Mercoledì 20 Novembre 2019 | 17:59

NEWS DALLA SEZIONE

il caso
Evasione fiscale: sequestrati 6mln di euro di beni a Vucinic, ex Lecce e Juve

Evasione fiscale: sequestrati beni per 6mln a Vucinic, ex Lecce e Juve

 
l'evento
A Bari, Brindisi e Taranto il Forum delle Giornaliste del Mediterraneo: tre giorni di diritti

A Bari, Brindisi e Taranto il Forum delle Giornaliste del Mediterraneo: tre giorni di diritti

 
la svolta
Dj salentino impiccato nel 2015, perizia: «Il cellulare era da un'altra parte»

Dj salentino impiccato nel 2015, perizia: «Il cellulare era da un'altra parte»

 
agricoltura
Patto di Sviluppo Rurale, il Tar blocca anche i soldi per i giovani

Patto di Sviluppo Rurale, il Tar blocca anche i soldi per i giovani

 
Nel Barese
Altamura, discarica a cielo aperto di rifiuti pericolosi: denunciata coppia

Altamura, discarica a cielo aperto di rifiuti pericolosi: denunciata coppia

 
l'indagine
Regione Puglia, nuove accuse a capo gabinetto Emiliano: alla moglie fondi Ue per la formazione

Regione Puglia, nuove accuse a capo gabinetto Emiliano: alla moglie fondi Ue per la formazione

 
il giallo
Potenza, morta in casa sepolta da rifiuti ed escrementi: è mistero

Potenza, morta in casa sepolta da rifiuti ed escrementi: è mistero

 
il siderurgico
Mittal, prosegue presidio aziende indotto: «Paghino, o domani si spegne tutto». Taranto e Regione si costituiranno in giudizio

Mittal, ispezione commissari in azienda: «Riserve al minimo». Confindustria, nessun pagamento indotto. Zingaretti a Taranto: «Non so se tavolo può ripartire»

 
nel Foggiano
Fiamme nel «ghetto» di Borgo Mezzanone: bruciano almeno 10 baracche

Fiamme nel «ghetto» di Borgo Mezzanone: bruciano almeno 10 baracche

 
L’operazione
Foggia, colpo al «Clan dei Montanari»: 24 misure cautelari da polizia e GdF

Foggia, colpo al «Clan dei Montanari»: 24 arresti da polizia e GdF VIDEO

 

Il Biancorosso

serie c
Frattali, sacrificio necessario: il Bari ha un super «guardiano»

Frattali, sacrificio necessario: il Bari ha un super «guardiano»

 

NEWS DALLE PROVINCE

Baril'iniziativa
Accudire colonie feline: a Bari un corso per «gattari»

Accudire colonie feline: a Bari un corso per «gattari»

 
Foggianel Foggiano
Manfredonia, sigilli a cantiere navale senza autorizzazioni

Manfredonia, sigilli a cantiere navale senza autorizzazioni

 
Potenzail siderurgico
Il caos ex Ilva contagia anche l'Ente Irrigazione Lucano

Il caos ex Ilva contagia anche l'Ente Irrigazione Lucano

 
Leccela svolta
Dj salentino impiccato nel 2015, perizia: «Il cellulare era da un'altra parte»

Dj salentino impiccato nel 2015, perizia: «Il cellulare era da un'altra parte»

 
MateraLa protesta
Matera, operai FerroSud salgono su tetti della fabbrica: «Siamo disperati»

Matera, operai Ferrosud salgono su tetti della fabbrica: «Siamo disperati»

 
BariIl caso
Appalti truccati in Puglia, ex assessore Caracciolo indagato per corruzione

Appalti truccati in Puglia, ex assessore Caracciolo indagato per corruzione

 
Brindisispettacoli
PalaEventi Brindisi, c'è il 'Sì' della Soprintendenza

PalaEventi Brindisi, c'è il 'Sì' della Soprintendenza

 

i più letti

«Food Art Award» a Ceglie Messapica con 57 artisti italiani

di ADELE GALETTA
Prende il via questa sera la quarta edizione di «Food Art Awards», manifestazione artistica, dedicata al tema del cibo. L’evento sarà inaugurato alle 21 nel Centro di Documentazione Archeologica, in via E. De Nicola, dove i lavori saranno esposti, nella sala superiore, sino al 28 agosto. Il tema portante è fortemente contestualizzato sul territorio cegliese, considerata la forte rilevanza assunta negli ultimi anni dalla gastronomia di qualità nel comune della Valle d’Itria
Palagiano, la gastronomia scende in piazza
Musica e vino, a Barile è «Cantinando»
«Food Art Award» a Ceglie Messapica con 57 artisti italiani
di Adele Galetta

Ha preso il via ieri sera la quarta edizione di «Food Art Awards», manifestazione artistica, dedicata al tema del cibo. L’evento è stato inaugurato alle 21 nel Centro di Documentazione Archeologica, in via E. De Nicola, dove i lavori saranno esposti, nella sala superiore, sino al 28 agosto.

Il tema portante è fortemente contestualizzato sul territorio cegliese, considerata la forte rilevanza assunta negli ultimi anni dalla gastronomia di qualità nel comune della Valle d’Itria, che molto sta puntando sulla valorizzazione di questa eccellenza, in tutte le sue forme.

Anche per questo motivo la manifestazione artistica è andata negli anni consolidandosi ed ha attirato una sempre crescente attenzione da parte di artisti, pubblico, e critica.

L’edizione 2013, curata da Cosimo Bellanova, è particolarmente corposa e vede la partecipazione di ben 57 artisti che hanno superato il vaglio della commissione organizzatrice.

Provenienti da ogni parte d’Italia, e non solo, si confronteranno sul tema portante attraverso i più disparati medium artistici (fotografia, pittura, scultura, video, installazioni, performances). La giuria, composta dal critico Damiano Laterza, in veste di Presidente, e dal manager culturale Ilaria Oliva, dalla fotografa Delfina Todisco e dall’Assessore alle attività Turistiche del Comune, Angelo Palmisano, attribuirà il primo premio, del valore di due mila euro, alla migliore opera in concorso, che diventerà patrimonio della città di Ceglie Messapica ed andrà ad arricchire la raccolta delle opere vincitrici delle passate edizioni, in permanente esposizione al pubblico nel museo cittadino.

Vi saranno ulteriori riconoscimenti per altri artisti in concorso, quali menzioni speciali della critica, miglior opera attinente al sottotema (White Food), per la miglior tecnica, miglior artista giovane ed altre eventuali. E nella stessa serata, oltre a conoscere il nome del vincitore, il pubblico potrà assistere alla performance «Not all that rises is bread» (Non è tutto pane quel che lievita) di Isotta Bellomunno, per l’artista napoletana l’installazione simboleggia una visione della città dell’artista, Napoli, ferita a morte ma sempre vitale, con un “lievito” interiore che riesce a farla sopravvivere anche ai mali più terribili.

Impastare, lavorare il pane su di una bara. Bara che funge da madia. La ricetta è la stessa di sempre: acqua, farina, lievito ed olio. La lavorazione è artigianale e vede l’artista alle prese con l’impasto. I capelli lunghi, il trucco curato, l’abito nero, la pastosità del materiale, lievemente attaccaticcio, ci consegna di lei un’immagine matronale, che cozza con il concetto. Alla fine la performance termina con la lievitazione: un chiodo di ferro,che rappresenta la piaga, infisso nella pasta, dà, con i suoi spostamenti, il senso del crescere e del divenire; e la lievitazione, simbolo di nascita, ricrescita e vita, si contrappone al cofano funebre che rappresenta perfettamente l’opposto. L’evento è ideato e organizzato dall’Amministrazione Comunale, Assessorato alla Cultura e Assessorato alle Politiche Turistiche e patrocinato dalla Regione Puglia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie