Giovedì 23 Settembre 2021 | 10:01

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

A Ciampi il premio europeo «Carlo Magno»

Tra i riconoscimenti europei più prestigiosi, conferito a personalità per meriti speciali nel processo di integrazione dell'Europa. Fra i vincitori re Juan Carlos di Spagna ('82), l'ex presidente Usa Bill Clinton (2000), Tony Blair (1999). Gli italiani premiati: De Gasperi (1952), Segni (1964), Colombo (1979)
ROMA - E' stato assegnato al presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi il Premio Carlo Magno per il 2004. Si è appreso da ambienti del Comitato direttivo del Premio, che ha sede in Germania, ad Aquisgrana. Il Premio Carlo Magno è uno dei riconoscimenti europei più prestigiosi. Viene conferito dal 1959 a personalità e istituzioni per meriti speciali nel processo di integrazione dell'Europa.
Fra i vincitori figurano l'ex cancelliere Konrad Adenauer ('54), Re Juan Carlos di Spagna ('82) e l'ex presidente Usa Bill Clinton (2000), Tony Blair (1999), Herzog (1997), Felipe Gonzalez (1993), Havel (1991), Kohl (1988), Kissinger (1987). Tre gli italiani premiati: Alcide De Gasperi nel 1952, Antonio Segni nel 1964 ed Emilio Colombo nel 1979.
Nel 2000 ad Aquisgrana, nella storica sala dell'incoronazione degli imperatori carolingi, in occasione del conferimento del Premio Carlo Magno all'Euro (ritirato dal presidente della Banca Centrale Europea, Wim Duisenberg), Carlo Azeglio Ciampi svolse la laudatio pubblica della moneta europea.
Il presidente della Repubblica italiana fu designato quale oratore d'onore dal Comitato di giuria «in ragione dei suoi grandi meriti nell'introduzione dell'Euro e del Patto di Stabilità» e quale «europeista particolarmente convinto, sempre fortemente impegnato nel processo di integrazione, ultimamente anche nella preparazione della Costituzione europea».
«L'euro - si leggeva nella motivazione - è molto più che un mezzo di pagamento europeo: è un contributo alla comune identità europea, uno stabilizzatore della comunità e, quindi, un contributo al mantenimento della pace». La giuria del Premio sottolineava che «dai tempi di Carlo Magno, del Sacro Romano Impero, l'Europa non aveva mai stato fatto niente di tanto rilevante quanto la moneta unica, per creare un terreno comune europeo».
Il Premio Internazionale Carlo Magno è stato istituito nel 1950 per premiare i più eminenti sostenitori della causa europea e della comprensione delle comuni responsabilità nell'interesse dell'umanità e della pace mondiale. Ed è considerato uno dei massimi riconoscimenti europei. I primi premiati furono Richard Nikolaus Graf Coudenhove-Kalergi (1950) e Hendrik Brugmans (1951).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie