Giovedì 15 Aprile 2021 | 03:40

NEWS DALLA SEZIONE

Ultim'ora
Taranto, la Procura barese indaga sui lavori del nuovo ospedale

Taranto, la Procura barese indaga sui lavori del nuovo ospedale

 
Il caso
Taranto, pressing su Mittal per il reintegro del dipendente licenziato dopo post su Fb

Taranto, pressing su Mittal per il reintegro del dipendente licenziato dopo post su Fb

 
Il virus
Vaccini in Puglia, somministrate 845mila dosi: + 30mila, oltre 40mila inoculazioni dai medici di base

Vaccini in Puglia, somministrate 845mila dosi: oltre 40mila inoculazioni dai medici di base. Ma Pfizer non basta

 
Momenti di panico
Foggia, «Attenzione il Teatro Giordano va a fuoco»: falso allarme, è solo vapore

Foggia, «Attenzione il Teatro Giordano va a fuoco»: falso allarme, è solo vapore

 
Calcio serie C
Verso Bari-Palermo, il commento di Perinetti

Verso Bari-Palermo, il commento di Perinetti

 
L'indagine
Sesso a pagamento e Covid: anche in Puglia e Basilicata escort più cercate di parrucchieri e ristoranti

Sesso a pagamento e Covid: anche in Puglia e Basilicata escort più cercate di parrucchieri e ristoranti

 
Il bollettino nazionale
Covid in Italia, 16.168 nuovi casi e 469 morti nelle ultime 24 ore

Covid in Italia, 16.168 nuovi casi e 469 morti nelle ultime 24 ore

 
I dati
In Puglia c'è un esercito di 24mila aziende agricole tutte in «rosa»

In Puglia c'è un esercito di 24mila aziende agricole tutte in «rosa»

 
Lotta al virus
Covid, il braccio destro di Figliuolo Battistini incontra Bardi: «Esportiamo modello Basilicata»

Covid, il gen. Battistini, braccio destro di Figliuolo, incontra Bardi: «Esportiamo modello Basilicata»

 
Lo studio legale
Bari, Polis Avvocati continua a crescere

Bari, Polis Avvocati continua a crescere

 
Lotta al virus
Puglia, anche gli odontoiatri inizieranno a vaccinare negli hub: accordo siglato

Puglia, anche gli odontoiatri inizieranno a vaccinare negli hub: accordo siglato

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari calcio, contro il Palermo torna Celiento?

Bari calcio, contro il Palermo torna Celiento?

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariUltim'ora
Taranto, la Procura barese indaga sui lavori del nuovo ospedale

Taranto, la Procura barese indaga sui lavori del nuovo ospedale

 
TarantoIl caso
Taranto, pressing su Mittal per il reintegro del dipendente licenziato dopo post su Fb

Taranto, pressing su Mittal per il reintegro del dipendente licenziato dopo post su Fb

 
FoggiaMomenti di panico
Foggia, «Attenzione il Teatro Giordano va a fuoco»: falso allarme, è solo vapore

Foggia, «Attenzione il Teatro Giordano va a fuoco»: falso allarme, è solo vapore

 
PotenzaIl virus
Vaccini, Bardi: «Modello Basilicata scelto anche a livello nazionale»

Vaccini, Bardi: «Modello Basilicata scelto anche a livello nazionale»

 
MateraL'inchiesta
Matera, inchiesta sull'ex dg Asm: il gup archivia

Matera, inchiesta sull'ex dg Asm: il gup archivia

 
BrindisiIl caso
Versalis a Brindisi, stop agli impianti per nuova torcia a terra

Versalis a Brindisi, stop agli impianti per nuova torcia a terra

 
LecceIl caso
Lequile, avvistata la pantera vicino a un market da un autista

Lequile, nuovo avvistamento della pantera: era vicino un market

 
BatL'episodio
Barletta, viola coprifuoco e aggredisce poliziotto per evitare sanzione: arrestato

Barletta, viola coprifuoco e aggredisce poliziotto per evitare sanzione: arrestato

 

i più letti

Giovani recuperano terreni La crisi? Si può combattere anche a colpi di... zafferano

CASTELGRANDE - Ripartire dal proprio territorio, sfruttare le potenzialità intrinseche della propria terra per creare opportunità di business e inventarsi un lavoro. È ciò che sta succedendo a Castelgrande, tra i protagonisti di un intervento di innovazione coordinato da Basilicata Innovazione, che ha spinto un gruppo di ragazzi a utilizzare terreni abbandonati e in disuso per la coltivazione dello zafferano. Pochi mesi fa Basilicata Innovazione ha avviato uno studio di fattibilità
Giovani recuperano terreni La crisi? Si può combattere anche a colpi di... zafferano
CASTELGRANDE - Ripartire dal proprio territorio, sfruttare le potenzialità intrinseche della propria terra per creare opportunità di business e inventarsi un lavoro. È ciò che sta succedendo a Castelgrande, tra i protagonisti di un intervento di innovazione coordinato da Basilicata Innovazione, che ha spinto un gruppo di ragazzi a utilizzare terreni abbandonati e in disuso per la coltivazione dello zafferano. Pochi mesi fa Basilicata Innovazione ha avviato uno studio di fattibilità, in collaborazione con la Scuola di Scienze Agrarie, Forestali, Alimentari ed Ambientali dell’Università degli Studi della Basilicata, volto ad individuare metodologie innovative per l’estrazione di principi attivi utili alla realizzazione di miele monofloreale e prodotti per l’industria nutraceutica e cosmetica.

Basilicata Innovazione ha inizialmente individuato una rosa di piante officinali, per natura adattabili a particolari condizioni ambientali, chimico-fisiche e climatiche del territorio lucano, e ha allestito dei campi sperimentali per verificarne l’effettiva coltivabilità. I terreni si sono rivelati particolarmente idonei alla coltivazione dello zafferano (Crocus Sativus), con grande soddisfazione della referente delle attività Federica Laguardia, broker tecnologico Basilicata Innovazione, e del responsabile scientifico del progetto, il prof. Vincenzo Candido dell’Unibas. Da qui il «guizzo imprenditoriale » di un gruppo di giovani di Castelgrande, desiderosi di reinventarsi il proprio lavoro nella terra d’origine e che, d’accordo con il sindaco del paese Domenico Alberto Muro, vorrebbe impiegare alcuni terreni comunali per la coltivazione di questa gustosa pianta aromatica.

«Questo è l’optimum - dice Andrea Trevisi, direttore di Basilicata Innovazione - che gli interventi di Basilicata Innovazione desiderano raggiungere: favorire lo sviluppo dell’economia in Basilicata, la competitività basata sull’innovazione e la valorizzazione delle risorse locali; e, perché no, porre le basi per nuove intuizioni imprenditoriali. Basilicata Innovazione – continua Trevisi - ha il merito di aver fornito a questi ragazzi delle basi concrete su cui fondare la propria idea di business, attraverso uno studio di fattibilità che ha portato in breve tempo risultati tangibili e che, per la natura stessa degli interventi compiuti della nostra struttura, sono messi a disposizione di tutti i cittadini lucani».
La scorsa settimana si è tenuto un convegno a Castelgrande, dal titolo «Lo Zafferano in Basilicata - idee e proposte per nuove colture», organizzato dal Gal Csr Marmo Melandro, in sinergia con il Comune di Castelgrande, nell’ambito dell’iniziativa itinerante Agricoltour.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie