Domenica 19 Settembre 2021 | 19:04

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

La maratona Telethon riparte da Martina Franca capitale della solidarietà

Valerio Cappelli Telethon Uildm Martina Telethon partirà dalla Puglia. La maratona televisiva per la raccolta fondi a favore della ricerca sulla distrofia muscolare e le altre malattie genetiche, in programma a partire da venerdì 17 dicembre 2004 si snoderà lungo due direttrici partendo da Martina Franca e da Bergamo per unire idealmente nord e sud nell'impegno di volontariato e solidarietà. La diretta Rai inizierà alle 8.30 da Taranto, sede provinciale dell'Unione italiana distrofia muscolare per arrivare alle 9.10 a Martina, come se fosse una vera e propria gara podistica, in cui la fiaccola della ricerca passa di mano in mano e i tedofori sono portatori di esperienze e di storie.
Non è un caso che la Kermesse di Telethon parta da Martina e da Bergamo per ricongiungersi idealmente a Roma. L'anno scorso infatti la sezione Uildm di Bergamo fu la più ricca per la raccolta fondi di Telethon con circa 150 mila euro mentre, come damigella d'onore al secondo posto si piazzò proprio Martina, arrivando a racimolare ben 101 mila euro.
La tappa martinese è dunque particolarmente significativa e viene a coronamento di un'esperienza che ha fatto della cittadina della Valle D'itria un punto di riferimento per tutto il sud. L'impegno dei soci Uildm di Martina, (sono circa 130 i componenti della sezione che è di fatto il centro propulsore della provincia), ha portato all'istituzione del centro di prevenzione e cura delle malattie respiratorie dell'ospedale di San Pietro Vernotico che, sotto la guida del Professore Giuseppe Valerio ha permesso di curare i casi d'emergenza, dimezzando quei viaggi della speranza che attanagliavano le famiglie e che spesso, loro malgrado, si concludevano tragicamente.
Telethon a Martina avrà due momenti in diretta: arriverà da via XX Settembre, venendo da Taranto e si fermerà in Piazza Roma nei pressi del Comune, dove la fiaccola della ricerca sarà tenuta per alcuni minuti dalla signorina Lia Ruggero figlia del referente Telethon di Brindisi. "Scegliere Lia- dice Franco Cappelli Presidente della sezione Uildm di Martina Franca- è un chiaro segnale. Lia è una bella ragazza piena di vita che lotta contro la distrofia ogni giorno e che fa dell'ottimismo e della volontà le armi vincenti. Per vincere non serve il pietismo e l'assistenzialismo fine a se stesso ma occorre l'impegno e la consapevolezza di tutti".
La sezione Uildm di Martina non si smentisce, ora raccoglie ben 37 comuni e la sua influenza si estende sempre più anche nel ricordo di Valerio Cappelli che fin dal '90 l'aveva voluta e fortemente potenziata. Più volte ci siamo occupati della storia di Valerio che, quasi suo malgrado, è diventato un simbolo del sud che si riscatta e che neutralizza handicap e disabilità. Valerio non ha sconfitto la distrofia, ma la sua scomparsa, avvenuta due anni fa, pur lasciando un grande vuoto tra i soci di Martina ha dato nuova linfa al movimento. Valerio Cappelli viveva il proprio handicap corroborato da una forte fede cristiana che, senza trascendere mai nel bigottismo di maniera, era di stimolo a parenti, amici e conoscenti.
"Tutti hanno una missione nella vita- amava ripetere Valerio- la mia è quella di vivere una vita normale in carrozzella e di aiutare gli altri ad aiutarmi e a capire la mia condizione". È inutile fare retorica. Ma se Telethon parte dalla Puglia e da Martina il merito è soprattutto di Valerio.
Dopo aver toccato la Valle D'itria la carovana della solidarietà si fermerà a Molfetta e a Trani per proseguire poi verso Foggia e Pescara attraversando tutto l'Abruzzo per arrivare a Roma. Ogni anno si dice che Telethon ha superato i record di ascolti e di partecipazione. I Vip si susseguono alla gente comune ma non fanno passerella. E si parla soprattutto dei risultati raggiunti. Per una volta l'euro versato da Carlo Azeglio Ciampi e quello donato dal Signor Mario Rossi hanno lo stesso valore. La ricerca va avanti ma i fondi non sono mai abbastanza. Ogni anno Telethon supera se stesso, anche grazie al tuo impegno e al ricordo del tenace Valerio.
Michele Pacciano

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie