Domenica 15 Dicembre 2019 | 08:57

NEWS DALLA SEZIONE

Via 53mila persone
Bomba day

Brindisi, evacuazione all'alba per bomba-day: città deserta, artificieri Esercito al lavoro

 
sindacato giornalisti
Congresso Assostampa Puglia: Martellotta rieletto presidente fino al 2023

Congresso Assostampa Puglia: Martellotta rieletto presidente fino al 2023

 
serie a
Tonfo del Lecce: a Brescia finisce 3-0 FOTO

Tonfo del Lecce in trasferta: a Brescia finisce 3-0 FOTO

 
La vicenda
Popolare Bari, sindacati e consumatori: tutelare 3mila lavoratori e 70mila azionisti

Popolare Bari, sindacati e consumatori: tutelare 3mila lavoratori e 70mila azionisti
Dalle aziende al Bari calcio: 7 indagini

 
criminalità
Bari, comandante provinciale cc: «Reati in flessione, città più sicura»

Bari, comandante provinciale cc: «Reati in flessione, città più sicura»

 
nel Foggiano
Manfredonia, barche «in regola», ma senza controlli: arrestati 4 militari Capitaneria

Manfredonia, barche risultavano «in regola»: arrestati 2 militari Capitaneria, 27 indagati

 
il siderurgico
Mittal, da oggi stop ad Altoforno 2, un mese per smaltire il residuo

Mittal, da oggi stop ad Altoforno 2, un mese per smaltire il residuo

 
la denuncia
Lecce, ex poliziotto su Facebook: «Accoltellato dalla mia ex moglie»

Lecce, ex poliziotto su Facebook: «Accoltellato dalla mia ex moglie»

 
assoluti
Nuoto, Pilato e Di Liddo reginette dei 100 rana e farfalla

Nuoto, Pilato e Di Liddo reginette dei 100 rana e farfalla

 
nel Foggiano
Lucera, spararono a 18enne in centro davanti ai passanti indifferenti: 3 arresti

Lucera, spararono a 18enne in centro davanti ai passanti indifferenti: 3 arresti

 
L'inchiesta
Venduti migliaia di quadri falsi di Nino Caffè in tutta Italia: indagini a Bari, 23 rinviati a giudizio

Bari, falsi quadri Nino Caffè venduti in tutta Italia: 23 a processo

 

Il Biancorosso

serie c
Bari: senza Di Cesare e Scavone, a Caserta per chiudere l'andata in bellezza

Bari: senza Di Cesare e Scavone, a Caserta per chiudere l'andata in bellezza

 

NEWS DALLE PROVINCE

BrindisiVia 53mila persone
Bomba day

Brindisi, evacuazione all'alba per bomba-day: città deserta, artificieri Esercito al lavoro

 
GdM.TVAllarme bomba
Bari, borsone sospetto su  panchina davanti alla stazione: traffico bloccato, zona transennata

Bari, borsone sospetto su panchina davanti alla stazione: traffico bloccato, zona transennata

 
Leccenel Leccese
Lizzanello, colpi di pistola contro vetrina parrucchiere: indagano i cc

Lizzanello, colpi di pistola contro vetrina parrucchiere: indagano i cc

 
Tarantosulla SS 106
Taranto, guida ubriaco con 200 stecche di sigarette nel portabagagli: denunciato

Taranto, guida ubriaco con 200 stecche di sigarette nel portabagagli: denunciato

 
Foggianel Foggiano
Manfredonia, barche «in regola», ma senza controlli: arrestati 4 militari Capitaneria

Manfredonia, barche risultavano «in regola»: arrestati 2 militari Capitaneria, 27 indagati

 
Materanel Materano
Base logistica mafia lucana a Bernalda: un altro fermo

Base logistica mafia lucana a Bernalda: un altro fermo

 
Batil caso
Bat, concorso funzionari ex Provincia: c'è l'ombra di una parentopoli

Bat, concorso funzionari ex Provincia: c'è l'ombra di una parentopoli

 
HomeMaltempo in Basilicata
Lauria, vento spazza via tetto di una palestra: ci sono feriti

Lauria, tromba d'aria spazza via tetto del PalaAlberti: 8 feriti, grave 28enne VD/FT

 

i più letti

Dimessa dall’ospedale giovane mamma muore dopo pochi minuti

di MASSIMO BRANCATI
POTENZA - S’indaga per omicidio colposo. Una giovane donna, Giusy Nigro, 24 anni, di Melfi, è morta ieri pochi minuti dopo essere stata dimessa dal reparto di Neurologia dell’ospedale San Carlo di Potenza dove era stata ricoverata per una lombosciatalgia. Si può morire di lombosciatalgia? Certo che no. Ma allora cos’ha spezzato la giovane vita di Giusy? Dovrà chiarirlo la magistratura che ha aperto un fascicolo per omicidio colposo. È stata disposta, com’è prassi in questi casi, un’autopsia
Cordoglio di Papa Francesco per la donna morta a Melfi
Dimessa dall’ospedale giovane mamma muore dopo pochi minuti
di MASSIMO BRANCATI

POTENZA - S’indaga per omicidio colposo. Una giovane donna, Giusy Nigro, 24 anni, di Melfi, è morta ieri pochi minuti dopo essere stata dimessa dal reparto di Neurologia dell’ospedale San Carlo di Potenza dove era stata ricoverata per una lombosciatalgia. Ma ricostruiamo i fatti. Reduce dal parto cesareo per il secondogenito all’ospedale di Melfi, Giusy, appena tornata a casa, accusa forti dolori alla schiena di fronte ai quali i familiari la convincono a fare degli accertamenti all’ospedale San Carlo di Potenza. Qui, nel reparto di Neurologia, viene sottoposta ad una serie di esami dai quali non emerge nulla di particolare. Di qui le dimissioni disposte ieri verso l’ora di pranzo. In compagnia del marito e del padre, Giusy si allontana in auto, ma dopo circa 500 metri avverte un malore e torna indietro, nello stesso reparto del padiglione B. In pochi minuti la situazione precipita e la donna perde i sensi. Subito scattano i soccorsi e la giovane mamma viene portata nel reparto di rianimazione, ma non c’è più niente da fare. Il suo cuore cessa di battere.

Si può morire di lombosciatalgia? Certo che no. Ma allora cos’ha spezzato la giovane vita di Giusy? Dovrà chiarirlo la magistratura che ha aperto un fascicolo per omicidio colposo. È stata disposta, com’è prassi in questi casi, un’autopsia i cui risultati sveleranno i motivi del decesso. Un fatto è certo: nel reparto di Neurologia sono stati fatti esami indirizzati ad accertare esclusivamente le ragioni del disturbo per il quale la ragazza era stata ricoverata. Non resta, al momento, che fare delle ipotesi. Potrebbe essere stato un embolo post- operatorio, un infarto o un concatenarsi di cause. In attesa che la magistratura faccia il suo corso, anche l’azienda sanitaria San Carlo ha aperto un’inda gine interna. La direzione generale ha dato immediatamente mandato alla direzione sanitaria di raccogliere tutte le informazioni utili alla ricostruzione della tragica vicenda per la quale esprime il proprio cordoglio ai familiari. A Melfi, intanto, si piange. Giusy lascia due figli, un bimbo di 18 mesi e una neonata.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie