Sabato 18 Settembre 2021 | 08:42

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

Sisma in Molise «Sotto la scuola la scossa era del 10° grado Mercalli»

I periti nominati dal gip di Larino per accertare le cause che portarono al crollo di San Giuliano di Puglia hanno illustrato alla platea di 210 persone (parti offese, indagati, tecnici, legali) le loro conclusioni sulle cause della tragedia
Terremoto San Giuliano di Puglia LARINO - Strutture portate al limite del carico sopportabile, irregolarità nell'esecuzione di alcuni lavori, ampliamenti non progettati per resistere alle scosse sismiche. I periti nominati dal gip di Larino per accertare le cause che portarono al crollo della scuola di San Giuliano di Puglia hanno illustrato, oggi, alla platea di 210 persone (parti offese, indagati, tecnici, legali) le loro conclusioni sulle cause della tragedia. L'udienza di acquisizione per la prova irripetibile è terminata alle 18,30. Dopo l'intervento dei tecnici sono seguite le domande soprattutto dei legali delle parti lese, dei progettisti dei lavori e delle imprese.
L'edificio era sotto sforzo; non poteva reggere i carichi aggiunti, cioè quelli dinamici legati a un terremoto. In alcuni piloni portanti insisteva una pressione superiore a quella consentita. La particolare conformazione del terreno, poi, ha fatto sì che sotto l'edificio si scatenasse una scossa del 10 grado Mercalli, superiore di 1-2 gradi a quella media registrata. Per Alberto Braga e Franco Burghiglioli il terremoto è stato la causa principale del collasso delle strutture.
«E' come una persona - hanno spiegato - che muore per tumore e, poi, si scopre che aveva anche una pericolosa defezione epatica». Dove il decesso è il crollo, il cancro al terremoto e l'epatite all'altra patologia scoperta.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie