Domenica 11 Aprile 2021 | 23:56

NEWS DALLA SEZIONE

Le dichiarazioni
Vaccini Puglia, gruppo FI chiede dimissioni Lopalco. Marti (Lega): «Inadeguatezza pericolo per la comunità»

Vaccini Puglia, gruppo FI chiede dimissioni Lopalco. Marti (Lega): «Inadeguatezza pericolo per la comunità»

 
il bollettino
Coronavirus, in Italia oltre 15mila casi su 253mila tamponi (6,2%). Altri 331 morti, dopo giorni tornano a salire i ricoveri in Intensiva

Covid, in Italia 15mila casi su 253mila test (6,2%). Altri 331 morti, dopo giorni tornano a salire i ricoveri in Intensiva

 
Politica
Michele Emiliano e Antonio Decaro, sfida tra i «big» della sinistra

Michele Emiliano e Antonio Decaro, sfida tra i «big» della sinistra

 
il bollettino
Coronavirus, in Puglia 1359 nuovi casi su 10mila test. 15 decessi, nuovo aumento ricoveri. Da inizio pandemia 2 milioni di tamponi

Coronavirus, in Puglia 1359 casi su 10mila test. 15 decessi, su i ricoveri. Vaccinate oltre 762mila persone

 
Le linee guida
Vaccinazioni over 60 in Puglia: ecco come funzionerà da domani

Vaccinazioni over 60 in Puglia: ecco come funzionerà da domani

 
Sanità
Giornata della Donazione: in Puglia crescono i trapianti nonostante la pandemia

Giornata della Donazione: in Puglia crescono i trapianti nonostante la pandemia

 
Industria
Stellantis «minaccia» la Basilicata

Stellantis «minaccia» la Basilicata

 
Lecce
Corini e il risultato bugiardo: «Un pari sarebbe stato più equo»

Corini e il risultato bugiardo: «Un pari sarebbe stato più equo»

 
L'intervista
Dal Recovery Fund la risposta alla crisi, ma il piano rischia di restare un mistero

Dal Recovery Fund la risposta alla crisi, ma il piano rischia di restare un mistero

 
Nel Tarantino
Palagianello, lo zio «orco» la tiene incatenata in casa e prova a darle fuoco: in carcere

Palagianello, lo zio «orco» la tiene incatenata in casa e prova a darle fuoco: in carcere

 
La circolare
Coronavirus Puglia, da domani vaccino agli over 60 senza prenotazione

Puglia, da domani vaccino a over 60 senza prenotazione «Ma non da subito per tutti» Le linee guida: ecco come funzionerà

 

Il Biancorosso

Il punto
Bari, Carrera a modo suo: «Non tutto da buttare»

Bari, Carrera a modo suo: «Non tutto da buttare»

 

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaIndustria
Stellantis «minaccia» la Basilicata

Stellantis «minaccia» la Basilicata

 
BrindisiNel Brindisino
Torre Canne, la spiaggia è sempre più accessibile e alla portata di tutti

Torre Canne, la spiaggia è sempre più accessibile e alla portata di tutti

 
TarantoNel Tarantino
Palagianello, lo zio «orco» la tiene incatenata in casa e prova a darle fuoco: in carcere

Palagianello, lo zio «orco» la tiene incatenata in casa e prova a darle fuoco: in carcere

 
BariPolizia Locale
Bari, pizzeria accoglie clienti ai tavoli e comitiva organizza festino in un B&B: pioggia di multe

Bari, pizzeria accoglie clienti ai tavoli e comitiva organizza festino in un B&B: pioggia di multe

 
HomeIncidente mortale
Tragedia a Nardò, scontro tra 3 auto: due morti e 4 feriti

Tragedia a Nardò, scontro fra tre auto: morta 75enne, quattro feriti gravi FOTO

 
MateraIl caso
Policoro, paziente positivo al pronto soccorso: chiuso per sanificazione

Policoro, paziente positivo al pronto soccorso: chiuso per sanificazione

 
FoggiaIl caso nel Foggiano
Apricena, sottrae 40mila euro a due fratelli disabili: indagato parroco

Apricena, sottrae 40mila euro a due fratelli disabili: indagato parroco

 
BatNella Bat
Bisceglie, bombe danneggiarono ben 7 auto parcheggiate: 2 arresti

Bisceglie, bombe danneggiarono ben 7 auto parcheggiate: 2 arresti

 

i più letti

Da Acerenza a Milano il super panettone di Vincenzo Tiri

di MICHELE PIZZILLO
ACERENZA - Ogni presenza sulla piazza milanese, un successo. Ogni novità, subito degustata e acquistata, tanto che a «Re Panettone», la manifestazione che celebra il più tipico dei dolci milanesi, la premiata forneria Tiri di Acerenza, dopo poche ore sospende le vendite di panettone per mancanza di merce. «Non pensavamo di esaurire tutto nell’arco di qualche ora», confida il Vincenzo Tiri, terza generazione di panificatori acheruntini e colui che ha convinto i genitori a produrre anche panettoni, insieme al pane
Da Acerenza a Milano il super panettone di Vincenzo Tiri
di Michele Pizzillo

ACERENZA - Ogni presenza sulla piazza milanese, un successo. Ogni novità, subito degustata e acquistata, tanto che a «Re Panettone», la manifestazione che celebra il più tipico dei dolci milanesi, la premiata forneria Tiri di Acerenza, dopo poche ore sospende le vendite di panettone per mancanza di merce. «Non pensavamo di esaurire tutto nell’arco di qualche ora», confida il Vincenzo Tiri, terza generazione di panificatori acheruntini e colui che ha convinto i genitori a produrre anche panettoni, insieme al pane. Hanno fatto bene ad “accontentare” questo giovane e bravo panettiere-pasticcere che insieme al fratello Giuseppe ha voglia di portare in giro per il mondo in panettone «made in Acerenza». Anche i genitori avevano rotto la tradizione che li avrebbe voluti solo fornai. Decisero di diventare panificatori, e in una cittadina dove la gente preferiva farselo in casa il pane.

Così Vincenzo ha deciso di diventare produttore di un panettone sublime. C’è riuscito bene. Visto che oltre al successo di «Re Panettone», c’è la degustazione alla cieca organizzata sempre a Milano per segnalare i dieci migliori panettoni d’Italia: quello di Acerenza è risultato il quinto, per qualità. Quindi, uno dei grandi panettoni italiani; eccellenza da esportazione, insomma.

D’altronde i manager di un’azienda chimica del lodigiano, già prima della degustazione milanese, avevano chiesto a Tiri di preparare 700 panettoni (la produzione totale è sui 4.000 pezzi) che hanno omaggiato a dipendenti e clienti sparsi nel mondo. Hanno scelto il panettone classico, per gli stranieri. Viceversa, per dipendenti e clienti nazionali, la preferenza è caduta sui panettoni interpretati: dal farcito di cioccolato bianco e caffè a quello con mandarino, limone e arancia canditi in casa e aromatizzati con il rosmarino. «È il classico quello che incontra i gusti del buongustaio», dice Vincenzo godendosi il successo ottenuto con l’inserimento fra i dieci migliori panettoni d’Italia. Oltretutto nella capitale del panettone. E pensare che questo forno di Acerenza ha iniziato a produrre panettoni artigianali solo nel 2007. In pochi anni è arrivato in cima alla scala della qualità. Senza sedersi sugli allori: «anche la qualità può migliorare», dice, saggiamente, l’artista del gusto di Acerenza.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie