Mercoledì 18 Settembre 2019 | 23:39

NEWS DALLA SEZIONE

Tragedia sfiorata
Melendugno, piccolo aereo atterra su muretto a secco: 2 feriti

Melendugno, piccolo aereo si schianta contro muretto a secco: 2 feriti

 
Nordbarese
Scontro treni Ferrotramviaria: Tribunale rigetta patteggiamento capostazione

Scontro treni Ferrotramviaria: Tribunale rigetta patteggiamento capostazione

 
Meteo
Maltempo, allerta arancione sul Gargano: temporali su tutta la Puglia

Maltempo, allerta arancione sul Gargano: temporali su tutta la Puglia

 
La decisione
Ucciso per errore a Carbonara, Cassazione: «Si farà nuovo processo»

Ucciso per errore a Carbonara, Cassazione: «Si farà nuovo processo»

 
postpartita
Più aggressività e più tiri in porta: l'analisi del trionfo del Lecce

Più aggressività e più tiri in porta: l'analisi del trionfo del Lecce

 
nel Nordbarese
Andria, rapina da 4mila euro in un centro scommesse: arrestato 34enne

Andria, rapina da 4mila euro in un centro scommesse: arrestato 34enne

 
nel Barese
Polignano, non rispettano divieto di balneazione: multati due acquascooter

Polignano, non rispettano divieto di balneazione: multati due acquascooter

 
Il caso dress code
Bari, il Riesame anulla sequestro telefoni e pc all'ex giudice Bellomo

Bari, il Riesame anulla sequestro telefoni e pc all'ex giudice Bellomo

 
Arrestato dalla Polizia
Terlizzi, maltrattava la moglie: in cella 53enne per stalking

Terlizzi, maltrattava la moglie: in cella 53enne per stalking

 
A Marconia
Pisticci, chiede il pizzo per restituire fotocamera rubata e rapina la vittima

Pisticci, chiede il pizzo per restituire fotocamera rubata e rapina la vittima

 
In cella un 58enne
Latiano, minaccia di morte la moglie che lo fa arrestare: «Ha una pistola»

Latiano, minaccia di morte la moglie che lo fa arrestare: «Ha una pistola»

 

Il Biancorosso

Serie C
Il Bari non sa vestirsi da Grande: Cornacchini all'ultimo esame

Il Bari non sa vestirsi da Grande: Cornacchini all'ultimo esame

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceTragedia sfiorata
Melendugno, piccolo aereo atterra su muretto a secco: 2 feriti

Melendugno, piccolo aereo si schianta contro muretto a secco: 2 feriti

 
TarantoL'operazione
Taranto, Polstrada scopre officina abusiva a Lama: sanzioni e sequestri

Taranto, Polstrada scopre officina abusiva a Lama: sanzioni e sequestri

 
BatNordbarese
Scontro treni Ferrotramviaria: Tribunale rigetta patteggiamento capostazione

Scontro treni Ferrotramviaria: Tribunale rigetta patteggiamento capostazione

 
BariLa decisione
Ucciso per errore a Carbonara, Cassazione: «Si farà nuovo processo»

Ucciso per errore a Carbonara, Cassazione: «Si farà nuovo processo»

 
BrindisiNel Brindisino
Villa Castelli, il paese festeggia la prima unione civile

Villa Castelli, il paese festeggia la prima unione civile

 
PotenzaA Chiaromonte
In casa fucili e piante di cannabis: arrestato 31enne nel Potentino

In casa fucili e piante di cannabis: arrestato 31enne nel Potentino

 
MateraPreso dai Cc
Tito, ai domiciliari ma spacciava: n cella un 49enne

Tito, ai domiciliari ma spacciava: in cella un 49enne

 
Foggia
Mafia, interdette due società a Foggia: parentela con il boss

Mafia, interdette due società a Foggia: parentela con il boss

 

i più letti

Qualità e ricerca il Politecnico di Bari è al top

di LUCA BARILE
BARI - Se il governo italiano penalizza, la comunità internazionale apprezza. Il paradosso della valutazione delle università statali esce allo scoperto con i risultati ottenuti dal Politecnico di Bari. Nella classifica mondiale degli enti di ricerca di Scimago, la più autorevole a livello globale, l’ateneo è al primo posto tra le 67 accademie pubbliche italiane per la qualità dei lavori scientifici prodotti, staccando tutte le altre, da Milano a Palermo comprese le sedi blasonate come Bologna, Padova e Roma la Sapienza. Soprattutto, il Politecnico barese offusca le concorrenti più dirette, i politecnici di Torino e Milano nei vari settori dell’architettura e dell’ingegneria
• Il rettore: «Eppure il ministero ci valuta come non virtuosi»
Qualità e ricerca il Politecnico di Bari è al top
di Luca Barile

BARI - Se il governo italiano penalizza, la comunità internazionale apprezza. Il paradosso della valutazione delle università statali esce allo scoperto con i risultati ottenuti dal Politecnico di Bari.

Nella classifica mondiale degli enti di ricerca di Scimago, la più autorevole a livello globale, l’ateneo è al primo posto tra le 67 accademie pubbliche italiane per la qualità dei lavori scientifici prodotti, staccando tutte le altre, da Milano a Palermo comprese le sedi blasonate come Bologna, Padova e Roma la Sapienza. Soprattutto, il Politecnico barese offusca le concorrenti più dirette, i politecnici di Torino e Milano nei vari settori dell’architettura e dell’ingegneria.

«Eppure continuiamo a subire i tagli ai finanziamenti dello Stato - commenta il rettore Nicola Costantino - che in base ai suoi criteri di valutazione ha decretato che non siamo un’istituzione virtuosa». Nell’ultimo riparto del fondo di funzionamento ordinario, il budget che viene stanziato dal ministero dell’Università, l’ateneo tecnico barese ha ricevuto poco più di 39 milioni e 630mila euro, con un taglio di 2 milioni e 180mila euro rispetto all’anno precedente, compresa una penalizzazione ulteriore di 600mila euro, rispetto alla media nazionale.

Al contrario, la classifica Scimago institutions ranking (Sir) evidenzia che su 3.042 enti di ricerca considerati nei cinque continenti, il Politecnico è al 642° posto, il 25° in Italia, ma il migliore tra gli atenei statali. Prima dell’ateneo barese, infatti, ci sono una serie di istituti di ricerca medica e ospedali, mentre tra le istituzioni di alta formazione c’è l’Università Vita Salute San Raffaele di Milano, all’ottavo posto tra le italiane (ma è privata) la scuola di Studi superiori Sant’anna di Pisa (pubblica, ma a statuto speciale e quindi non paragonabile al Politecnico) al 23° posto e la Bocconi di Milano al 24°, anch’essa privata.

Nella valutazione, Shimago ha tenuto conto dell’autorevolezza delle riviste scientifiche sulle quali le ricerche delle oltre 3mila istituzioni sono state pubblicate, in riferimento al periodo 2005-2009 e del numero di citazioni che di questi articoli sono state fatte su altri articoli. Un riconoscimento che il Politecnico mette in rapporto alla valutazione del governo nazionale. Il finanziamento del sistema universitario, vale la pena ricordarlo, si riduce di anno in anno dal 2008 e il taglio si aggrava o si riduce per i singoli atenei, come accaduto al Politecnico, in base alla valutazione del ministero.

«Adesso apprendiamo da un’istituzione terza che il lavoro dei nostri ricercatori è più apprezzato di quelle università che sono abbondantemente finanziate - commenta Costantino - e forse sarebbe ora di mettere in discussione alcuni criteri di giudizio del nostro ministero, come il numero di esami superati ogni anno dagli studenti, che di certo non invoglia alla meritocrazia e il tasso di occupazione dei laureati, finora ignorato».

Proprio il divario tra il Nord e il Sud, adesso, diventa un elemento di rivalutazione per tutti i ragazzi che, dopo il diploma delle scuole superiori, emigrano per iscriversi ad università settentrionali. Secondo Svimez, l’associazione che elabora studi sul Mezzogiorno, sono stati 24mila nel 2008.

Ancora due dati. Recentemente sono stati consegnati due riconoscimenti internazionali ad altrettanti docenti del Politecnico: al professor Mario Savino, il prestigioso premio Career excellence award; al ricercatore Marco Liserre, l’Anthony J. Hornfeck service award.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie