Martedì 21 Settembre 2021 | 12:54

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

Crollo di Foggia: fondi dal governo

Sabato 20 novembre sono morte 8 persone: 22 gli sfollati. Stanziati per circa un milione e 900mila euro, che saranno a disposizione dell'Amministrazione comunale
FOGGIA - Il Consiglio dei Ministri ha deliberato, nella seduta odierna, lo stato di emergenza per il crollo della palazzina in via delle Frasche a Foggia. Nel crollo, avvenuto alle 3 del mattino di sabato 20 novembre, morirono otto persone ed altrettante rimasero ferite.
Nove nuclei familiari che risiedevano in abitazioni adiacenti alla palazzina crollata sono stati sgomberati, per un totale di 22 persone. Cinque famiglie, complessivamente 15 persone, sono alloggiate a cura del Comune in un albergo cittadino. A queste si sono aggiunti i componenti della famiglia Sacco, Michelina Stanchi e i due figli di 12 e 14 anni, che vivevano nello stabile crollato e sono riusciti a salvarsi insieme al capofamiglia Antonio Sacco. Le restanti persone hanno trovato ospitalità presso parenti. Il fondo deliberato da Palazzo Chigi è di circa un milione e 900mila euro già a disposizione dell'Amministrazione comunale che potrà disporne per interventi urgenti.
«Siamo molto soddisfatti per la tempestività del provvedimento», ha dichiarato il sindaco di Foggia, Orazio Ciliberti. «Proprio l'altro ieri - ha continuato - il presidente della Regione Puglia, Raffaele Fitto, e il capo della Protezione Civile, Guido Bertolaso, avevano assicurato il più totale interessamento nella vicenda. Ci siamo recati a Roma per sollecitare l'intervento che arriva a meno di due settimane dall'evento».
Proprio Ciliberti, inoltre, alcuni giorni dopo il crollo aveva parlato, in merito alla situazione abitativa nella zona del crollo, di un piano straordinario di riqualificazione e risanamento «che risolva il problema in modo radicale, restituendo decoro all'immagine di Foggia e condizioni di vita dignitose a tutti i cittadini». «Se oggi ci troviamo a piangere la perdita di otto concittadini - disse il sindaco - non è solo per una fatale e dolorosa coincidenza. Il degrado sociale nasce dalle precarie condizioni urbanistiche e abitative. Anche per questo chiediamo l'intervento del Governo».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie