Martedì 21 Settembre 2021 | 22:02

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

Uno spiraglio per Kyoto

La conferenza di Buenos Aires sembrava votata al fallimento e invece si apre la possibilità di far continuare a partecipare ai lavori anche gli Stati Uniti. La questione è il dopo Kyoto poiché si pensava di «concludere» il Protocollo nel 2012. Il protocollo di Kyoto, reso effettivo dall'adesione della Russia, entrerà in vigore a febbraio e punta a ridurre le emissioni del 5,2 per cento entro il 2012

• Quali sono i nodi fra Usa ed Europa
Protocollo di Kyoto BUENOS AIRES - Stati Uniti e Unione europea hanno raggiunto un compromesso sugli sforzi da compiere in futuro per ridurre l'emissione di gas serra. Secondo una bozza del documento con cui si concluderà la conferenza sul clima di Buenos Aires , le parti hanno trovato, dopo due settimane di estenuanti negoziati, un'intesa su cosa dovrà essere fatto dopo la scadenza del protocollo di Kyoto.
L'Ue aveva chiesto una serie di incontri informali da tenere nei prossimi anni allo scopo di rafforzare l'impegno della comunità internazionale contro i cambiamenti climatici.
Secondo Washington, invece, sarebbe bastata un'unica occasione di confronto tra i vari Paesi per scambiarsi informazioni e strategie politiche sull'ambiente. Alla fine è stato deciso di convocare per il maggio del 2005 un incontro che durerà diversi giorni e in cui si discuterà dei futuri passi nel negoziato sui cambiamenti climatici.

Si temeva che la Conferenza si concludesse senza un accordo e il risultato raggiunto è stato salutato con favore dalle delegazioni, anche se il ministro francese dell'Ambiente, Serge Lepeltier, avrebbe preferito non stringere alcuna intesa piuttosto che quella che è stata sottoscritta.
Poiché non è tra i sottoscrittori del protocollo di Kyoto, Washington parteciperà alla prossima tornata di colloqui da semplice osservatore. Ma per essere certi che gli Stati Uniti siano coinvolti nel negoziato, producono il 23 per cento dei gas serra del pianeta, l'Argentina ha proposto che vengano invitati a partecipare a «seminari di esperti» in cui si parla della situazione attuale senza però discutere del futuro.
Il protocollo di Kyoto, reso effettivo dall'adesione della Russia, entrerà in vigore a febbraio e punta a ridurre le emissioni del 5,2 per cento entro il 2012.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie