Sabato 28 Novembre 2020 | 03:39

NEWS DALLA SEZIONE

Serie B
Calcio, Lecce - Chievo

Calcio, il Lecce in trasferta batte il Chievo: 2-1

 
L'aggressione
Mafia a Bari, picchiato il padre di un «pentito» del clan Palermiti

Mafia a Bari, spedizione punitiva contro il padre di un «pentito» del clan Palermiti

 
Il virus
Covid 19, la mappa dei colori: Puglia resta arancione, Lombardia e Piemonte cambiano colore, Liguria e Sicilia gialle

Covid 19, la mappa dei colori: Puglia resta arancione, Lombardia e Piemonte cambiano colore, Liguria e Sicilia gialle

 
a Lecce
Bellanova: «Ulivo è simbolo del Mediterraneo, bisogna rigenerare il paesaggio»

Bellanova: «Ulivo è simbolo del Mediterraneo, bisogna rigenerare il paesaggio»

 
Il virus
Covid 19, morta anziana in Rsa di Alberobello: sale a 10 il numero delle vittime

Covid 19, morti 2 anziani in Rsa di Alberobello: sale a 11 il numero delle vittime

 
Il caso
Torre a Mare, scontro auto-bici sulla Statale 16: muore ciclista 31enne

Torre a Mare, scontro auto-bici sulla Statale 16: muore ciclista 31enne

 
Il caso
Covid 19 e agroalimentare, in Puglia cala la liquidità di molte aziende

Covid 19 e agroalimentare, in Puglia cala la liquidità di molte aziende

 
Occupazione
Ristorazione, Ladisa acquista Serist Milano: «Così uniamo Nord e Sud»

Ristorazione, Ladisa acquista Serist Milano: «Così uniamo Nord e Sud»

 
Il caso
Bari, morti di legionella al Policlinico: piano sicurezza acque approvato a settembre

Bari, morti di legionella al Policlinico: piano sicurezza acque approvato a settembre

 
Il bollettino nazionale
Coronavirus Italia, 28.352 nuovi casi e 827 morti nelle ultime 24 ore

Coronavirus Italia, 28.352 nuovi casi e 827 morti nelle ultime 24 ore

 
Su Facebook
Salento, rapita l'asina Grisonda. L'appello: «Riportatela a casa. Vi daremo una ricompensa»

Salento, rapita l'asina Grisonda. L'appello: «Riportatela a casa. Vi daremo una ricompensa»

 

Il Biancorosso

Biancorossi
Bari, traffico a centrocampo: Auteri gestisce l'abbondanza

Bari, traffico a centrocampo: Auteri gestisce l'abbondanza

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariL'aggressione
Mafia a Bari, picchiato il padre di un «pentito» del clan Palermiti

Mafia a Bari, spedizione punitiva contro il padre di un «pentito» del clan Palermiti

 
FoggiaIl caso
Mafia, salgono a 36 le misure interdittive a imprese nel Foggiano

Mafia, salgono a 36 le misure interdittive a imprese nel Foggiano

 
MateraIl caso
Covid 19, consiglio comunale a Matera: «Non depotenziare l'ospedale»

Covid 19, consiglio comunale a Matera: «Non depotenziare l'ospedale»

 
Leccea Lecce
Bellanova: «Ulivo è simbolo del Mediterraneo, bisogna rigenerare il paesaggio»

Bellanova: «Ulivo è simbolo del Mediterraneo, bisogna rigenerare il paesaggio»

 
PotenzaIl virus
Coronavirus in Basilicata, Bardi: «Misure prorogate fino al 3 dicembre»

Coronavirus in Basilicata, Bardi: «Misure prorogate fino al 3 dicembre»

 
TarantoIl video
Museo MArTa di Taranto, da oggi si può vistare anche con il virtual tour in 3D

Museo MArTa di Taranto, da oggi si può vistare anche con il virtual tour in 3D

 
Brindisile indagini
Ostuni, incendio doloso auto ex sindaco: un indagato

Ostuni, incendio doloso auto ex sindaco: un indagato

 
Batnella Bat
Andria: furto, ricettazione e resistenza a pubblico ufficiale, due arresti

Andria: furto, ricettazione e resistenza a pubblico ufficiale, due arresti

 

i più letti

L'inchiesta a Lecce incrocia l'affare filobus Poli Bortone: non c'entro 

di LINDA CAPPELLO
LECCE - Fra le aziende interessate alle perquisizioni eseguite dai militari della Guardia di Fiananza in tutta Italia ci sono anche quelle interessate alla realizzazione del filobus. È questo, in ordine di tempo, l’ultimo clamoroso colpo di scena nell’ambito dell’inchiesta top secret, condotta in prima persona dal procuratore capo Cataldo Motta, che ha portato i finanzieri a perquisire l’abitazione del professor Massimo Buonerba, unico leccese nel registro degli indagati. Intanto, la senatrice Adriana Poli Bortone sfodera tranquillità: «Questa vicenda non ha nulla a che fare con l’operato della mia amministrazione», afferma convita.
• L'intervista: «Non mi sento chiamata in causa»
L'inchiesta a Lecce incrocia l'affare filobus Poli Bortone: non c'entro 
di LINDA CAPPELLO

Nell'inchiesta top secret spunta il filobus. Già, proprio l'opera costata ben 22 milioni di euro che ha riempito Lecce di pali e fili senza mai entrare in funzione. Una vicenda che tiene banco da anni e che adesso viene tirata in ballo nell'ambito di quella che si preannuncia come un'indagine dai risvolti eclatanti. Perchè questo ci si aspetta, vista la coltre di riservatezza che ammanta la vicenda.

All'indomani della notizia dell'inchiesta che vede coinvolto Massimo Buonerba, l'ex consulente legale dell'allora sindaco Adriana Poli Bortone, spunta un altro dettaglio clamoroso. I militari del nucleo di polizia tributaria della Guardia di Finanza hanno bussato alle porte di diverse aziende sparse per l'Italia, tutte interessate al progetto del filobus.

Non solo Lecce, dunque, ma anche Milano. Fra le tante perquisizioni, una è stata effettuata a carico di un professionista di Perugia. I bene informati sostengono che i finanzieri abbiano fatto tappa anche ad Arezzo. Probabilmente, qualche «visita» da parte degli investigatori è stata compiuta anche nella capitale.

Ma come entra il filobus nell'inchiesta? Che relazione c'è - se c'è - fra il progetto della metropolitana di superficie e la trasferta del procuratore capo Cataldo Motta e dell'aggiunto Antonio De Donno nella lontana Lugano? Sono queste, adesso, le domande che attendono risposte. E' lecito chiedersi se le movimentazioni di denaro sospette, che sono al vaglio della Procura di Lecce, possano interessare progetti urbanistici di grossa portata. Vicende, appunto, come il filobus. O anche, come quella dei palazzi di via Brenta.

Sono queste le due questioni «collaterali» all'inchiesta. Un fascicolo, si è detto, che è stato aperto a fine 2010. Proprio quando da Lugano è partita una rogatoria internazionale per una verifica su un conto corrente. Un deposito che ha portato la magistratura elvetica a scendere fino a Lecce. E chissà che le autorità svizzere non abbiano scoperchiato una sorta di vaso di Pandora. Qualcosa di talmente importante da spingere i vertici della procura leccese a salire sull'aereo e valicare i confini nazionali per avere contezza dei fatti. L'ipotesi paventata in questa prima fase è quella di riciclaggio, alla quale però potrebbero ben presto affiancarsi altri capi d'imputazione. Ad esempio, quello di corruzione. Accusa, questa, che non sarebbe stata ancora formalizzata ,e che sembra essere nell’aria.

A quanto se ne sa, unico leccese finito nel registro degli indagati è proprio Buonerba. Sconosciuto, al momento, il reato che gli viene contestato. E' possibile - ma siamo sempre nel campo delle ipotesi - che gli altri soggetti finiti nel mirino della procura siano i legali rappresentanti delle società italiane interessate alle perquisizioni.

La novità di oggi, si è detto, è che l'inchiesta sia in qualche modo agganciata alla vicenda del filobus. Ma non solo a quella. Nel corso della perquisizione di mercoledì mattina effettuata dai finanzieri nell'abitazione di Buonerba, sono state acquisite alcune consulenze agli atti del processo di via Brenta. Documentazione, si precisa, già nota perchè contenuta nel fascicolo del dibattimento. Anche questo, un affare da milioni di euro. Vicende a sei zeri, dunque, conti correnti all'estero, ed un indagato illustre all'epoca in auge a Palazzo Carafa. Sono questi, dunque, gli «ingredienti» della scottante inchiesta. Ma qual è il nesso? Qual è il filo conduttore che stanno seguendo gli investigatori? In procura sono ore di grande fermento. Proprio ieri mattina, al secondo piano, c'è stato un breve summit tra il procuratore Motta e gli investigatori che lo hanno accompagnato a Lugano.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie