Domenica 19 Settembre 2021 | 14:21

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

Australia - Le meduse killer fanno anche la pennichella in fondo all'oceano

Scienziati marini della James Cook University di Townsville in Australia hanno scoperto le metodiche abitudini delle meduse dette «box jellyfish», o cubomeduse (Chirones fleckeri), mentre le «etichettavano» per seguirne i movimenti
Medusa boxjelly SYDNEY - E' l'animale più letale al mondo, capace di uccidere un uomo in meno di un minuto con decine di velenosissimi tentacoli, ma ha anche bisogno di riposo: ogni pomeriggio «stacca» e va a dormire sul fondo dell'oceano fino all'alba del giorno dopo. Scienziati marini della James Cook University di Townsville in Australia hanno scoperto le metodiche abitudini delle meduse dette «box jellyfish», o cubomeduse (Chirones fleckeri), mentre le «etichettavano» per seguirne i movimenti.
«Si cibano di pesci e crostacei e sono cacciatori che si affidano alla vista, di notte non possono vedere la preda», ha spiegato il professor Jamie Seymour, che guida la ricerca. «Dalle sei di mattina circa fino alle tre del pomeriggio le cubomeduse, note anche come vespe di mare, si muovono ad una velocità di circa 212 metri l'ora, ma dal pomeriggio all'alba i loro movimenti medi sono meno di 10 metri l'ora».
Per seguirne i movimenti gli studiosi avevano attaccato delle minuscole trasmittenti alle meduse usando un tipo di supercolla chirurgica, e hanno osservato con sorpresa che l'animale discende sul fondo dell'oceano e rimane immobile per tutta la notte. I suoi micidiali tentacoli restano però sempre un pericolo per i nuotatori ed i predatori, anche se l'animale dorme.
Durante i mesi caldi, da novembre a maggio, i cubozoi sono presenti nei mari tropicali dell'Australia, da Exmouth in Australia occidentale fino a Gladstone in Queensland sulla costa orientale. Un animale adulto può raggiungere le dimensioni di un pallone da basket ed avere fino a 60 tentacoli lunghi anche tre metri, ciascuno dei quali porta fino a 5 miliardi di microscopici «pungiglioni».
Nessun animale può uccidere così rapidamente come il box jellyfish. Può causare la morte per shock anafilattico, dopo intensi spasmi muscolari, paralisi respiratoria e muscolare ed arresto cardiaco. Particolari strutture sensoriali delle cubomeduse sono i ropali, in numero di quattro e situati all'interno di particolari nicchie, poste alla base della campana della medusa: queste strutture assimilabili a veri e propri occhi, sono molto complesse e possono contenere addirittura lenti, cornee e retine. Tuttavia, non possedendo un «cervello», non ancora ben chiaro di come le cubomeduse possano interpretare le immagini create dalle suddette lenti; alcuni studiosi ipotizzano che le cubomeduse possano avere un «sistema nervoso diffuso».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie