Martedì 21 Settembre 2021 | 22:33

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

Incidente alla centrale atomica di Trisaia

Il sindaco di Rotondella, Mario Di Matteo: s'è verificato il 6 ottobre 2003 ma non c'è stato rilascio di radiazioni. Jean: problemi per rientro in Usa dell'uranio
POTENZA - Il 6 ottobre del 2003 un incidente, senza rilascio di radiazioni, si è verificato all' interno della zona controllata dell' impianto Itrec della Trisaia di Rotondella (Matera), che per alcuni anni è stato attivo per il riprocessamento del combustibile nucleare. Lo ha reso noto oggi il sindaco di Rotondella, Mario Di Matteo, durante il «tavolo della trasparenza» della Regione Basilicata.
L' incidente è stato confermato dalla Sogin, la società incaricata dello smantellamento delle strutture nucleari italiane, che dall' agosto del 2003 ha rilevato dall' Enea l' impianto Itrec.
Secondo quanto riferito al «tavolo della trasparenza» durante operazioni di trasferimento nel capannone 9.1 di circa 2.000 fusti contenenti materiale radioattivo cementificato una fune di una gru si è spezzata facendo cadere un fusto contenente 400 litri di materiale contaminato (pari a una tonnellata). Sul fusto si è abbattuto lo stesso braccio telescopico della gru che è rimbalzato. Un operaio è stato ferito di striscio dalla fune e sono state attivate le procedure di soccorso previste dall' impianto. Il fusto - da quanto riferito dai dirigenti della Sogin - è rimasto integro e non vi sono state fuoriuscite di materiale radioattivo. L' operaio - è stato riferito - ha subito lievi ferite, ma non ha subito contaminazioni, ed è stato medicato prima all' interno del centro, poi nell' ospedale di Policoro (Matera).
Sul fatto - è stato riferito - la Procura della Repubblica di Matera ha aperto un' indagine.
Secondo la Sogin, la rottura del cavo è stata accidentale: il cavo era stato sostituito 18 giorni prima dell' incidente, era stato certificato ed era adeguato agli impieghi nei quali era adoperato. La stessa Sogin ha aperto un' inchiesta che ha stabilito la causa dell' incidente nel cedimento del «fine corsa» della fune. Sulle cause dell' incidente la Procura di Matera ha disposto una perizia tecnica.
Si è trattato «di una disfunzione troppo banale» ha commentato il presidente della Regione Basilicata, Filippo Bubbico che ha ribadito la «preoccupazione sulle procedure esecutive nell' impianto» che «per noi sono un aspetto rilevante».
Dopo l' incidente avvenuto il 6 ottobre 2003 nell' area protetta dell' Itrec del centro della Trisaia di Rotondella (Matera), la Sogin ha disposto «un' ispezione a tappeto dei mezzi di sollevamento» presenti nella centrale. Lo ha detto l' amministratore delegato di Sogin, Giancarlo Bolognini, avvicinato dai giornalisti a Potenza a margine del «tavolo della trasparenza» della Regione Basilicata.
«Contestualmente - ha continuato - i fornitori sono stati impegnati al rispetto di un programma di garanzia e qualità di tutti materiali».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie