle ultime 24 ore

Coronavirus in Italia, lieve crescita dei nuovi contagiati (+234) e 9 decessi nelle ultime 24 ore

 
tragedia sfiorata
Foggia, carambola tra auto sulla SS 16, cinque feriti

Foggia, carambola tra auto sulla SS 16, cinque feriti

 
Regionali
Barletta, «Diritti e lotta alle mafie con noi la Puglia cambia»

«Diritti e lotta alle mafie con noi la Puglia cambia»: via alla campagna di Scalfarotto

 
il bollettino
Coronavirus, in Puglia nessun caso nelle ultime 24 ore: 1614 test negativi

Coronavirus, in Puglia nessun caso nelle ultime 24 ore: 1614 test negativi

 
Editoria
Il ritorno dei giornali con la tazzina di caffè

Il ritorno dei giornali con la tazzina di caffè

 
turismo
Pochi posti su navi per le Tremiti: sindaco scrive a Conte

Pochi posti su navi per le Tremiti: sindaco scrive a Conte

 
Calcio
«Lecce, non spegnere la scintilla anti-Lazio»

«Lecce, non spegnere la scintilla»: contro il Cagliari serve un match eccezionale

 
il caso in salento
Otranto, «È un lupo oppure un cane inselvatichico?. Di certo è aggressivo e va preso quanto prima»

«È un lupo o un cane inselvatichito? Di certo è aggressivo e va preso quanto prima»: parla l'esperto

 

Il Biancorosso

calcio
Bari, bomber Antenucci: «In testa solo obiettivo promozione»

Bari, bomber Antenucci: «In testa solo obiettivo promozione»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariSparatoria misteriosa
Molfetta, Far West nel rione Paradiso ma sul posto non c'è traccia di bossoli

Molfetta, Far West nel rione Paradiso ma sul posto non c'è traccia di bossoli

 
Foggiatragedia sfiorata
Foggia, carambola tra auto sulla SS 16, cinque feriti

Foggia, carambola tra auto sulla SS 16, cinque feriti

 
Brindisil'arresto
Francavilla Fontana, alla veneranda età di 87enne evade dai domiciliari e finisce ai...domiciliari

Francavilla Fontana, alla veneranda età di 87enne evade dai domiciliari e finisce ai...domiciliari

 
Tarantosbarchi
MIgranti, in 100 arrivano all'hotspot di Taranto: arrestato tunisino irregolare sul territorio

Migranti, in 100 arrivano all'hotspot di Taranto: arrestato tunisino irregolare

 
MateraManutenzione
Matera, la vasca della Villa non più una palude

Matera, la vasca della Villa non più una palude

 
PotenzaCentro storico
Potenza, tavoli e locali all’aperto . La piazza rivive causa Covid

Potenza, tavoli e locali all’aperto. La piazza rivive dopo il Covid

 
Lecceil caso in salento
Otranto, «È un lupo oppure un cane inselvatichico?. Di certo è aggressivo e va preso quanto prima»

«È un lupo o un cane inselvatichito? Di certo è aggressivo e va preso quanto prima»: parla l'esperto

 
BatAmbiente
Barletta, «Illegalità diffusa sul fiume Ofanto»

Barletta, «Illegalità diffusa sul fiume Ofanto»

 

i più letti

Porto di Taranto, sì di ministeri e Regione per i dragaggi da 85 mln

TARANTO -  Va avanti il cantiere del porto di Taranto nella parte relativa ai lavori di ammodernamento dell'area del terminal container Evergreen. La scorsa settimana, informa una nota dell'Autorità portuale, Regione Puglia e ministeri dei Beni culturali e dell'Ambiente hanno emesso i pareri preliminari «alla conclusione della procedura di Valutazione di impatto ambientale relativa all'intervento di dragaggio di 2,3 milioni di metri cubi di sedimenti».Col prossimo decreto del ministero dell'Ambiente si concluderà definitivamente l'iter del dragaggio «e sarà possibile avviare le procedure di appalto per l'esecuzione dell’opera». Costo, 85 milioni
Porto di Taranto, sì di ministeri e Regione per i dragaggi da 85 mln
TARANTO -  Va avanti il cantiere del porto di Taranto nella parte relativa ai lavori di ammodernamento dell'area del terminal container Evergreen. La scorsa settimana, informa una nota dell'Autorità portuale, Regione Puglia e ministeri dei Beni culturali e dell'Ambiente hanno emesso i pareri preliminari «alla conclusione della procedura di Valutazione di impatto ambientale relativa all'intervento di dragaggio di 2,3 milioni di metri cubi di sedimenti». Questo riguarda l’area del molo polisettoriale «e connessa cassa di colmata finalizzata all’ampliamento del quinto sporgente». Adesso, dice l'Autorità portuale, col prossimo decreto del ministero dell'Ambiente si concluderà definitivamente l'iter del dragaggio «e sarà possibile avviare le procedure di appalto per l'esecuzione dell’opera». Costo, 85 milioni. Al termine i fondali avranno una profonditá di 16,50 metri per un tratto di 1,2 chilometri di banchina e consentiranno l'attracco delle portacontainer da 14mila teu.

Ma oltre al dragaggio, un passo avanti c’è anche per la riqualificazione della banchina sulla quale dal 2001 è insediata Taranto Container Terminal, la società di Evergreen. L'Autorità portuale, infatti - si legge sempre nella nota -, ha aggiudicato definitivamente, dopo averlo già fatto provvisoriamente lo scorso 20 novembre, l'appalto per la progettazione esecutiva e la realizzazione dell'ammodernamento della banchina di ormeggio al molo molisettoriale (primi 1200 metri)». Si tratta di un intervento preliminare al dragaggio. I lavori, per 46,834 milioni su un importo a base d'asta di 61,758 milioni, sono stati assegnati al consorzio fra le imprese Cantieri Costruzioni Cemento, Salvatore Matarrese e Icotekne. Inoltre, sempre in merito alla riqualificazione della banchina e dei piazzali in radice del molo polisettoriale, con l’autorizzazione paesaggistica rilasciata dal Comune di Taranto, si è concluso anche l'iter di approvazione del progetto definitivo. «Nei primi mesi del 2014 - annuncia l’Authority - potrà pertanto essere avviata la procedura di appalto per eseguire l’opera.

Lo stato di avanzamento dei lavori ma soprattutto la loro conclusione a dicembre 2015, sono stati condivisi «per vie brevi» con Taranto container terminal, informa l’Authority. E «in accordo con le pubbliche amministrazioni coinvolte nell’accordo generale del 2012», non si procederà più, come inizialmente previsto, «alla sottoscrizione di un addendum all’accordo poiché i contenuti dello stesso restano validi e confermati in toto. Le parti si impegnano comunque ad un costante monitoraggio e verifica del cronoprogramma dello stato avanzamento dei lavori mediante frequenti incontri presso la presidenza del Consiglio dei ministri».

L'accordo del 2012 prevedeva che i lavori per l'area del terminal container finissero a dicembre 2014 ma una serie di problemi hanno reso necessario, già nei mesi scorsi, riprogrammare la conclusione degli interventi che quindi slittano di un anno rispetto al termine iniziale. Un differimento che ha rischiato anche di provocare il disimpegno di Tct dal porto di Taranto. La società ha infatti osservato che senza un porto efficiente e competitivo, anche dal punto di vista della dotazione infrastrutturale, diventa difficile fronteggiare la concorrenza degli altri scali del Mediterraneo. Ora il nuovo accordo sui lavori dovrebbe aver scongiurato il rischio che Tct vada via.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie