Mercoledì 22 Settembre 2021 | 07:14

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

Le «tute blu» invadono Torino

I lavoratori delle Meccaniche di Mirafiori scioperano nell'ambito della protesta nazionale di quattro ore decisa dal coordinamento Fim-Fiom-Uilm-Fismic di Fiat Auto
TORINO - I lavoratori delle Meccaniche di Mirafiori scioperano oggi nell' ambito della protesta nazionale di quattro ore decisa dal coordinamento Fim-Fiom-Uilm-Fismic di Fiat Auto. Un corteo di alcune centinaia di persone è uscito alle 9 dallo stabilimento e sta raggiungendo il centro cittadino.
Ieri a Roma è, intanto, iniziata la trattativa sulla mobilità annunciata da Powertrain per 706 lavoratori in Italia di cui 240 a Torino. «L' azienda - spiega Giorgio Airaudo, segretario della Fiom torinese - ha ipotizzato per la prima volta la possibilità di produrre nuovamente un motore a Mirafiori nel 2006, ma a patto che lo stabilimento diventi più competitivo. Abbiamo chiesto indicazioni più concrete su quale motore e la quantità della produzione. Il nostro giudizio per ora è negativo perchè i lavoratori di Mirafiori sono stati illusi troppe volte». Il confronto è stato rinviato al 13 dicembre.
Giovedì ci sarà un' assemblea per informare i dipendenti della Powertrain, che sono 1.500 di cui attualmente 500 in cassa integrazione.
Il corteo ha raggiunto Atrium, la struttura espositiva di Torino 2006 che sorge nel centro della città, in piazza Solferino. I dimostranti hanno cercato di entrare all' interno, ma non è stato loro permesso e si sono fermati sulla piazza antistante.
Secondo i sindacati, l' adesione allo sciopero alle Meccaniche è del 70%, mentre per la Fiat è del 14%.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie