Martedì 27 Ottobre 2020 | 01:19

NEWS DALLA SEZIONE

La manifestazione
Lecce, nuovo Dpcm: tensioni in piazza, forzato cordone Polizia. «Meglio morire di Covid che di fame»

Lecce, nuovo Dpcm: tensioni in piazza, forzato cordone Polizia. «Meglio morire di Covid che di fame»

 
I dati
Virus, in Italia calano i contagi, 17mila in 24 ore. Anche 141 morti

Virus, in Italia calano i contagi, 17mila in 24 ore. Anche 141 morti. Isolati 5 varianti virus: più aggressivo e si replica meglio

 
Serie C
Bari tocca a te: alle 21 contro il Catania vietato fallire

Bari tocca a te: alle 21 contro il Catania vietato fallire

 
Il bollettino
Puglia, 414 nuovi casi: meno di ieri, ma tasso contagio resta alto (12%). Altri 10 morti (quasi tutti nel Barese)

Puglia, 424 casi: meno di ieri, ma tasso contagio resta alto (12%). Altri 10 morti (quasi tutti nel Barese), 43 nuovi ricoveri

 
serie C
Palermo-Potenza, salta la partita di giovedì: 19 giocatori siciliani positivi al Covid

Palermo-Potenza, salta la partita di giovedì: 19 giocatori siciliani positivi al Covid

 
paura contagio
Covid, pronte linee guida per maggiore uso test antigenici nelle Asl

Covid in Puglia, via libera ad uso maggiore test antigenici nelle Asl

 
la provocazione
Taviano, #iorestoaperto: gestore cinema sfida norme Dpcm

Taranto, nuovo Dpcm: titolare palestra si incatena. E nel Leccese gestore cinema: #iorestoaperto, ma poi ci ripensa

 
la protesta
Puglia, ritardi internalizzazione sanità: sindacati verso lo sciopero

Puglia, ritardi internalizzazione sanità: sindacati verso lo sciopero

 
indagini della gdf
Matera, scoperta truffa fondi europei per il turismo: diverse persone coinvolte

Matera, scoperta truffa fondi europei per il turismo: diverse persone coinvolte

 
dati regionali
Covid, in Basilicata durante week end 93 nuovi positivi (8 residenti in Puglia) su 1315 tamponi

Covid, in Basilicata durante week end 93 nuovi positivi (8 residenti in Puglia) su 1315 tamponi

 
L'intervista
Il cardinale Semeraro alla Gazzetta: «Anch’io sorpreso...»

Il cardinale Semeraro alla Gazzetta: «Anch’io sorpreso...»

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari, al San Nicola prima vittoria di stagione: battuto 4-1 il Catania

Bari, al San Nicola prima vittoria di stagione: battuto 4-1 il Catania

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariLa chiusura
Covid, il Dpcm «spegne» Bari: dall'Umbertino a Bari vecchia. Così orso Vittorio Emanuele Video

Covid, il Dpcm «spegne» Bari: dalla città vecchia all'Umbertino a corso Vittorio Emanuele Video

 
FoggiaIl contagio
Rodi, in scuola 25 bimbi e 9 insegnanti positivi. Sindaco: alunni in ottima salute

Rodi, in scuola 25 bimbi e 9 insegnanti positivi. Sindaco: alunni in ottima salute

 
LecceLa manifestazione
Lecce, nuovo Dpcm: tensioni in piazza, forzato cordone Polizia. «Meglio morire di Covid che di fame»

Lecce, nuovo Dpcm: tensioni in piazza, forzato cordone Polizia. «Meglio morire di Covid che di fame»

 
Taranto2 novembre
Taranto, ingressi contingentati al cimitero per la commemorazione dei defunti

Taranto, ingressi contingentati al cimitero per la commemorazione dei defunti

 
PotenzaControlli dei CC
Malfi, in deposito agricolo nascondeva armi e munizioni: arrestato 46enne

Melfi, in deposito agricolo nascondeva armi e munizioni: arrestato 46enne

 
Batl'intervista
Pedopornografia on line, don Fortunato: «Non si abbassi la soglia di attenzione»

Pedopornografia on line, don Fortunato: «Non si abbassi la soglia di attenzione»

 
Materacontrolli della ps
Matera, si affaccia al balcone e spaccia stupefacenti: arrestato pusher 46enne

Matera, si affaccia al balcone e spaccia stupefacenti: arrestato pusher 46enne

 
Brindisiopere pubbliche
Ceglie Messapica, lavori alla torre finalmente ripresi

Ceglie Messapica, lavori alla torre finalmente ripresi

 

i più letti

Ilva spegne l’altoforno 2 altri 800 in solidarietà «Lo stabilimento in mano a un direttore-ombra»

di FULVIO COLUCCI 
TARANTO - Chiusura di tre mesi, da luglio, dell'altoforno numero due all'Ilva e avvio, anticipato di un anno, dei lavori di ristrutturazione previsti dall'Aia (Autorizzazione integrata ambientale). Soluzione del rapporto con i cosiddetti «fiduciari» finiti nel mirino della magistratura: i «tecnici» assunti da Riva Fire dovranno scegliere, entro dieci giorni, tra l'inquadramento nella nuova Ilva spa o le dimissioni. La produzione scenderà da 17mila a 13mila tonnellate di ghisa giornaliere. Ottocento i lavoratori in esubero
Usb denuncia: fermano gli impianti ma non li adeguano
Ex presidente provincia di Taranto Florido resta ai domiciliari
Ilva spegne l’altoforno 2 altri 800 in solidarietà «Lo stabilimento in mano a un direttore-ombra»
di FULVIO COLUCCI 

TARANTO - Chiusura di tre mesi, da luglio, dell'altoforno numero due all'Ilva e avvio, anticipato di un anno, dei lavori di ristrutturazione previsti dall'Aia (Autorizzazione integrata ambientale). Soluzione del rapporto con i cosiddetti «fiduciari» finiti nel mirino della magistratura: i «tecnici» assunti da Riva Fire dovranno scegliere, entro dieci giorni, tra l'inquadramento nella nuova Ilva spa o le dimissioni. I sindacati parlano di «segnali di discontinuità col passato» dopo l'incontro di ieri mattina in fabbrica, ma sono guardinghi nel commentare il faccia a faccia delle segreterie di Fiom, Fim e Uilm con il capo del personale dell'Ilva, Enrico Martino. Bene la decisione di anticipare le opere dell'Aia, andando incontro alla richiesta già formulata dai sindacati e approfittando della chiusura per mancanza di commesse produttive dovuta alla crisi di mercato. Chiaro è l'altro segnale lanciato con la presa di posizione sui «fiduciari» alle dirette dipendenze della famiglia Riva.

Fim e Uilm si sono espresse favorevolmente: «Denunciavamo da tempo la situazione e la decisione di fare chiarezza è una svolta», commenta il segretario generale della Uilm, Antonio Talò. «È la vittoria dopo una battaglia di anni, raggiungevamo accordi con la direzione dell'Ilva e poi sugli impianti era difficile farli rispettare per queste presenze», ricorda Enzo Castronuovo della segreteria Fim Cisl. Più drastica la posizione di Donato Stefanelli, segretario generale della Fiom Cgil: «Quel sistema era poco trasparente, perciò chiunque è coinvolto non deve avere la possibilità di scegliere. Va rimosso immediatamente».

Era la prima volta che le parti discutevano dopo il commissariamento delle acciaierie deciso dal governo e dopo la nomina di Enrico Bondi. Lo stop imposto all'altoforno 2, comporterà l'effetto a catena di temporanei fermi dell'acciaieria 1 (due settimane di marcia ridotta, due settimane di blocco), dell'agglomerato, del reparto sottoprodotti e di alcune aree di servizi come le pulizie industriali.

La produzione scenderà da 17mila a 13mila tonnellate di ghisa giornaliere. Ottocento i lavoratori in esubero. Si farà ricorso al contratto di solidarietà (all'Ilva è previsto l'utilizzo con un tetto massimo di poco più di 3mila 700 lavoratori). Con le nuove fermate si arriverebbe a 2mila dipendenti in solidarietà anche se tutto sarà definito nel nuovo incontro azienda-sindacati della prossima settimana (19 giugno). In quel frangente non dovrebbero essere ridiscussi i numeri del contratto, ma i reparti interessati all'applicazione dell'ammortizzatore sociale (alcuni come l'agglomerato, inizialmente, non rientravano nel provvedimento). Durante il vertice si dovrebbe tornare a discutere dell'applicazione dell'Aia. ...

(La notizia completa sull'edizione della Gazzetta in edicola o scaricabile qui)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie