Giovedì 18 Luglio 2019 | 08:44

NEWS DALLA SEZIONE

Al San Giacomo
Monopoli, furbetti del cartellino in ospedale: 13 arresti e 30 indagati

Monopoli, furbetti del cartellino in ospedale: 13 arresti e 30 indagati
Coinvolti anche due primari

 
L'amichevole
Calcio, pareggio senza reti tra Bari e Fiorentina Primavera

Calcio, pareggio senza reti tra Bari e Fiorentina Primavera

 
Emergenza abitativa
Foggia, da 14 anni vivono in container invasi da topi e blatte: la protesta delle mamme

Foggia, da 14 anni in container invasi da topi e blatte: la protesta delle mamme

 
Firmata l'intesa
Reddito di cittadinanza: pronti 248 navigator per la Puglia

Reddito di cittadinanza: pronti 248 navigator per la Puglia

 
Femminicidio
San Severo, uccisa dal fidanzato, il legale: è morta annegata, non strangolata

San Severo, uccisa dal fidanzato, il legale: è morta annegata, non strangolata

 
Rivoluzione trasporti cittadini
Bari, con Muvt bus, parcheggi e zsr si pagheranno con un'app

Bari, con Muvt bus, parcheggi e zsr si pagheranno con un'app

 
L'idea di Adp
Il Battesimo del volo attera in Puglia: un attestato per bimbi in aereo per la prima volta

Puglia, battesimo del volo: un attestato per bimbi in aereo per la prima volta

 
Il caso
Violenza di gruppo nel Cara di Bari: in sei a rischio processo

Violenza di gruppo nel Cara di Bari: in sei a rischio processo

 
L'ordinanza
Bari, liquami in mare: divieto di balneazione su tutta la spiaggia di Torre Quetta

Bari, liquami in mare: divieto di balneazione su tutta la spiaggia di Torre Quetta

 
Nel barese
Putignano, GdF sequestra 10mila litri di gasolio agricolo di contrabbando in impresa di autotrasporti

Putignano, GdF sequestra 11 tonnellate di gasolio agricolo di contrabbando in impresa di autotrasporti

 
Nel Foggiano
Orta Nova, commando sequestra camionista e scappa con tir pieno di sigarette

Orta Nova, banda sequestra camionista e scappa con tir pieno di sigarette

 

Il Biancorosso

Oggi amichevole con la FiorentinaCornacchini darà spazio a tutti

Oggi amichevole con la Fiorentina, Cornacchini darà spazio a tutti

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariAl San Giacomo
Monopoli, furbetti del cartellino in ospedale: 13 arresti e 30 indagati

Monopoli, furbetti del cartellino in ospedale: 13 arresti e 30 indagati
Coinvolti anche due primari

 
LecceL'incidente
Lecce, viola il divieto e si tuffa dalla Grotta della Poesia: ferito 45enne

Lecce, viola il divieto e si tuffa dalla Grotta della Poesia: ferito 45enne

 
BatIl rogo
Bisceglie, fiamme in un locale della movida: indagini in corso

Bisceglie, fiamme in un locale della movida: indagini in corso

 
FoggiaEmergenza abitativa
Foggia, da 14 anni vivono in container invasi da topi e blatte: la protesta delle mamme

Foggia, da 14 anni in container invasi da topi e blatte: la protesta delle mamme

 
TarantoAccordo d'intesa
Arcelor Mittal, da incontro azienda-sindacati nasce task force sicurezza

Arcelor Mittal, da incontro azienda-sindacati nasce task force sicurezza

 
PotenzaIl progetto
Potenza, l'idea del sindaco: «Da oggi saremo una città in fiore»

Potenza, l'idea del sindaco: «Da oggi saremo una città in fiore»

 
BrindisiNel brindisino
Mesagne, picchia e minaccia la madre, impedendole di uscire o ricevere visite: una 41enne in libertà vigilata

Mesagne, picchia e minaccia la madre, impedendole di uscire o ricevere visite: una 41enne in libertà vigilata

 
Materadalla Polizia stradale
Sfruttava 5 albanesi irregolari come braccianti: denunciato 61enne nel Materano

Sfruttava 5 albanesi irregolari come braccianti: denunciato 61enne nel Materano

 

i più letti

Punta Perotti-San Giorgio il degrado lungo il mare di Bari

di RUGGERO CRISTALLO
BARI - Da Punta Perotti a Torre a Mare, via San Giorgio, il lungomare è un incubo. Case e villette abbandonate da anni, sventrate dai saccheggiatori, chiuse col filo spinato, prostitute a tutte le ore, mucchi di sporcizia che è stata rimossa durante la pulizia del litorale programmata dall’Amiu ma che nessuno ha ancora rimosso. L’assessore Sannicandro racconta come potrebbe trasformarsi, anche se ci vorranno almeno dieci anni. Prima le Ferrovie dovranno rimuovere i binari
Punta Perotti-San Giorgio il degrado lungo il mare di Bari
di RUGGERO CRISTALLO

BARI - Il degrado inizia proprio lì dove finisce la città con le sue luci e i suoi odori. Immediatamente dopo Punta Perotti, a cento metri dall’ultimo ritrovo di chi mangia patatine dalle paninoteche mobili, l’altra Bari mostra la sua parte peggiore, figlia di anni d’attese e di progetti mai (o non del tutto) realizzati. D’indifferenza e di fin troppo tollerato abusivismo, di degrado all’insegna del «domani ci penserà qualcun altro».

È il lungomare di San Giorgio, lunga striscia d’asfalto rattoppato che finisce a Torre a Mare, interrotto, nella sua innegabile bruttura qui da Torre Quetta, più in là da muretti e camminate pedonali che i baresi ignorano beatamente, ma che le prostitute conoscono come le loro tasche.

Nel corso degli anni, le amministrazioni comunali che si son succedute altro non hanno potuto fare che attingere ai pochi fondi e realizzare interventi di emergenza. A volte, neanche quelli. Occorre così essere ottimisti e avere una visione della vita e della città piuttosto lungimirante per indovinare il futuro di quest’enorme fetta di Bari che abbraccia i quartieri di Japigia da un lato e di Torre a Mare dall’altro.

Oltre alla lungimiranza occorre anche tanta pazienza. Innanzitutto bisogna attendere che le Ferrovie dello Stato liberino tutto il fascio di binari che ora corre parallelo al mare. Una decina d’anni scarsi, pare. Quindi procedere con le opere di riqualificazione. «Se non si inizia a pensare e a progettare il futuro non accadrà mai nulla» dice l’assessore all’urbanistica Elio Sannnicandro. E non gli si può dare torto, quando enuncia le programmazioni insite nel Piano strategico. Quel che si vuol fare del lungomare oggi occupato da ruderi, villette abusive, sporcizia e capannoni colmi di rifiuti è una passeggiata «turistico attrattiva».

«L’idea - spiega Sannicandro - è ricucire con il mare il pezzo di città spezzato in due dal nodo ferroviario». In pratica, lì dove sono i binari, tra una decina d’anni dovrebbe correre la nuova strada che arriva sino a Torre a Mare. Viabilità, dunque, ma anche il «tram del mare», mezzi di trasporto pubblico dal vago sapore turistico. Dove invece corre oggi la strada, si pensa a una lunga area pedonale e ciclopedonale, con percorsi attrezzati per il jogging vista mare, una ideale passeggiata di una decina di chilometri a beneficio della nuova vocazione turistica della città. E i ruderi, le case abusive o condonate e anche quelle «chiuse»? Abbattute, anche in virtù di un accordo con i privati. Il lungomare così diventerebbe finalmente fruibile, costellato di locali e di residenze per turisti. «Non ci sono tante risorse - rileva Sannicandro - occorre inventare meccanismi economici pubblico privati, azioni di incentivazione. Ci vogliono, insomma, non solo gli strumenti urbanistici ma anche quelli economici».

Nell’attesa che si trovino gli uni e gli altri, al Comune non staranno con le mani in mano. Tra qualche giorno finirà in Consiglio comunale il documento di rigenerazione urbana che toccherà i quartieri di San Giorgio, Torre a Mare, Carbonara e Libertà. A fine anno dovrebbe essere realizzato il primo intervento di riqualificazione sulla litoranea. Ancora azioni dettate dall’emergenza, ma pur sempre meglio di nulla.

I baresi attendono, sospirando. Come sperano che si trovi un modo per decongestionare il traffico da e verso Torre a Mare, nella zona da tutti conosciuta come quella del camping San Giorgio. Sarà realizzata una rotatoria, che agevoli da un verso il traffico in uscita dalla città verso la tangenziale, dall’altro dalla città verso l’ultimo tratto di San Giorgio e dunque Torre a Mare. Anche qui, come è accaduto altrove, c’è da risolvere un problema. Quella piccola fetta di asfalto oggi governata dai semafori appartiene a tre enti. Al Comune, alla Provincia e all’Anas. Occorrerà mettere d’accordo i tre «proprietari», raccogliere un bel po’ di carte, di pareri, di timbri e di autorizzazioni prima di poter pensare a realizzare l’opera. Un’opera che il 2011, ovviamente, non vedrà.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie