Giovedì 16 Luglio 2020 | 19:40

NEWS DALLA SEZIONE

la decisione
Morti in bici sulla Barletta-Andria: lutto cittadino per i funerali

Morti in bici sulla Barletta-Andria: lutto cittadino per i funerali

 
fase 3
Puglia, bando «Start»: 15mila domande in 24 ore

Puglia, bando «Start»: 15mila domande in 24 ore

 
Dati nazionali
Coronavirus in Italia, cresce curva nuovi contagi (+230) e altri 20 morti: superate 35mila vittime

Coronavirus in Italia, cresce curva nuovi contagi (+230) e altri 20 morti: superate 35mila vittime

 
il giallo
Barese 46enne trovato morto in furgone vicino Bologna: forse un malore

Barese 46enne trovato morto in furgone vicino Bologna: forse un malore

 
produzione vino
Puglia, via libera dalla Regione a 2,8 mln di euro per le imprese vitivinicole

Puglia, via libera dalla Regione a 2,8 mln di euro per le imprese vitivinicole

 
sanità
Puglia, nasce Centrale operativa di telemedicina delle cronicità

Puglia, nasce Centrale operativa di telemedicina delle cronicità

 
L'agenzia pugliese
Puglia, direttore generale Arif: la giunta regionale designa Ferraro

Puglia, direttore generale Arif: la giunta regionale designa Ferraro

 
caporalato
Taranto, sfrutta operai stranieri in azienda agricola: denunciato imprenditore, sequestri

Taranto, sfrutta operai stranieri in azienda agricola: denunciato imprenditore, sequestri

 
Politica
Emiliano e le primarie Pd: indagine trasferta a Torino

Emiliano e le primarie Pd: indagine trasferita a Torino

 
Agricoltura
Xylella, il ministero sblocca altri 30 milioni. Bellanova: «Acceleriamo gli aiuti»

Xylella, il ministero sblocca altri 30 milioni. Bellanova: «Acceleriamo gli aiuti»

 

Il Biancorosso

Calcio
Bari-Carrarese, la fabbrica del gol duello di arieti con numeri e primati

Bari-Carrarese, la fabbrica del gol: duello di arieti con numeri e primati

 

NEWS DALLE PROVINCE

Batla decisione
Morti in bici sulla Barletta-Andria: lutto cittadino per i funerali

Morti in bici sulla Barletta-Andria: lutto cittadino per i funerali

 
Bariil giallo
Barese 46enne trovato morto in furgone vicino Bologna: forse un malore

Barese 46enne trovato morto in furgone vicino Bologna: forse un malore

 
Tarantoil provvedimento
Taranto, approvato schema per istituzione Parco Mar Piccolo

Taranto, approvato schema per istituzione Parco Mar Piccolo

 
Potenzafase 3
Riaprono al pubblico altri 2 musei a Metaponto e Maratea

Riaprono al pubblico altri 2 musei a Metaponto e Maratea

 
Leccel'identificazione
Gallipoli rissa davanti a discoteca, 10 nei guai: si cerca autore lesioni ad un napoletano

Gallipoli rissa davanti discoteca, 10 nei guai: si cerca autore lesioni a napoletano

 
FoggiaUniversità
Gabriele, dott. in Economia a 20 anni con il sogno di fare il commercialista

Foggia: Gabriele, dottore in Economia a 20 anni con il sogno di fare il commercialista

 
Brindisil'annuncio
Brindisi, al Cara di Restinco positivo al Covid uno degli 80 migranti trasferiti

Brindisi, al Cara di Restinco positivo al Covid uno degli 80 migranti trasferiti

 
Materadalla polizia
Matera, tenta di violentare donna in un vicolo: arrestato

Matera, tenta di violentare donna in un vicolo: arrestato

 

i più letti

Gli esperti americani: i dati sull’inquinamento di Taranto non allarmano

di MARIA ROSARIA GIGANTE
Inquinamento, i dati a disposizione non confermano gli allarmismi. Ma soprattutto, stando a ciò che si conosce oggi, non è possibile stabilire un’esatta relazione tra i livelli di emissione dell’acciaieria dell’Ilva e gli effetti sulla salute della popolazione. Il Centro studi Ilva affida a tre studiosi americani della società di consulenza Exponent, ritenuta leader mondiale nelle ricerche legate a inquinamento e salute, una sorta di operazione verità. E’ stato questo, ieri a Taranto nella cornice dell’Histò San Pietro sul Mar Piccolo, l’obiettivo dell’incontro sul tema: «Diossina e salute: le esperienze internazionali» 
Gli esperti americani: i dati sull’inquinamento di Taranto non allarmano
di MARIA ROSARIA GIGANTE
Inquinamento, i dati a disposizione non confermano gli allarmismi. Ma soprattutto, stando a ciò che si conosce oggi, non è possibile stabilire un’esatta relazione tra i livelli di emissione dell’acciaieria dell’Ilva e gli effetti sulla salute della popolazione. Il Centro studi Ilva affida a tre studiosi americani della società di consulenza Exponent, ritenuta leader mondiale nelle ricerche legate a inquinamento e salute, una sorta di operazione verità. E’ stato questo, ieri a Taranto nella cornice dell’Histò San Pietro sul Mar Piccolo, l’obiettivo dell’incontro sul tema: «Diossina e salute: le esperienze internazionali». 

I tre relatori chiamati a sostenere le ragioni scientifiche di una posizione di prudenza e della richiesta di approfondimenti sono Walter J. Shields, scienziato e direttore della practice «Scienze della terra ed ambientali»; Donald G. Patterson, membro del Senior Biomedical Research Service nella divisione Organic Analytical Toxicology per la Salute ambientale presso i centri per il controllo e la prevenzione delle Malattie di Atlanta; Suresh H. Moolgavkar, professore di Epidemiologia e Corporate vice president e direttore del Centro di epidemiologia, biostatistica e biologia computazionale. A coordinare i lavori, in qualità di moderatore, Carlo Monti, senior managing scientist. Dai relatori al moderatore, tutti esperti e componenti della Exponent, la società a cui l’Ilva ha chiesto di studiare il caso Taranto e che per questo obiettivo ha messo in campo venti scienziati ed ingegneri. Senza che venga mai esplicitamente ammesso, è sin fin troppo evidente il tentativo di mettere in piedi una risposta forte e scientificamente solida alla perizia realizzata nell’ambito della maxi inchiesta condotta a Taranto dal gip Todisco contro l’inquinamento prodotto dall’Ilva. A spiegare, invece, gli obiettivi che l’Ilva si è posta con l’incontro di ieri e, più in generale, con i primi tre appuntamenti annuali già realizzati, è il direttore del Centro studi Ilva, Giancarlo Quaranta. 

«L'intento - dice - è quello di proporre alcune riflessioni sulla misurazione degli agenti inquinanti, sull'identificazione delle fonti e sulle possibili correlazioni con la salute umana. Solo pochi gli accenni alla situazione specifica di Taranto - continua Quaranta - . I dati a disposizione, così ci dicono gli studiosi, non confermano gli allarmismi di alcuni ma certo è necessario continuare il dialogo sforzandosi tutti di attenersi alle regole del dibattito scientifico che impone un continuo confronto tra metodologie, matrici di lettura dei dati, valutazione dei risultati. A tracciare un quadro veritiero non ci si arriva senza questo processo di confronto». L’operazione confronto e verità ha visto tre distinti momenti: martedì una prima giornata di riflessioni con il management industriale, ieri il dibattito pubblico con enti ed istituzioni, quest’o ggi un momento di confronto a Roma con parlamentari e autorità di controllo. Sostanzialmente questa la mission dei tre studiosi: Shields è stato chiamato ad illustrare metodi e limiti dei processi di misurazione della concentrazione di inquinanti, diossina-ipa-pcb. A Patterson è toccato raccontare dell'esperienza internazionale nella misurazione della concentrazione di diossina, pcb e furani negli organismi umani. Moolgavkar ha delineato, infine, la difficoltà nell’analisi degli impatti di lungo e breve termine dell'inquinamento dell'aria sulla mortalità

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie